Chrome su PC, Mac e Android: migliorie 'a doppia cifra' su performance ed efficienza

Chrome su PC, Mac e Android: migliorie 'a doppia cifra' su performance ed efficienza

Google risponde alle accuse di Microsoft (e non solo) sulla scarsa efficienza di Chrome sui computer portatili. Secondo la società ci sono stati miglioramenti "a doppia cifra" nell'ambito dell'autonomia operativa

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Programmi
Google
 

Google risponde alle accuse sul suo browser web, con Chrome che è stato ultimamente preso di mira da stampa specializzata e anche dai concorrenti per la sua scarsa efficienza energetica. Si tratta di una caratteristica che pesa soprattutto sul fronte della durata della batteria su singola carica di portatili e smartphone e che spesso è stata comprovata con test empirici (anche da Microsoft). Ed è proprio con un test empirico che Google risponde alle accuse, mostrando che i tecnici della compagnia si sono messi all'opera negli scorsi mesi per risolvere i problemi.

Stando ad un nuovo comunicato della società il browser adesso consuma il 33% di energia in meno su Mac, con l'incremento nell'efficienza energetica che si palesa soprattutto nella visualizzazione di immagini, nello scorrimento delle pagine e durante la riproduzione di video. Google ha utilizzato vari strumenti di analisi e misurazione, ottenendo come risultato "miglioramenti a doppia cifra per quanto concerne la velocità e l'autonomia operativa".

La società ha anche pubblicato un video in cui mostra l'ultima versione di Chrome ad oggi disponibile (53) posta in paragone con Chrome 46, disponibile dallo scorso mese di ottobre. I due browser vengono eseguiti su due Surface Book identici con Windows 10: si tratta di un dettaglio non indifferente, dal momento che anche Microsoft utilizzava gli stessi computer portatili quando a giugno sottolineava la maggiore efficienza di Microsoft Edge sui browser della concorrenza, Chrome incluso.

Anche lo stile del video di Google è ripreso da quello rilasciato da Microsoft qualche mese fa, chiaro segnale di provocazione da parte del marketing di Mountain View. L'esito della prova è comunque molto interessante, con il Surface Book con Chrome 53 che in riproduzione di un video HD su Vimeo ha resistito per ben 2 ore e 12 minuti in più rispetto allo stesso computer con Chrome 46. Miglioramenti della stessa tipologia possono essere verificati anche in altri ambiti, come su YouTube, e Facebook, i quali sono ricchi di contenuti multimediali fra immagini e video.

Nella nota pubblicata Google parla anche di velocità, soprattutto in campo Android. La versione di Chrome per il robottino verde è adesso il 15% più veloce rispetto all'anno scorso, con ulteriori miglioramenti anche per quanto riguarda la velocità di esecuzione di specifiche attività "giornaliere", come ad esempio lo shopping online. Lo standard PaymentRequest ad esempio immagazzina le carte di credito e le informazioni di consegna per un processo di finalizzazione dell'ordine più rapido.

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
svedese07 Settembre 2016, 13:35 #1
Per la mia limitata esperienza confermo che su Mac l'autonomia è aumentata (prima il consumo di Chrome era drammatico).
In ogni caso Safari consuma meno: senza fare tanti test lo si sente dal calore emesso e dalla velocità della ventola. Certo Safari paga una minore accuratezza sui siti più complessi, ma la riproduzione video consuma meno.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^