Google Chrome: dal 15 febbraio pronta a bloccare i banner pubblicitari. Ecco le novità

Google Chrome: dal 15 febbraio pronta a bloccare i banner pubblicitari. Ecco le novità

L'azienda di Mountain View è pronta a bloccare con un proprio ad-blocker integrato in Chrome, tutti quei siti web che posizioneranno pubblicità invadenti con pop-up a schermo intero o video auto riprodotti. Vediamo cosa cambierà.

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Programmi
ChromeGoogle
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mparlav15 Febbraio 2018, 10:03 #11
Originariamente inviato da: woddy68
Non mi sembra però molto difficile da capire, non verranno bloccate le pubblicità, ma sono stati creati degli standard per evitare le pubblicità invadenti, chiunque rispetti questi standard, che sono tra l'altro di buon senso, non vedrà rimosso niente.
Se invece pensiamo che sia meglio il Far West che danneggia gli utenti e gli inserzionisti oltre che hai siti che vivono di pubblicità, allora continuiamo con i vari adblock e ci ritroveremo un web pieno di schifezze.
Da fastidio che questa cosa la faccia Google e non microsoft o apple ?, va bene si ponga un controllo su come google utilizza questo strumento e se lo fa per privilegiare i propri inserzionisti allora sono d'accordo con le critiche, ma diamo almeno il beneficio del dubbio e vediamo come funziona prima di fare sparate a vanvera.
Sembra sempre che chiunque tenti di migliorare le cose, che sia Microsoft, Apple, Linux o Google non va mai bene.


Occorre ricordare che meno di un'anno fa' s'è beccata una sanzione di 2.4 miliardi di euro dall'Antitrust UE per aver privilegiato certi risultati di ricerca a scapito degli altri (link)

Alla fine dell'anno scorso sono state apportate delle modifiche ai risultati delle ricerche sulle quali sono ancora, diciamo così, "sub iudice".

Va' bene il beneficio del dubbio, ma un intervento di Google in materia pubblicitaria non è come se fosse fatto da chiunque altro (compresi Microsoft e Apple tramite il loro browser).
emiliano8415 Febbraio 2018, 10:29 #12
Originariamente inviato da: woddy68
Non mi sembra però molto difficile da capire, non verranno bloccate le pubblicità, ma sono stati creati degli standard per evitare le pubblicità invadenti, chiunque rispetti questi standard, che sono tra l'altro di buon senso, non vedrà rimosso niente.
Se invece pensiamo che sia meglio il Far West che danneggia gli utenti e gli inserzionisti oltre che hai siti che vivono di pubblicità, allora continuiamo con i vari adblock e ci ritroveremo un web pieno di schifezze.
Da fastidio che questa cosa la faccia Google e non microsoft o apple ?, va bene si ponga un controllo su come google utilizza questo strumento e se lo fa per privilegiare i propri inserzionisti allora sono d'accordo con le critiche, ma diamo almeno il beneficio del dubbio e vediamo come funziona prima di fare sparate a vanvera.
Sembra sempre che chiunque tenti di migliorare le cose, che sia Microsoft, Apple, Linux o Google non va mai bene.


Originariamente inviato da: El Tazar
Perchè ci si vede sempre un complotto dietro.
Sono d'accordo con te


forse perche' chi blocca la publicita' in questo caso e' anche e soprattutto un fronitore di pubblicita'? chi ci assicura che per lui invasiva sara' una pubblciita' di un altro provider, ma la stessa identica fornita da google andra' bene?... strano che quando si tratta di altre compagnie e' lecito commentare dando per scontato il peggio (prima di sapere come andra' veramente a finire) mentre quando si tratta di google per esempio, tutto e' lecito

Originariamente inviato da: Mparlav
Occorre ricordare che meno di un'anno fa' s'è beccata una sanzione di 2.4 miliardi di euro dall'Antitrust UE per aver privilegiato certi risultati di ricerca a scapito degli altri (link)

Alla fine dell'anno scorso sono state apportate delle modifiche ai risultati delle ricerche sulle quali sono ancora, diciamo così, "sub iudice".

Va' bene il beneficio del dubbio, ma un intervento di Google in materia pubblicitaria non è come se fosse fatto da chiunque altro (compresi Microsoft e Apple tramite il loro browser).


infatti, spero che in questo caso l'antitrust non aspetti anni per indagare e intervenire, altrimenti come al solito sara' troppo tardi ed uno standard di fatto
s-y15 Febbraio 2018, 10:32 #13
si ma smettiamola anche col vittimismo per procura eh
tra l'altro facendo anche un unico calderone come se tutti i commenti fossero dello stesso tenore (ecco, magari in questo senso sono i 'eh ma quando invece, tutti a...')
domthewizard15 Febbraio 2018, 10:36 #14
oh no, come farà hwu a sopravvivere senza i banner della asus (l'ultimo che ho visto prima di installare abp) che si mangiano mezzo schermo?
[Umby]15 Febbraio 2018, 10:52 #15
Ma chi utilizza Chrome con ADblock, si puo' dire a Chrome di farsi i CAxxI Suoi ?
predator8715 Febbraio 2018, 11:20 #16
Così faranno vedere solo quello che dicono loro
nx-9916 Febbraio 2018, 09:33 #17
A me non è ancora ben chiaro in che modo guadagnano con gli ads.
L'utente deve cliccare il banner o basta solo la presenza dello stesso, perché non capisco i siti che cercano di individuare gli adblocker (cosa che blocco sul nascere usando uMatrix), secondo loro dovrei disattivare il blocco ads e cliccare i suoi banner ?
domthewizard16 Febbraio 2018, 10:19 #18
Originariamente inviato da: nx-99
A me non è ancora ben chiaro in che modo guadagnano con gli ads.
L'utente deve cliccare il banner o basta solo la presenza dello stesso, perché non capisco i siti che cercano di individuare gli adblocker (cosa che blocco sul nascere usando uMatrix), secondo loro dovrei disattivare il blocco ads e cliccare i suoi banner ?


no, guadagnano appunto con la visibilità
Vertex16 Febbraio 2018, 10:35 #19
Originariamente inviato da: nx-99
A me non è ancora ben chiaro in che modo guadagnano con gli ads.
L'utente deve cliccare il banner o basta solo la presenza dello stesso, perché non capisco i siti che cercano di individuare gli adblocker (cosa che blocco sul nascere usando uMatrix), secondo loro dovrei disattivare il blocco ads e cliccare i suoi banner ?


Si guadagna sia con i click che con le visualizzazioni...ovviamente molto di più con i click.
El Tazar16 Febbraio 2018, 10:46 #20
Originariamente inviato da: emiliano84
forse perche' chi blocca la publicita' in questo caso e' anche e soprattutto un fronitore di pubblicita'? chi ci assicura che per lui invasiva sara' una pubblciita' di un altro provider, ma la stessa identica fornita da google andra' bene?... strano che quando si tratta di altre compagnie e' lecito commentare dando per scontato il peggio (prima di sapere come andra' veramente a finire) mentre quando si tratta di google per esempio, tutto e' lecito

infatti, spero che in questo caso l'antitrust non aspetti anni per indagare e intervenire, altrimenti come al solito sara' troppo tardi ed uno standard di fatto


Il fatto che non decida solo Google cosa è ritenuto negli standard e cosa no.
https://www.betterads.org/members/

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^