Vendite di Chromebook superiori ad iPad per la prima volta nel settore educativo

Vendite di Chromebook superiori ad iPad per la prima volta nel settore educativo

Le vendite di Chromebook superano quelle di iPad per la prima volta in assoluto nel settore formativo statunitense

di pubblicata il , alle 08:32 nel canale Portatili
iPadChromebookApple
 

Sebbene iPad sia ancora il tablet più utilizzato a fini educativi, le distribuzioni unitarie dei Chromebook nelle scuole e altri istituti formativi hanno superato quota 715.500 negli Stati Uniti, raggiungendo e oltrepassando quelle ottenute da Apple con il suo dispositivo mobile. Le novità sono state riportate dal Financial Times, che ha citato le più recenti analisi del settore di IDC.

Acer Chromebook

Secondo gli analisti che hanno curato gli studi statistici, la crescita del brand Chromebook è una delle principali preoccupazioni per Apple nel mercato dell'educazione statunitense. La piattaforma di Google è stata lanciata nel 2012 con l'obiettivo di offrire sistemi portatili ed ultraportatili essenziali per svolgere soprattutto le funzioni essenziali e quelle legate alla produttività spicciola.

Oltre a Pixel, proprio di Google, molti produttori si sono lanciati sul nuovo prodotto con modelli estremamente concorrenziali dal punto di vista del prezzo, decisamente più convenienti anche rispetto alle promozioni di Apple rivolte all'ambiente formativo. Secondo le analisi di mercato, ai Chromebook spetta oltre il 25% delle quote complessive del settore negli Stati Uniti.

I primi segnali del passaggio da iPad ai Chromebook sono stati riportati durante lo scorso agosto, quando molti istituti educativi lamentavano alcune carenze dei tablet di Cupertino. Le critiche degli insegnanti erano rivolte soprattutto al form factor "non tradizionale" degli iPad e, nello specifico, alla mancanza di una tastiera fisica che lo rendeva più uno "strumento da gioco" che un prodotto atto alla produttività.

Chromebook è un brand che ha riscontrato particolare successo oltreoceano, ma che fatica ad imporsi sui vari mercati europei. Le nuove analisi di mercato confermano il trend positivo per il "nuovo" software operativo di Google negli USA, anche se la IDC specifica che Apple è ancora prima nel settore educativo se si contano, insieme ai dispositivi iOS, anche i prodotti basati su OS X.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Simonex8403 Dicembre 2014, 08:59 #1
l'iPad e i tablet in generale secondo me sono ottimi per visualizzare contenuti, ma quando arriva il momento di produrli un notebook (o equivalente) è la soluzione migliore
Edgar8303 Dicembre 2014, 09:08 #2
Quando avremo degli upload decenti nelle connessioni di casa, questi prodotti saranno eccezionali (e anche servizi cloud come dropbox e onedrive diventeranno molto più utili)

Alle velocità attuali la connessione del mio cellulare (!!!) in 4G, limitata a pochi GB al mese, in upload è anche 20 volte più veloce della mia ADSL.
montanaro7903 Dicembre 2014, 09:43 #3
direi anche che c'è una bella differenza di costo ..
Tedturb003 Dicembre 2014, 09:48 #4
se c'e' da scegliere tra un chromebook e un notebook, penso non ci siano dubbi.
Forse per questo faticano da noi.
Direi che la domanda piuttosto e' come mai non fatichino anche la. forse l'IQ degli americani potrebbe essere la risposta?
pabloski03 Dicembre 2014, 09:53 #5
Originariamente inviato da: Tedturb0
Direi che la domanda piuttosto e' come mai non fatichino anche la. forse l'IQ degli americani potrebbe essere la risposta?


ehm si stava parlando di chromebook vs ipad, che c'entrano i notebook?

comunque, per chi continua con la solfa delle connessioni, ripeto ( per l'ennesima volta ):

1. le scuole hanno ( almeno negli USA ) connessioni decisamente decenti
2. html5 supporta il caching di codice e dati, dunque NON SERVE una connessione attiva 24/24 per usare le webapp
JACK8303 Dicembre 2014, 10:21 #6
nel settore educativo dovrebbero utilizzare delle distro linux tipo ubuntu, non ipad o chromecaz, almeno i bambini imparerebbero qualcosa..
Simonex8403 Dicembre 2014, 10:25 #7
Originariamente inviato da: JACK83
nel settore educativo dovrebbero utilizzare delle distro linux tipo ubuntu, non ipad o chromecaz, almeno i bambini imparerebbero qualcosa..


ma sei pazzo?? poi avremmo una generazione di nerd che passano la vita a smanettare con la shell e l'umanità andrebbe incontro all'estinzione


ovviamente sto scherzando
JACK8303 Dicembre 2014, 10:28 #8
Originariamente inviato da: Simonex84
ma sei pazzo?? poi avremmo una generazione di nerd che passano la vita a smanettare con la shell e l'umanità andrebbe incontro all'estinzione


ovviamente sto scherzando


ho visto dei bambini piccolissimi con delle difficoltà ad "utilizzare" dei libri cartacei perchè già abituati ai tablet.. non scherzo

chiudo OT
Tuvok-LuR-03 Dicembre 2014, 11:38 #9
Originariamente inviato da: JACK83
nel settore educativo dovrebbero utilizzare delle distro linux tipo ubuntu, non ipad o chromecaz, almeno i bambini imparerebbero qualcosa..

eh beh certo, devono per forza saper ricompilare il kernel altrimenti sono inutili alla società.
chromebook è una delle poche possibilità che abbia mai avuto Linux di affermarsi nel mondo consumer pc ed è una gran cosa
JACK8303 Dicembre 2014, 11:51 #10
Originariamente inviato da: Tuvok-LuR-
eh beh certo, devono per forza saper ricompilare il kernel altrimenti sono inutili alla società.
chromebook è una delle poche possibilità che abbia mai avuto Linux di affermarsi nel mondo consumer pc ed è una gran cosa


Non dico certo ricompilare il kernel ma lo trovo davvero limitato per uso educativo. Lo vedo meglio come client aziendale per collegarsi direttamente all infrastruttura virtuale. Se facessero usare un po si shell già ai gagni sarebbe una gran cosa, li farebbe sicuramente ragionare e non solo tappare app

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^