Adobe rilascerà il codice di BlazeDS sotto la licenza LGPL v3

Adobe rilascerà il codice di BlazeDS sotto la licenza LGPL v3

Adobe ha annunciato che all'inizio del prossimo anno rilascerà il codice sorgente di BlazeDS sotto licenza GNU LGPL v3. Nel frattempo la società ha già reso disponibile la documentazione relativa al formato AMF, usato da BlazeDS per le comunicazioni dati

di pubblicata il , alle 17:00 nel canale Programmi
Adobe
 

La scorsa settimana Adobe ha annunciato di voler rilasciare il codice sorgente di BlazeDS, un framework incluso in Adobe LiveCycle Data Services che dovrebbe consentire la comunicazione tra applicazioni Flex e Web server back-end, per ottenere Rich Internet Application (RIA) più performanti e veloci. Il codice verrà reso disponibile all'inizio del prossimo anno sotto la licenza GNU Lesser General Public License (LGPL) v3.

Una delle caratteristiche più significative di BlazeDS è il supporto alle connessioni persistenti: a differenza delle applicazioni AJAX, con BlazeDS non c'è bisogno di contattare ad intervalli regolari il server per ottenere nuovi dati. Una volta stabilita la connessione, il server può inviare i dati direttamente al client, eliminando i tempi di latenza dovuti alle continue interrogazioni al server.

Adobe nel frattempo ha pubblicato la documentazione relativa al formato AMF (Action Message Format), usato da BlazeDS per le comunicazioni. Il formato AMF fu introdotto per la prima volta con con Flash Player 6 e successivamente migliorato in Flash Player 9. Si tratta di un formato progettato principalmente per la comunicazione dei dati in formato binario tra server e client.

Non è la prima volta che Adobe decide di rilasciare il sorgente di uno dei principali componenti per lo sviluppo di applicazioni RIA: la compagnia in passato ha già rilasciato il codice sorgente dell’ActionScript Virtual Machine e del Flex Software Development Kit. Adobe sembra aver riconosciuto nel mondo open source un ottimo alleato per la diffusione e l'adozione delle proprie tecnologie, anche se rimane molto restia nell'aprire alcuni prodotti chiave come Flash player.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ilsensine17 Dicembre 2007, 17:22 #1
zephyr8317 Dicembre 2007, 18:11 #2
rilasciassero anche quel cesso di flash sotto licenza LGPL sarebbe meglio!
freeeak17 Dicembre 2007, 18:48 #3
la vedo dura, da un azienda come adobe mi sorprenderebbe.
Cappej18 Dicembre 2007, 13:17 #4
Originariamente inviato da: zephyr83
rilasciassero anche quel cesso di flash sotto licenza LGPL sarebbe meglio!


... Piuttosto si fanno impiccare... hanno acquisito Macromadia SOLO per quello... merd@cc3...
ilsensine18 Dicembre 2007, 15:14 #5
Credo che il Flash Player utilizzi librerie di terze parti. Inoltre (peggio), c'è la storia dei decoder audio/video: patented fino alla nausea, (l)gpl impossibile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^