Adobe spia il comportamento degli utenti di CS3

Adobe spia il comportamento degli utenti di CS3

Pare che Adobe stia monitorando il comportamento degli utenti della propria suite Adobe CS3 attraverso un sito gestito dalla società americana OMNITURE. Si tratta di informazioni innocue, tuttavia non mancano critiche sul comportamento poco chiaro tenuto da entrambe le società

di pubblicata il , alle 09:11 nel canale Programmi
Adobe
 

Pare che Adobe stia monitorando il comportamento degli utenti della propria suite Adobe CS3 attraverso un sito gestito dalla società americana OMNITURE, specializzata nel tracciamento di statistiche ed analisi. Secondo quanto riportato da BetaNews, i programmi della suite Adobe CS3 inviano alcuni pacchetti di dati ad un indirizzo IP molto bizzarro. A scoprire tale comunicazione nascosta è stato Dan Moren del sito Uneasy Silence, utilizzando un programma per Mac OS X chiamato Little Snitch.

Stando a quanto riportato, i programmi della suite CS3 inviano alcune informazioni a quello che solo apparentemente è un indirizzo IP, utilizzato solitamente all'interno delle reti locali: 192.168.112.2O7.net. Due sono le cose che saltano subito all'occhio: la prima è che nessun indirizzo IP contiene un carattere alfabetico; questo indirizzo include la lettera 'O' al posto del numero zero. La seconda è che nessun indirizzo IP termina con un suffisso com/org/it/gov/net. Caricando tale indirizzo con un browser web, si raggiunge una pagina di proprietà della compagnia OMNITURE.

Sebbene non siano state rilasciate comunicazioni ufficiali da parte di Adobe, John Nack, Product Manager di Photoshop, ha voluto calmare le acque chiarendo alcuni punti attraverso alcuni post nel suo blog ufficiale. Secondo Nack, le applicazioni della suite CS3 utilizzano i servizi di OMNITURE solamente per tenere traccia di poche statistiche sull'utilizzo di alcuni prodotti Adobe, senza coinvolgere dati sensibili. In particolare solamente 3 cose vengono tracciate:

  • La schermata di welcome: in alcune applicazioni Adobe la schermata di benvenuto contiene un file Flash SWF che carica news, offerte speciali ed altro. Queste richieste vengono indirizzate ai server di Adobe e vengono monitorate allo stesso modo delle pagine del sito di Adobe da OMNITURE.
  • Adobe Bridge: le implementazioni di Bridge nel browser Opera e in Flash Player possono essere usate per caricare contenuti ospitati sui server di Adobe. Anche queste richieste vengono tracciate.
  • Risorse online: le applicazioni della suite consentono all'utente di utilizzare alcune risorse quali l'help online ed il forum utenti. Le richieste d'accesso a queste risorse vengono registrate.

"Anche se il comportamento delle applicazioni risulta innocuo, è importante essere trasparenti su quello che succederà utilizzandole. Non voglio software che striscia dietro la mia schiena e Adobe (come tutte le società) deve assicurarsi di non abusare della fiducia dei propri utenti", ha dichiarato Nack.

Riguardo alla particolare natura dell'indirizzo URL utilizzato per il tracciamento delle statistiche, Nack non ha saputo essere ugualmente chiaro: secondo il suo parere sarebbe stato più indicato utilizzare un indirizzo maggiormente esplicativo, come "adobestats.omniture.com". L'utilizzo di un URL camuffato da indirizzo IP della rete locale suona tanto come una tecnica per fuorviare gli utenti sulla reale destinazione dei dati. Tutto ciò lascia ampio spazio a critiche serie e motivate, di cui Adobe e OMNITURE dovrebbero prendere nota.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

62 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
danielenobile03 Gennaio 2008, 09:20 #1
Mà... chi ha la scocienza pulita non dovrebbe aver problemi a fare le cose alla luce del sole.... dunque...
bjt203 Gennaio 2008, 09:23 #2
127.0.0.1 192.168.112.2O7.net nel file hosts e passa la paura...
Evanghelion00103 Gennaio 2008, 09:27 #3
A miao parere è una gravissima alterazione delle libertò d'uso della propria macchina;ancor più è che ci stiamo abituando a questo tipo di comportamenti da parte delle major, che in USA possono lecitamente procedere in questa maniera, ma in UE solo in pochi paesi. C'è qualcuno esperto di legge che possa confermarci se sia lecito anche in Italia tale comportamento?
Motosauro03 Gennaio 2008, 09:27 #4
Originariamente inviato da: bjt2
127.0.0.1 192.168.112.2O7.net nel file hosts e passa la paura...


Dove lo trovo questo file hosts?
in C:\Windows?

.
.
.
.
.
.


Pessima cosa cmq
Guitarscorpio03 Gennaio 2008, 09:29 #5
Originariamente inviato da: bjt2
127.0.0.1 192.168.112.2O7.net nel file hosts e passa la paura...

Adesso che lo sai... o nel tuo file hosts hai tutte le possibili permutazioni di lettere e numeri in 5 gruppi da 3 simboli?

E comunque è veramente losco il tentativo di mascheramento dell'indirizzo. COme si fa a non pensare che avessero altri fini più nascosti?
Guitarscorpio03 Gennaio 2008, 09:35 #6
Originariamente inviato da: Motosauro
Dove lo trovo questo file hosts?
in C:\Windows?


All'interno della cartella di sistema (Windows o Winnt), in system32\drivers\etc

O era fine ironia pensando che solo linux ha questi potenti strumenti?
King8303 Gennaio 2008, 09:42 #7
ma non basta semplicemente come ho fatto io filtrare con un firewall tutti i programmi?? adobe l'ho bloccato nessuna connessione alla rete....
bjt203 Gennaio 2008, 09:47 #8
Originariamente inviato da: King83
ma non basta semplicemente come ho fatto io filtrare con un firewall tutti i programmi?? adobe l'ho bloccato nessuna connessione alla rete....


Si, è chiaro... Però per chi non può o non vuole mettere un firewall, per vari motivi, il file hosts è molto comodo...
King8303 Gennaio 2008, 09:54 #9
ma come fa uno al mondo d'oggi ad avere un pc allacciato alla rete senza firewall?? solo un pazzo con tutti i problemi annessi!!!
Terenas03 Gennaio 2008, 09:59 #10
Originariamente inviato da: danielenobile
Mà... chi ha la scocienza pulita non dovrebbe aver problemi a fare le cose alla luce del sole.... dunque...

Temo che non si tratti di un problema di coscienza pulita.
Se sei in grado di garantire che Adobe, o chi per essa, sorvegli solo quanto segnalato nella notizia ed invii dati solo al destinatario indicato
allora buon per te.
Ma se non sei in grado di garantirlo, stanno in buona sostanza creando un traffico dati, a tua insaputa, dalla tua macchina ad un destinatario che non conosci.
Ed in quel flusso di dati, a priori può esserci di tutto.

Il fatto grave è che l'utente non ne sia informato - da valutare se nell'EULA di CS3 si menzioni il fatto che la società concede l'uso del suo sw a condizione che sia effettuato un monitoraggio con certe caratteristiche.

Visto il modo in cui la notizie è stata data, però, sarei incline a credere il contrario.

Saluti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^