Anniversario di iTunes: risultati e novità

Anniversario di iTunes: risultati e novità

La compagnia di Cupertino celebra il primo compleanno di iTunes Music Store con risultati molto interessanti e alcune novità, tra cui la versione aggiornata dello Store e il nuovo iTunes 4.5

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:42 nel canale Programmi
 

Nella giornata di ieri Apple Computer ha tenuto una conferenza stampa per celebrare l'anniversario del servizio iTunes Music Store. Durante la conferenza è intervenuto direttamente il CEO di Apple, Steve Jobs, che ha pubblicamente dichiarato i risultati che il servizio ha ottenuto dopo un anno di attvità.

Sono i numeri a parlare da soli: in un anno iTunes Music Store ha venduto 70 milioni di canzoni, arrivando ora ad un tasso di 2,4 milioni di pezzi alla settimana e le proiezioni sono quindi di 140 milioni di pezzi per il prossimo anno. Oltre alle cinque major principali (niversal, Warner, EMI, Sony, e BMG) iTunes può vantare alleanze con altre 450 etichette indipendenti, per un totale di 700.000 brani disponibili. Ed il profitto? Piccolo, ma significativo che va ad aggiungersi a quello ottenuto dall'enorme successo del player iPod. "Questo è quello che i nostri ingegneri e il nostro reparto marketing sono in grado di fare quando non sono limitati dalla quota del 5% del mercato" ha commentato Jobs, con la tradizionale "modestia" che lo contraddistingue.

In merito alle voci circolate recentemente circa un possibile aumento di prezzi dei brani, Jobs ha assicurato che iTunes Music Store continuerà a commercializzare i pezzi al costo di 99 centesimi di dollaro e che anche i prezzi degli album saranno livellati sui 9,99 dollari ciascuno. Il CEO della compagnia di Cupertino ha poi negato una possibile strategia di "abbonamento" per quanto riguarda le canzoni, rispondendo alle tesi di alcuni media secondo i quali sarebbe preferibile pagare l'ascolto di musica senza l'acquisto effettivo per la proprietà della canzone.

Alle domande sul futuro iPod, Jobs ha prima risposto con alcune battute, ma ha lasciato intendere che i clienti di iPod cercano principalmente uno strumento per la riproduzione di musica, aggiungendo che ascoltare musica è un'attività che si può svolgere in background. Tra le righe Jobs ha lanciato il messaggio che momentaneamente non v'è interesse per una soluzione che riproduca anche filmati in quanto, appunto, la visione di filmati richiede un'attenzione maggiore rispetto all' ascoltare musica.

Apple ha quindi proposto alcuni "regali di compleanno" per celebrare l'anniversario del servizio: la terza generazione di iTunes Music Store, la versione 4.5 di iTunes, la versione 6.5.1 di QuickTime che include alcuni elementi per iTunes e il nuovo firmware per iPod.

La nuova generazione dello Store online di Apple è caratterizzata dall'introduzione delle seguenti feature:

-“iMix” un sistema di pubblicazione delle playlist personali degli utenti su iTunes Music Store e permetterne l’ascolto in anterpima, la valutazione e l’acquisto da parte di altri utenti. iMix è un modo per creare una community di iTunes, permettendo agli utenti di scoprire novità musicali raccomandate da altri appassionati e di valutare gli iMix pubblicati da altri utenti iTunes;

-“Party Shuffle” una nuova playlist che sceglie automaticamente le canzoni da una libreria musicale dell’utente, mostra i brani appena ascoltati e quelli sucessivi, e permette all’utente di aggiungere, cancellare e riorganizzare rapidamente i brani sucessivi.

-Classifiche Radio di oltre 1.000 emittenti radio, che permettono agli utenti di trovare e acquistare facilmente le canzoni top trasmesse da stazioni radio locali negli Stati Uniti e acquistare direttamente dalle classifiche con un solo click;

-Una nuova sezione di Video Musicali caratterizzata da più video musicali rispetto a prima, e una nuova sezione di Trailer di Film che contiene i trailer più popolari su Internet e i link per acquistare i brani della colonna sonora o i libri audio del film;

-I diritti di ascoltare i brani acquistati su iTunes Music Store, fra cui quelli acquistati in precedenza, su cinque computer, due in più rispetto a prima; ad iTunes è stata aggiunta la possibilità di masterizzare la playlist al massimo su 7 CD e non più su 10;

- La possibilità di creare e stampare le copertine delle custodie dei CD per i CD contenenti gli album o le compilation, combinando la grafica dell’album con la lsita delle canzoni contenute grazie a template professionali. Per i CD di compilation, iTunes genererà automaticamente un mosaico di copertine per l’album, basato sulle canzoni scelte;

-Conversione automatica dal formato WMA a quello AAC, che permette agli utenti Windows di creare automaticamente versioni iTunes delle proprie canzoni codificate nel formato non protetto WMA. La conversione di un’intera librearia musicale su iTunes e la sua sincronizzazione con iPod™ diventa ora più facile che mai.

iTunes 4.5 supporta, ovviamente, tutti i nuovi servizi dell' iTunes Music Store. Oltre a questi iTunes è ora in grado di convertire i file in WMA non protetti in AAC. Importante si rivela anche la nuova versione di QuickTime 6.5.1 che include un nuovo codec "Apple Loseless" che permetterebbe ad iTunes di convertire i brani musicali di un CD in file caratterizzati dalla stessa qualità ma occupanti la metà dello spazio.

Importante segnalare che il nuovo firmware per iPod è indispensabile qualora si voglia utilizzare senza problemi il lettore multimediale con il nuovo iTunes 4.5. Tutti i software sono disponibili alla pagina di download del sito web di Apple oppure sono scaricabili tramite la funzione "Aggiornamento Software" di Mac Os X. La nuova versione 4.5 di iTunes è disponibile anche per sistema operativo Windows.

Fonte: Macitynet



Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

75 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LASCO29 Aprile 2004, 17:57 #1
Il prezzo di un album è di 9,99 $. Come dire che in Italia, se si considerasse un prezzo proporzionale al pil procapite, un album costerebbe 5,71 $ circa.
benotto29 Aprile 2004, 17:58 #2
OT: Il desktop del Mac OS X è il più bello che esista.
Raffaele29 Aprile 2004, 18:01 #3
eh si mi rallegra la vista quando lo accendo dopo una giornata passata su winzozz
ciocia29 Aprile 2004, 19:12 #4
Io non compro e neanche scarico musica(ascolto di rado per radio)...ma da esterno direi che il costo di 10$ per compilation e' discreto, mentre 1$ e cosi' cosi' ( se uno vuole farsi un cd da 14brani alla fine gli costa 15$!!...calcolando che non ci sono di mezzo produttori, importatori, venditori, ecc., il prezo e' ancora alto per controbattere la pirateria )
matteos29 Aprile 2004, 19:19 #5
si però ci sono le major che prendono una grossa percentuale sul costo del singolo brano
darkwings29 Aprile 2004, 19:45 #6
Ma per me' e' una grande idea perche' secondo me la cosa veramente utili e' che puoi vendere musica ovunque,basta anche solo la copertura mobile,per non parlare di tutta la musica importata che fai fatica a trovarla nei negozi e se la trovi la paghi un capitale.
tasso7929 Aprile 2004, 20:06 #7
questo modo di trattare la musica mi fa inorridire
almeno se compri un cd hai un supporto molto valido anche in quanto a qualità del suono. vendere una canzone mp3 a 1$ è davvero scandaloso. per essere competitivo deve essere almeno un quinto. La differenza tra una traccia audio ed un mp3 è abissale e proporre questi prezzi mostra chiaramente che la musica è ridotta ad essere "background". La Apple e le varie major non meritano nemmeno di poter pronunciare la parola musica.
matteos29 Aprile 2004, 20:19 #8

@tasso79

ma lo hai letto il mio post?
poi che le major e la apple non siano aziende che fanno beneficioenza siamo tutti concordi,o sbaglio?
Xadhoomx29 Aprile 2004, 20:27 #9

A tasso79

Forse non sai che i brani te li vendono in formato AAC di alta qualità!
maxfrata29 Aprile 2004, 20:29 #10
dai, non facciamo gli ipocriti anche su internet per piacere... già lo siamo nella vita di ogni giorno...
Tasso inorridisci al pensiero di pagare 1 dollaro per una canzone, solo perchè non hai il supporto e la qualità è scadente, quando ogni giorno ti scarichi compilation intere da winmx o simili e te le masterizzi per sentirtele in auto quando vai a lavoro... ma fammi il piacere. E' una scelta che hai in più... puoi scegliere di comprarti un cd per 20 euro, oppure di farti una compilation con la musica che preferisci per un dollaro a canzone, oppure puoi continuare a scaricarti la musica in mp3 aggratis... eddaiiiii

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^