offerte prime day amazon

Wal-Mart sbarca nel mercato dei notebook

Wal-Mart sbarca nel mercato dei notebook

Il gigante della grande distribuzione americana ha commissionato ordini da far paura agli altri vendor USA

di pubblicata il , alle 17:22 nel canale Portatili
 

Il gigante della grande distribuzione americana ha commissionato ordini da far paura agli altri vendor USA, infatti gli ultimi accordi commerciali con ECS parlano di una fornitura mensile che oscilla tra i 40 ed i 50000 portatili.

In affare decisamente interessanye per ECS che si è prefissata un obiettivo decisamente importante per il 2004, ovvero vendere 600,000 notebook.

Wal-Mart è un nome decisamente importante nella distribuzione americana ed è generalmente famosa per soluzioni value, uno dei segmenti di mercato che generalmente offre i maggiori guadagni.
Dell e HP ovviamente non staranno a guardare, ma dovranno contrastare la mossa di Wall-Mart con qualche azione decisamente incisiva sull'utente finale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
[IlD4nX]14 Luglio 2004, 17:27 #1
Cioè ??
Si abbassano ancora prezzi ?
Oppure si abbasssano i prezzi del segmento value per alzare gli altri ?
Bongio214 Luglio 2004, 17:31 #2
La 2°...
BeppeLob14 Luglio 2004, 21:43 #3
temo abbiate frainteso la walmart è una catena di supermercati... tipo la standa...
PeK14 Luglio 2004, 22:40 #4
no, è un negozio che da solo è tutto un centro commerciale (dalla chiesa all'obitorio, c'è veramente tutto)
atomo3714 Luglio 2004, 23:21 #5
Wal Mart è il colosso della distribuzione Usa e secondo molti dati la più grande azienda del mondo.
NoX8315 Luglio 2004, 01:53 #6
Ecs non mi ispira molto come costruzione di portatili però...
DioBrando15 Luglio 2004, 03:13 #7
dopo aver visto Bowling 4 Columbine credo che farò volentieri a meno di dare soldi alla Walmart...
atomo3715 Luglio 2004, 04:13 #8
x diobrando
perchè non sai il recente scandalo dei lavoratori in nero supersfruttati e sottopagati nei loro negozi!
Spectrum7glr15 Luglio 2004, 09:39 #9
Originariamente inviato da NoX83
Ecs non mi ispira molto come costruzione di portatili però...


semmai la differenza nei portatili la fa l'assistenza...NESSUNO dei brand anche famosi come IBM, HP, ASUS etc produce i notebook in proprio, ma delegano tutti la produzione a 3-4 case in giro per il mondo (normalmente a taiwan) tipo la Clevo che produce tanto per gli assemblatori, quanto per le grandi ditte...a livello quindi di componentistica ed ingegnerizzazione sono tutti uguali, l'unica differenza lo fa lo chassis ed l'assistenza.
Yesterday15 Luglio 2004, 10:02 #10

Wal-Mart

Ne ho avuto a che fare direttamente.
Dovevamo fare una grossa fornitura di articoli che non c'entrano niente con l'elettronica di consumo.
Articoli prodotti in Italia (prodotti, non assemblati)
Posso solo dire che Wal-Mart e' un cancro per l'economia.
Tutto e' saltato per il loro contratto capestro che tutelava in toto i loro interessi e lasciava in braghe di tela il fornitore (noi).
In breve: tu mi mandi la merce e paghi penali da qui all'infinito se per caso sgarri di un capello (la nave perde il carico a causa di un tifone, ecc...) Per il pagamento... be' anche su quello sei tu che devi dimostrare di avere i soldi (io che ti vendo...?). Io invece, che sono Wal-Mart, non devo dimostrare niente a nessuno e forse, quando voglio, se voglio, ti pago. Forse...
A questo aggiungete tutto cio' che avete sentito sul trattamento dei dipendenti/schiavi, salari, assistenza sanitaria, ecc.
E poi clap-clap a chi difende o ammira un certo tipo di economia, o peggio ci lucra.
I nostri colleghi operai, anche grazie a questi magnifici colossi dall'eccezionale rating borsistico, hanno un po' meno lavoro da fare, un po' piu' di insicurezza del posto di lavoro, a favore di una azienda in Cina (guarda caso proprio li sono andati ad acquistare il prodotto analogo) che offre meno qualita', un quarto del prezzo, nessuna tutela del lavoro (anche minorile).
Per vostra info la testa di ponte di Wal-Mart in Italia c'e' gia', ed e' un piccolo ufficio a Firenze.
No comment sui personaggi che ci lavorano.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^