Ecco lo sblocco per usare con Office 2003 i file obsoleti

Ecco lo sblocco per usare con Office 2003 i file obsoleti

Microsoft ha diffuso alcune note che permettono di sbloccare le restrizioni introdotte dal terzo service pack di Office 2003 e relative ad alcuni tipi di files definiti obsoleti

di pubblicata il , alle 10:15 nel canale Programmi
Microsoft
 

Nei giorni scorsi avevamo diffuso la notizia secondo cui l'installazione del terzo service pack per Office 2003 inibiva l'accesso a file realizzati con precedenti versioni della suite. A questo indirizzo avevamo approfondito l'argomento.

Microsoft ha diffuso nelle scorse ore ulteriori dettagli in merito e, tra le varie informazioni disponibili, a questa pagina sono disponibili alcuni file .reg che consentono di disabilitare le limitazioni imposte di default. A questo indirizzo è disponibile un articolo tecnico dedicato pubblicato da Microsoft.

Oltre al metodo automatico proposto per abilitare o meno la restrizione è comunque disponibile una procedura guidata per effettuare le modifiche al registro di sistema in modo manuale. Microsoft consiglia di disabilitare temporaneamente le restrizioni solo per il tempo necessario all'accesso e alla modifica dei file obsoleti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

139 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
freeeak09 Gennaio 2008, 10:45 #1
e ci provano sempre... chissa cosa metteranno nel sp3 di xp, aspetto con trepidazione il pacco!
@lfio09 Gennaio 2008, 10:57 #2

Dovete sbloccare le bariere mentali.

Questo ci insegna a cosa andiamo incontro con i formati proprietari ed avere una chiara visione dello standard odf per salvare i nostri documenti.
La prima di turno che sia microsoft non ha importanza ma che ci faccia riflettere chi decide per noi nel tempo.
La cosa che mi fa sorridere che prima le blocca di default e poi mette la soluzione al suo stesso problema la microsoft.
Questo sotto pressione degli utenti e non solo.
Meno male che microsoft vorrebbe uno standard iso per oxml .
Questo dovrebbe fare riflettere sui formati open source e preferirli a qualsiasi altro formato proprietario se vogliamo in futuro la certezza di aprirli.
Ciao
MiKeLezZ09 Gennaio 2008, 10:58 #3
sono andato a leggere:

" This policy will prevent the opening of files that are older than PowerPoint 97

All Word files that have a version number that is less than but not equal to Word 6.0 "

ma vaff ... e c'è pure gente che si lamenta

blocca roba di 11 anni fa !!! SVEGLIA !!! !!! !!!
mrcf09 Gennaio 2008, 11:00 #4
uso ancora Office 2000 e sono felice (per quanto uno possa esserlo dovendo usare Office).
Dove sbaglio?
Lanfi09 Gennaio 2008, 11:01 #5
mi sa che il primo link non funziona...
diabolik198109 Gennaio 2008, 11:02 #6
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
sono andato a leggere:

" This policy will prevent the opening of files that are older than PowerPoint 97

All Word files that have a version number that is less than but not equal to Word 6.0 "

ma vaff ... e c'è pure gente che si lamenta

blocca roba di 11 anni fa !!! SVEGLIA !!! !!! !!!


sai, la gente basta che legga MS si lamenta a prescindere
permaloso09 Gennaio 2008, 11:16 #7
Originariamente inviato da: freeeak
e ci provano sempre... chissa cosa metteranno nel sp3 di xp, aspetto con trepidazione il pacco!



io sono prevenuto (come mikelezz e diabolik1981 nell'altro verso )
ma non stupirti se sp3 non lo vedrai mai o se lo vedrai non sarà quello che gli utenti si aspettano
@lfio09 Gennaio 2008, 11:16 #8
Originariamente inviato da: diabolik1981
sai, la gente basta che legga MS si lamenta a prescindere


E' come dire in una biblioteca buttiamo i vecchi libri perchè non si possono più leggere perchè qualcuno a deciso come microsoft che sono obsolesi,
Forse non vi state rendendo conto che ci sono infiniti archivi di file aziendali in formato in cui la prima lobby di turno decide che non si devono più aprire.
Nella storia la diffusione delle cose si avuta quando era accessibile achiunque nel tempo.
Come dicevo all'inizio prendo spunto dai libri.opere d'arte ecc .
Se vogliamo cancellare un pezzo di storia alla volta continuate ad usare formati proprietari ma non meravigliatevi s efra qualche anno non posso vedere il filmato di mia figlia in wma perché qualcuno ha deciso cosi'.
Ciao
Barra09 Gennaio 2008, 11:20 #9
Si bravo!

Seguo 1 sacco di aziende medio-piccole. Queste tengono tutti i vecchi documenti, le comunicazioni, ecc. Archiviano xchè non si sa mai. E capita di dover andare a ricercare queste info. Secondo te io potevo andare ad installare l'sp3 di office sapendo poi che in caso di necessità (e di urgenza come sempre succede in queste situazioni) non sarebbero in grado di vedere i loro vecchi archivi?

O forse è + comodo passare qualche giorno ad aprire tutti i documenti, salvarli in pdf o 1 formato + recente e poi aggiornare? Sai quanti documenti può produrre 1 architetto in 1 anno? E non è così raro, sempre x 1 architetto dover riaprire documenti di 10 anni fa. Le case sai durano 1 po di + di 1 computer!
zhelgadis09 Gennaio 2008, 11:22 #10

x MiKeLezZ

Ci sono aziende che usano PC ben più vecchi di 11 anni, perché hanno solo bisogno di far girare un programma di contabilità e scrivere qualche lettera (compito per cui anche Word 2.0 può essere adeguato). Poi magari un bel giorno quei PC muoiono e devono essere rimpiazzati da altri più recenti.

Glielo vai a spiegare tu che non possono più accedere ai loro vecchi documenti e che la loro colpa è quella di essersi fatti bastare un PC per 15/20 anni?

Non ci sono solo quelli che cambiano macchina continuamente e hanno 8 core e 4 schede video per giocare a Crysis, c'è anche gente che usa il PC per lavorare e non spende soldi a meno che non sia strettamente necessario...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^