Chrome consuma ancora più RAM, in cambio di maggiore sicurezza

Chrome consuma ancora più RAM, in cambio di maggiore sicurezza

È da attendersi un aumento di circa il 10% nel consumo di RAM (non proprio basso) del browser di Google, per via dell'introduzione di alcune misure per proteggere gli utenti da Spectre

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Programmi
GoogleChrome
 

Durante la scorsa settimana Google ha rivelato che i fix introdotti su Chrome per gestire Spectre hanno provocato un aumento del consumo di memoria RAM. In un post sul blog ufficiale la compagnia spiega che la feature Site Isolation, attivata di default sull'ultima versione di Chrome (67) disponibile al pubblico, consente di mitigare gli attacchi side-channel eseguibili sfruttando la vulnerabilità delle CPU, i quali usano le funzionalità di esecuzione speculativa per accedere a delle parti della memoria che dovrebbero essere interdette a terzi.

Il tutto, però, con un aumento nel consumo dell'uso della RAM da parte del browser: "Site Isolation fa sì che Chrome debba creare più processi renderer, e quindi prevede un compromesso sul piano delle prestazioni", ammette Charlie Reis, Software Engineer di Google. "C'è un aumento di memoria complessiva di circa il 10-13% sotto attività tradizionali per via del numero maggiore di processi da gestire". Si tratta di una notizia poco gradevole per chi usa Chrome su macchine meno recenti, soprattutto quelle dotate ancora oggi di 4 GB di RAM.

Il consumo di memoria di Chrome su Windows, Mac e Chrome OS è quindi destinato ad aumentare in virtù delle novità introdotte per affrontare la vulnerabilità Spectre, diffusa al pubblico all'inizio del 2018 e che ancora oggi rappresenta un problema reale. La buona notizia è che Site Isolation è ancora sotto i ferri dei tecnici di Big G, con la compagna che sta lavorando per ridurre l'impatto in termini di dispendio di risorse: "Il nostro team continua a lavorare sodo per ottimizzare il comportamento della funzionalità in modo da mantenere Chrome rapido e sicuro".

Il consiglio è naturalmente quello di aggiornare continuamente Chrome, a dispetto delle preoccupazioni sul fronte delle prestazioni. Molti utenti probabilmente non si accorgeranno nemmeno delle novità, ma sono invece da sottolineare gli evidenti benefici in termini di sicurezza per una delle vulnerabilità più preoccupanti degli ultimi anni. Avevamo già parlato di Site Isolation lo scorso mese di aprile: per un approfondimento clicca pure qui.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
BubuXP16 Luglio 2018, 14:41 #1
Sempre stato fedele a Firefox, fin dai tempi di Netscape Navigator, passando per Phoenix.
C'è stato il periodo del boom di Chrome, quando dava la mer*a a Firefox, dove ero lì lì per cambiare sponda ma i componenti aggiuntivi di Firefox e la diffidenza verso Google mi hanno fatto rimanere fedele.
calabar16 Luglio 2018, 14:42 #2
Originariamente inviato da: Articolo
Si tratta di una notizia poco gradevole per chi usa Chrome su macchine meno recenti, soprattutto quelle dotate ancora oggi di 4 GB di RAM.

Alla faccia! Di macchine con 4GB di RAM ne vendono ancora tante (e anche con meno, se consideriamo i convertibili tipo Asus T101 e Acer Switch), persino i modelli base di molte macchine costose come i Surface sono dotate di 4GB di RAM, spesso neppure espandibili.
matsnake8616 Luglio 2018, 14:48 #3
E niente... oggi per andare su facebook ti serve un quad core ed 8Gb di ram...
rubenalf8616 Luglio 2018, 14:51 #4
Originariamente inviato da: matsnake86
E niente... oggi per andare su facebook ti serve un quad core ed 8Gb di ram...


Scarfatio16 Luglio 2018, 14:53 #5
Originariamente inviato da: matsnake86
E niente... oggi per andare su facebook ti serve un quad core ed 8Gb di ram...


Idem per gli smartphone....
nickname8816 Luglio 2018, 14:55 #6
Ancora con sta sicurezza ?

E ancora co sta pagliacciata di Spectre, mi domando in quanti sono stati colpiti e quanto è grande il campione totale di piattaforme vulnerabili.
rubenalf8616 Luglio 2018, 14:55 #7
Originariamente inviato da: nickname88
Ancora con sta sicurezza ?

E ancora co sta pagliacciata di Spectre, mi domando in quanti sono stati colpiti e quanto è grande il campione totale di piattaforme vulnerabili.


e quante altre falle ci sono che si tengono stretti
s-y16 Luglio 2018, 15:43 #8
leggendo alcuni commenti (di rimbalzo) l'unica risposta che mi viene è che la cosa più insicura che si possa fare è sentirsi sicuri

ad ogni modo si tratta di una feature abilitabile già da mesi (via flag), ed è attiva di default già da un pò. poi chi volesse può ancora disabilitarla

mi pare abbastanza oziosa la notizia dirò (pur senza fare il tifo per nessun browser)
Phoenix Fire16 Luglio 2018, 16:27 #9
ok per la sicurezza, ma impegnarsi un po di più per "alleggerire" il browser? Praticamente anche IE consuma meno

parlando meglio di spectre, ma gli altri browser hanno qualcosa per proteggersi? Se si anche a loro ha portato questo incremento assurdo nel consumo di ram?
rubenalf8616 Luglio 2018, 16:31 #10
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
ok per la sicurezza, ma impegnarsi un po di più per "alleggerire" il browser? Praticamente anche IE consuma meno

parlando meglio di spectre, ma gli altri browser hanno qualcosa per proteggersi? Se si anche a loro ha portato questo incremento assurdo nel consumo di ram?


A mio parere dal migliore che era, al peggiore

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^