Google Health per le ricerche sanitarie

Google Health per le ricerche sanitarie

Google affianca ai tradizionali servizi una nuova possibilità di ricerca per le informazioni di carattere medico

di pubblicata il , alle 16:28 nel canale Programmi
Google
 

Google si appresta a rilasciare un nuovo servizio di ricerca dedicato alle informazioni di carattere medico. Il nuovo servizio avrà il nome di Google Health e metterà a disposizione le potenzialità di ricerca di Google trovare informazioni di carattere sanitario disponibili in rete.

La ricerca può essere perfezionata selezionando il tipo di informazioni desiderate, come ad esempio trattamento e sintomatologia, oppure le fonti in cui ricerca o eventuali argomenti correlati (medicina alternativa, forum per medici ed altro ancora).

Considerando il delicato ambito in cui questo tipo di ricerca può spaziare, alcuni risultati vengono preceduti dal logo o dalla sigla dell'istituto utilizzato come fonte. Questo particolare intende garantire una sufficiente autorevolezza al servizio.

Fonte: Motoriricerca.net

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

60 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Redvex08 Maggio 2006, 16:39 #1
Sarà utile a mia sorella che frequentando l'università di infermieristica trova difficoltà a googleggiare questi argomenti.
Detto questo a me sembra che google stia diventando se non lo è già una seconda microsoft con tutti i pregi e purtroppo anche con tutti i difetti del caso
Lonolf08 Maggio 2006, 16:40 #2
Beh, io ho usato la rete quando mio fratello ha preso la malattia del bacio in forma forte (è stato un mese a letto) per tranquillizzare mia madre che non fosse mortale :-).

Non credo che mi curerei mai con internet (frase stupida, neh?) ma penso sia interessante...
Xadhoomx08 Maggio 2006, 16:45 #3
Non c'è peggior medico che se stessi..
Lo dice uno che fa Medicina...
chiaro_scuro08 Maggio 2006, 17:16 #4
Non c'è peggior medico del vero medico.
Poi ci sono le eccezioni.

Ciao.
MiKeLezZ08 Maggio 2006, 17:23 #5
Originariamente inviato da: Xadhoomx
Non c'è peggior medico che se stessi..
Lo dice uno che fa Medicina...

I medici che hanno di diverso dai comuni mortali?
Una volta che sai le cose, non importa tu -COSA- sia.
D'altronde imparano semplicemente sui libri, o da persone che a loro volta hanno imparato sui libri o da altre persone..
Ma giustamente, certamente se ho una polmonite non mi metto a googlare la cura..
die8108 Maggio 2006, 17:32 #6
chi non è del settore non capisce...la soggettività nell'autocurarsi è molto pericolosa..un medico non si fa mai diagnosi in quanto è influenzato soggettivamente...l'utente ignorante che si informa tramite internet è ancora peggio...crede di sapere invece non sa un tubo...
chiaro_scuro08 Maggio 2006, 17:44 #7
Il problema è che per le malattie comuni i medici sono "bravi", ma quando la malattia non è facilmente identificabile i medici sono bravi solo a prendere i soldi. Putroppo per esperienza plutiennale di mio padre posso dire con certezza che i medici fanno schifo quanto tutte le altre categorie professionali protette.

L'utente che si informa su internet se ha la testa sulle spalle non si autocura ma si protegge dai medici che......non si comportano bene.

Un po' come l'utonto che va comprare il computer e che sistematicamente viene fregato e l'utente informato che non si fa fregare e neanche ci provano.

Ciao.
Xadhoomx08 Maggio 2006, 17:45 #8
Bravo...sto zitto altrimenti scateno un flame pazzesco...anzi no: essere medico non vuol dire sapere solo millanta cose. Si hanno responsabilità etiche, sociali, morali. Oggi si cerca di far diventare il medico come un tecnico del corpo umano ma non è così. La Medicina è la somma di diverse branche: Biologia, Matematica, Chimica, Fisica, Informatica ed altro. Essendo una somma unisce anche gli errori delle varie materie, per questo diventa altamente imprecisa e stocastica. ognuno reagisce in maniera diversa. Ogni caso è diverso. L'abilità, se non è proprio arte, è saper cogliore le differenze, adattarsi, reagire. Questo si impara con l'esperienza, stando a contatto con i malati e soprattutto con i medici più anziani che senza volerlo ti trasmettono e sviluppano capacità al limite del sesto senso. Il ragionamento. studio sui libri=uguale ad essere qualcosa, vale per materie tecniche come Ing. senza togliere nulla a nessuno.
darkgenio7608 Maggio 2006, 17:45 #9

a Xadhoomx e die81

affermazioni un po generiche. Molti medici e non solo medici, ma anche giornalisti e comunicatori si impegnano in una corretta comunicazione scientifica. Se il fai da te è certamente da evitare, è pur vero che una corretta educazione sanitaria è un fine da perseguire per la comunità scientifica.

Di per se questo è un servizio, e quindi ben venga, non ha un valore intrinseco è solo uno strumento per accedere a informazioni selezionate da un punto di vista tematico.
Starà alla comunità scientifica indirizzarne l'uso, e porsi in una situazione di dialogo con gli utenti per evitarne invece "l'abuso".
tommy78108 Maggio 2006, 17:53 #10
guardate, io ho fatto medicina e di sicuro c'è solo una cosa: i medici di oggi sanno solo applicare ciò che studiano, altro che contatto umano ecc....un robot sarebbe perfettamente in grado di soppiantare i medici. inutile stare a discutere su queste cose, se hai il sintomo chiaro identifichi una serie di possibili cause esattamente come può fare un motore di ricerca, poi selezioni le alternative plausibili con l'aiuto degli esami specifici ed emetti una diagnosi. nella maggior parte dei casi i medici lavorano per tentativi ed approsimazione, alla faccia della scienza. non esaltiamo una categoria che ho conosciuto e da cui mi sono allontanato per la presunzione e l'ottusità che sa dimostrare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^