Chrome diventa più leggero con il caricamento 'pigro' delle pagine web

Chrome diventa più leggero con il caricamento 'pigro' delle pagine web

Il caricamento pigro delle pagine web consentirà di raggiungere una velocità di rendering sulla carta più elevata rispetto ad oggi. Ecco come

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Programmi
GoogleChrome
 

Google aggiorna costantemente il suo browser Chrome, il più utilizzato del web: fra le ultime novità arrivate nelle build Canary (le più moderne, ma anche le più instabili) abbiamo ricevuto un'interfaccia utente del tutto nuova, e non arrivano di rado nuove feature e miglioramenti vari per mantenere all'avanguardia il software. Sono quattro i canali di rilascio: Canary, Dev, Beta e Stable, in ordine crescente di stabilità, e partecipando a uno di essi gli utenti possono provare più o meno in anticipo le novità previste sul browser web. E fra le più recenti c'è il "lazy loading".

Contrariamente al nome scelto, il "caricamento pigro" delle pagine dovrebbe consegnare una maggiore velocità di apertura delle stesse. Secondo Bleeping Computer la novità è presente dalla versione v70.0.3521.0, quindi da alcuni giorni, e può essere attivata alla solita maniera: dalla pagina chrome://flags (da inserire nella barra degli indirizzi, come se fosse un sito web) si devono attivare le voci #enable-lazy-image-loading#enable-lazy-frame-loading. In questo modo il sito web caricherà solo gli elementi visibili per l'utente con vantaggi nei tempi di caricamento.

Non verranno caricati infatti gli IFrame invisibili e gli elementi "below the fold", quindi quelli non in vista che si possono raggiungere solo scorrendo la schermata verso il basso. Il browser caricherà in un primo momento solo gli elementi che servono, posticipando il caricamento degli altri per dare un senso di maggiore reattività all'utente. La funzione di lazy-loading nativa è stata annunciata lo scorso gennaio, principalmente per Android, con la promessa del suo arrivo su desktop solo se i test sulla piattaforma mobile avessero portato risultati positivi.

Google ha dovuto affrontare diversi problemi nell'implementazione della funzionalità: ad esempio la compatibilità con le funzioni di stampa e di salvataggio della pagina, che ovviamente richiedono il rendering completo della pagina; e le situazioni in cui la connessione ad internet non è delle più veloci (l'utente non visualizzerebbe gli IFrame e le immagini che non sono state caricate). Gli sviluppatori web avranno inoltre la possibilità di inibire la funzione quando sarà disponibile pubblicamente, anche se ad oggi non abbiamo notizie su un suo ipotetico roll-out.

Google è comunque al lavoro con il Worldwide Web Consortium (W3C) per l'introduzione di un tag HTML che possa consentire agli sviluppatori il lazy loading di solamente alcuni elementi della pagina.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zappy16 Agosto 2018, 16:19 #1
cioè per un po' publicizzano che è più veloce e leggero perchè pre-carica (magari pure altre pagine).
Poi cambiano paradigma di marketing ed è più veloce e leggero perchè post-carica la pagina stessa....

non importa che tu sia più veloce o lento, più pesante o leggero, che precarici o postcarichi, l'importante è che inventi sempre nuovi motivi per appesantire il codice e far aggiornare, illudendo gli utonti che ci sia un progresso continuo...
io7816 Agosto 2018, 16:42 #2
Originariamente inviato da: zappy
cioè per un po' publicizzano che è più veloce e leggero perchè pre-carica (magari pure altre pagine).
Poi cambiano paradigma di marketing ed è più veloce e leggero perchè post-carica la pagina stessa


Sono 2 interventi distinti, uno velocizza/ottimizza il recupero della pagina mentre l'altro la sua visualizzazione a schermo.

Sono funzionalità che ad oggi si potevano ottenere con i framework Javascript ora tendenzialmente è reso nativo in Chrome con le dovute limitazioni.
emiliano8416 Agosto 2018, 17:37 #3
cioe' un browser, carica solo una parte della pagina ed automaticamente diventa piu' leggero
maxy0416 Agosto 2018, 18:56 #4
Originariamente inviato da: emiliano84
cioe' un browser, carica solo una parte della pagina ed automaticamente diventa piu' leggero


titolo a parte (nino grasso docet) non si sta parlando di leggerezza del browser, ma di velocita' di caricamento.
con quel "trucchetto" non vengono caricate parti non visibili, che spesso, essendo piene di link a pubblicita', immagini, cazzi e mazzi, richiedono banda e tempo. io la trovo una cosa positiva.
emiliano8416 Agosto 2018, 20:00 #5
Originariamente inviato da: maxy04
titolo a parte (nino grasso docet) non si sta parlando di leggerezza del browser, ma di velocita' di caricamento.
con quel "trucchetto" non vengono caricate parti non visibili, che spesso, essendo piene di link a pubblicita', immagini, cazzi e mazzi, richiedono banda e tempo. io la trovo una cosa positiva.


sisi, ironizzavo solo sul titolo ma a quanto pare possiamo scrivere tutto quello che vogliamo, ma alla direzione va' bene, si vede che e' quella la linea da seguire
goku4liv16 Agosto 2018, 22:39 #6
Preferisco OPERA che ha una VPN sua, che mi permette di vedere tutti i siti oscurati .... mentre chrome no...... e poi trovo opera PIU VELOCE.....
yeppala17 Agosto 2018, 13:19 #7
Dopo anni di sbandieramento delle tecnologie di prefetching, preload e prerender, adesso che fanno, tornano indietro col lazy loading?
E' proprio quando l'utente non sta facendo nulla che dovrebbero essere caricate le restanti risorse della pagina, sfruttando i tempi morti.
emiliano8417 Agosto 2018, 15:29 #8
Originariamente inviato da: yeppala
Dopo anni di sbandieramento delle tecnologie di prefetching, preload e prerender, adesso che fanno, tornano indietro col lazy loading?
E' proprio quando l'utente non sta facendo nulla che dovrebbero essere caricate le restanti risorse della pagina, sfruttando i tempi morti.


quoto
Zenida17 Agosto 2018, 15:40 #9
Una manna dal cielo per le home stream come Facebook, che usano sì un lazy loading proprietario, ma di certo non tanto efficiente.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^