Ancora malumori per Windows Genuine Advatage

Ancora malumori per Windows Genuine Advatage

Alcune fonti riportano il controllo sulla licenza di Windows fornisce informazioni errate nell'1% dei casi

di pubblicata il , alle 09:33 nel canale Programmi
WindowsMicrosoft
 

Negli scorsi mesi l'iniziativa Windows Genuine Advantage sono state al centro di grosse polemiche poichè vari utenti segnalavano problemi in merito alla validazione della propria licenza. Microsoft comunicò i propri dati in merito alle erronee segnalazioni ma la polemica non è certo stata sopita.

Nel 2005 Microsoft dichiarò che un pc ogni 5 sistemi verificati dai componenti Windows Genuine Advantage veniva dichiarato non conforme. La scorsa estate però Microsoft segnalò che il 20% dei sistemi segnalati come illegali presentavano problemi non direttamente riconducibili alla product key.

Al centro del contendere vi sarebbero i sistemi Windows installati utilizzando Key Generator, Volume Licence o licenze OEM si sistemi differenti da quelli per i quali il contratto risulta valido. Come ampiamente documentato da Arstechnica.com, Microsoft ammette però la presenza di un falso positivo ogni 100 pc testati.

Analizzando tale cifra in termini statistici si potrebbe anche restare soddisfatti. Considerando però il volume di pc controllato e quindi il valore assoluto di tale 1% il problema diventa di diversa natura.

Le preoccupazioni sono ancor più lecite valutando le future evoluzioni del progetto WGA che prevede l'estensione anche ai prodotti Office, oltre a un generale inasprimento della strategia. Microsoft ad oggi fornisce alcuni software aggiuntivi, ad esempio il recentissimo Photo Info, solo dopo aver effettuato un controllo sulla liceità della copia Windows. Ciò significa che, giustamente, i possessori di un sistema pirata non potranno beneficiare di certi servizi, ma la stessa sorte toccherà anche al fatidico 1% di falsi positivi identificati dai componenti WGA.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

99 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CloNeAuS26 Gennaio 2007, 09:38 #1
ci saranno i soliti furbi con SO piratato che installeranno cmq tutto...e i poveri onesti "utonti" facente parte dell'1% che se la prenderanno li ingiustamente... :/
Narmo26 Gennaio 2007, 09:56 #2
Lasciamo perdere il WGA...è l'esempio lampante di programma inutile e fastidioso.
Avendo installazioni con licenza Volume lo schifezzo si ostina a dire che la copia non è valida. (Inutile dire che in ditta la licenza è pagata )
Quindi operazione di cracking e/o non installazzione della porcheria.

Bà.. mai una volta che investissero i soldi per fare software decente invece di continuare a cercare di spillarne altri agli utenti che hanno già pagato.
Marcko26 Gennaio 2007, 09:56 #3
Non credo che risolveranno cmq il problema. I prodotti Microsoft sono ancora testati e non tutti gli utenti sono disposti ad installare Linux notoriamente rompiscatole nell'installazione e nella gestione. Con questo non voglio giustificare chi usa versione pirata di windows però non mi va neanche che si giustifichi microsoft che vende una licenza a 150 €.
The_erAseR26 Gennaio 2007, 10:03 #4
Il mio collega è tra quell'1%....
Octane26 Gennaio 2007, 10:09 #5
c'e' da riflettere un po' pensando che Windows deve parte del suo successo e diffusione grazie al fatto che fino al 1995 su per giu' sia DOS che windows fossero copiabili senza particolari problemi. All'epoca molti altri software erano invece protetti dalla copia.
Mah, i tempi cambiano..l'unica cosa che spero di non incappare in quell'1%
-fidel-26 Gennaio 2007, 10:14 #6
o licenze OEM si sistemi differenti da quelli per i quali il contratto risulta valido.


Ma per caso è un falso positivo anche quello? La licenza OEM si lega alla macchina su quale è installato, e perde validità se vengono cambiati più di X (il numero non lo ricordo) componenti hardware, o no?
Non capisco dove sia il problema in quel caso...
betaxp8626 Gennaio 2007, 10:15 #7
Chi è in quel 1% può sempre contattare MS per farsi rilasciare un nuovo codice, è un rottura, ma è una procedura lecita. C'è un forum sul sito Microsoft che tratta proprio questo tipo di problematiche con un team apposito.
Kintaro7026 Gennaio 2007, 10:16 #8
Una cosa è certa, se l'1% è un cliente aziendale sicuramente s'incazza come una biscia, perchè dover correre appresso a queste boiate=perdita di tempo e quindi di denaro.
eta_beta26 Gennaio 2007, 10:18 #9
come 1% e sono soddisfatti
un l'errore umano e del ordine del 1%
una macchina deve avere un errore + basso 1/10^6
immaginate un sistema di produzione che in una singola fase butta 1% dei prodotti
1% in un controllo di una chiave mi sembra troppo
-fidel-26 Gennaio 2007, 10:20 #10
Originariamente inviato da: Marcko
installare Linux notoriamente rompiscatole nell'installazione e nella gestione.


Su un thread che parla di Windows, almeno non facciamo disinformazione

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^