CEO di Mozilla critica Apple su Safari

CEO di Mozilla critica Apple su Safari

Il CEO di Mozilla John Lily ha criticato la decisione di Apple di utilizzare l'applicazione Apple Software Update per spingere il download del proprio browser Web Safari

di pubblicata il , alle 14:33 nel canale Programmi
AppleMozilla
 

Secondo alcune recenti dichiarazioni di John Lily, Chief Executive Officier di Mozilla, Apple starebbe abusando della fiducia degli utenti con l'inserimento del browser Safari nell'elenco dei programmi gestiti da Apple Software Update, applicazione dedicata all'aggiornamento del software Apple per ambienti Windows.

Lily fa notare che sebbene sia prevista la possibilità di de-selezionare l'installazione del browser, la maggior parte degli utenti si limita a premere il pulsante 'Install', senza porsi troppe domande su ciò che realmente sta facendo, pensando semplicemente di aggiornare programmi già installati. "Apple ha reso incredibilmente semplice - ed anche in maniera predefinita - l'installazione di software non richiesto dagli utenti. Ciò è sbagliato ed è molto vicino al limite delle pratiche di diffusione tipicamente utilizzate dal malware", ha dichiarato Lily.

Ad ogni modo non tutti sembrano dare ragione al CEO di Mozilla: secondo Joe Wilcox, autore di Microsoft Watch, si tratta semplicemente di una tattica brillante e probabilmente altri sviluppatori utilizzeranno lo stesso approccio di Apple in futuro per ampliare il proprio bacino d'utenza. "Microsoft ha fatto all'incirca la stessa cosa con la propria linea di prodotti Live", ha concluso Wilcox.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

139 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Asterion25 Marzo 2008, 14:42 #1
E' senza dubbio un'operazione di marketing un pò spinto, se la potevano risparmiare. Se voglio Safari anche su Windows me lo scarico e lo installo.
Potevano fare una popup in cui si chiedeva all'utente il consenso per [B][U]proporre[/U][/B] applicazioni aggiuntive.

L'utente non è obbligato a far nulla ma non è la prima volta che Apple adotta questa strategia per il software update su Windows. Se installavi quicktime, ti proponeva tra gli aggiornamenti quicktime+iTunes, che è lo stesso rispetto a proporre Safari.
Fabio77AmdThunder25 Marzo 2008, 14:43 #2
Non capisco le polemiche. Alla fine Apple non obbliga nessuno ad usare Safari. Semplicemente lo "pubblicizza" attraverso il suo canale di aggiornamento Software. L'utente è poi libero di installarlo o meno a sua discrezione. Del resto Microsoft non fa lo stesso nell'installer di Messenger per alcune funzionalita' aggiuntive? Lo stesso Firefox nell'installer non pubblicizza la Google Task Bar? Capisco che Safari possa rompere le scatole a Firefox, e la cosa non piaccia al suo Ceo, ma non vedo nella manovra di Apple nulla di illegittimo.
Mercuri025 Marzo 2008, 14:47 #3
E' fastidioso che distribuiscano anche Safari a mò di malware.

E dire che la campagna di Apple "anti-pc" verteva anche sul fatto che su windows succedono spesso cose come questa

Di buono c'è che con questa mossa Apple dichiara di mirare agli utenti di IE, perché tra gli utenti di Firefox vi è una maggiore allergia al malware e a comportamenti come questi
(i commenti su altri siti sono tutti discretamente incazzeti)

...e meno mercato IE ha, meglio per gli standard, e quindi per tutti
Cobra7825 Marzo 2008, 14:50 #4
Ora mi spiego come mai un mio amico mi ha detto l'altro giorno "non capisco come ma mi sono trovato Safari sul pc dopo che mia sorella ha smanettato con itunes per il suo iPod" -.-
Mercuri025 Marzo 2008, 14:52 #5
Originariamente inviato da: Fabio77AmdThunder
Non capisco le polemiche. Alla fine Apple non obbliga nessuno ad usare Safari. Semplicemente lo "pubblicizza" attraverso il suo canale di aggiornamento Software. L'utente è poi libero di installarlo o meno a sua discrezione. Del resto Microsoft non fa lo stesso nell'installer di Messenger per alcune funzionalita' aggiuntive? Lo stesso Firefox nell'installer non pubblicizza la Google Task Bar?

Safari si installerà quando l'utente farà l'upgrade di iTunes (!!!) (o quicktime)

Questa è una tecnica di distribuzione usata dai malware.

Intendiamoci, non c'è nulla di illegittimo, ma se l'avesse fatto un programma come Realplayer (o Microsoft con un programma su MacOs) saremmo tutti qui a strillare.

Ma, sempre intendiamoci, questo è il motivo principale perché sono passato al software OpenSource.

Capisco che Safari possa rompere le scatole a Firefox, e la cosa non piaccia al suo Ceo, ma non vedo nella manovra di Apple nulla di illegittimo.

Il CEO di Mozilla dice che secondo lui questa mossa "rompe" la fiducia che uno sviluppatore si costruisce nei confronti dell'utente.

Secondo te è vero o no?
Asterion25 Marzo 2008, 14:52 #6
Originariamente inviato da: Mercuri0
E' fastidioso che distribuiscano anche Safari a mò di malware.


Malware è esagerato, non ti si installa nulla se non sei tu a premere "installa".
Però è fastidioso, perché la voce "Safari 3.1" non si limita ad essere presente, ma è anche spuntata!
Potrebberto pure metterla, ma non deve essere spuntata: per installarlo deve essere l'utente e cliccare sulla casella di spunta e poi su installa.
n3k0sys25 Marzo 2008, 14:55 #7
Personalmente non sopporto neppure il fatto che, dopo aver installato Safari (ed essermi trovato piuttosto bene) adesso mi salti fuori sta finestra che mi installa non solo gli aggiornamenti di safari, ma pure quella gigantesca e pesantissima suite chiamata iTunes se non provvedo, OGNI VOLTA, a deselezionare le "proposte"...
Fabio77AmdThunder25 Marzo 2008, 14:56 #8
Ma sinceramente definire "Malware" l'Apple updater mi sembra un po' azzardato, alla fine è una componente che si installa solo ed esclusivamente se si sceglie di installare un programma Apple che esso sia Itunes/QuickTime o lo stesso Safari. Tra l'altro mi pare che sia anche disinstallabile a parte, quindi se da fastidio è possibile eliminarlo mantenendo il software che interessa. Non lavora in maniera differente da Windows Update o qualsiasi altro software di aggiornamento presente anche su piattaforma Linux.
Semplicemente ti dice "Guarda ci sono questi aggiornamenti" ti interessano? Se non ti interessano non li flagghi e vai avanti per la tua strada.
Un malware si insinua a prescindere dalla tua volonta' e difficilmente si rimuove in modo semplice.
Mercuri025 Marzo 2008, 14:56 #9
Originariamente inviato da: Asterion
Malware è esagerato, non ti si installa nulla se non sei tu a premere "installa".

Anche se la parola è un pò forte, non è esagerato: la maggior parte dei malware si installano dopo che l'utente ha avviato un programma di installazione, "letto" un contratto di licenza, accettato i suoi termini, e premuto OK.

La tecnica di distribuzione di Safari su Windows è uguale ad una tecnica di distribuzione di malware, ma io non mi scandalizzo eh, né sto dicendo che Apple sia malvagia o cose simili

Su Windows funziona così ormai.
MiKeLezZ25 Marzo 2008, 14:56 #10
hanno paura che la gente si accorga che esistono altri browser alternativi a firefox e la gente non lo usi più
:,(

ahahahahah che rosikoni!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^