Un netbook firmato Toshiba

Un netbook firmato Toshiba

Entro fine anno Toshiba presenterà un netbook ma la strategia potrebbe essere diversa da quella di Acer e Asus

di pubblicata il , alle 11:09 nel canale Portatili
ToshibaASUSAcer
 

Anche Toshiba guarda con interesse al nuovo mercato dei netbook, almeno così pare dalle parole di Mark Whittard, General Manager di Toshiba Australia, riportate da APC Magazine. Nessun dettaglio è stato svelato in relazione alle caratteristiche hardware del prodotto e Mark Whittard si è limitato ad affermare che Toshiba sta osservando il mercato e entro fine anno presenterà il proprio ULPC (Ultra Low-Cost PC), ennesimo sinonimo di netbook.

Toshiba ha ampia esperienza della progettazione di soluzioni mobile di piccole dimensioni, a tiolo di esempio possiamo citare il famoso  Libretto U100 del quale segnaliamo questa nostra recensione. In realtà quel progetto non ebbe il successo sperato probabilmente per una serie di motivi: la tecnologia mobile si è sviluppata parecchio e, forse, è cambiato anche il modo d'uso dei PC in mobilità.

Le parole di Mark Whittard meritano di essere rilette con attenzione, infatti, tra le righe emerge già il carattere del futuro ULPC di Toshiba. L'obiettivo di Toshiba pare non essere un prodotto in grado di fare una vera e propria battaglia di prezzo, infatti, Whittard afferma come l'obiettivo sia quello di creare un prodotto che offre un livello qualitativo superiore alla concorrenza, ad un prezzo leggermente maggiore.

Questa affermazione potrebbe collocare il prodotto ULPC in un segmento differente rispetto a quello scelto da Eee PC e Aspire One. Toshiba potrebbe guardare al segmento educational o anche al comparto business con una strategia per certi versi simile a quella di HP con il proprio Mini-note.

Circolano in rete alcune immagini del prototipo Toshiba, ma i dettagli e caratteristiche ufficiali non sono stati rivelati, ma ciò che appare dalle foto, tuttavia, sembra essere più affine ad un UMPC che ad un netbook. Non v'è traccia di tastiera fisica, che ha lasciato posto ad un display touchscreen con tastiera virtuale.

Le dimensioni del display dovrebbero essere di 5,6 pollici di diagonale; secondo le informazioni disponibili il dispositivo è provvisto di una unità di storage a stato solido da 64GB e di modulo GPS. Il nucleo elaborativo pare essere incarnato da un processore Atom, mentre il sistema operativo utilizzato è Windows Vista.

Tra i grandi big del settore mobile manca ancora Sony che in merito alle soluzioni netbook non ha ancora preannunciato nulla quindi, pare, a breve non vi sarà nessun annuncio. Entro fine anno sarà possibile osservare il successore del Libretto U100 che andrà ad affiancare Acer, Asus, MSI e Dell in questo particolare segmento.

Anche Samsung non ha ancora svelato i propri piani e, in occasione della presentazione della gamma Eclipse, ha dichiarato di guardare con attenzione al mercato e alle scelte fatte dai concorrenti, ma di non aver ancora intenzione di svelare la propria strategia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
super_haze29 Luglio 2008, 11:19 #1
Quella cromatura è orribile...
demon7729 Luglio 2008, 11:33 #2
MA CHE FIGATA E'?!?!? (cromatura a parte)
UAAAAAAH! NE VOGLIO UNO SUBITO!!!

Vista lo accoppo subito e ci metto Xp per un immediato boost prestazionale!
Speriamo che esca ad un prezzo umano..
superbau29 Luglio 2008, 11:46 #3
è orripilante, la cromatura è un mero tentativo, secondo me, al richiamo della mela marcia.
Bha, per me è bruttissimo, sia esteticamente, sia esteticamente.
kil/\ng29 Luglio 2008, 11:48 #4
Gia' lo schermo e' piccola.. Se poi ci mettono "dentro" la tastiera......
tavano1029 Luglio 2008, 11:50 #5
livello qualitativo superiore alla concorrenza, ad un prezzo leggermente maggiore.


si ma qui a mio avviso si perde di vista una cosa fondamentale...IL PREZZO

Fa figo avere un gingillino così...ma se ti costa 400-500 eurozzi o giù di li (senza contare la licenza di vista)...non sarebbe meglio un portatile con una distro linux? IMHO a prestazioni non ci sono paragoni (anche con il più cazzuto)..l'unico neo sarebbe la maggiore portablità di questi dispositivi...
p4ever29 Luglio 2008, 11:52 #6
si ma qui stiamo cmq parlando di una foto di un prototipo che sta girando per la rete, credo e spero che non sia quello definitivo perchè non sembra affatto un notebook ma è piuttosto sputato ad un samsung Q1 che cmq per la cronaca si aggira attorno ai 6/700 eurozzi...

in effetti la cromatura fa molto giocattolo tossico cinese
Lud von Pipper29 Luglio 2008, 12:47 #7
ma non capisco il perché dell'enorme cornice: ok l'hardware ma se cerco un tablet voglio il display più grande possibile in rapporto alle dimensioni.

Se lo hanno fatto per contenere i costi spero solo che ce lo tirino dietro perché se costa pure molto...
demon7729 Luglio 2008, 13:01 #8
Originariamente inviato da: Lud von Pipper
ma non capisco il perché dell'enorme cornice: ok l'hardware ma se cerco un tablet voglio il display più grande possibile in rapporto alle dimensioni.

Se lo hanno fatto per contenere i costi spero solo che ce lo tirino dietro perché se costa pure molto...


Beh per il formato che ha non è mica piccolo come display.. penso comunque che farlo più grande aumenterebbe di parecchio il prezzo e non sarebbe più tanto low cost...
quiete29 Luglio 2008, 13:35 #9
ci aggiungerei un po' di pailettes qua e là e poi è perfetto...
Blackapple29 Luglio 2008, 14:51 #10
Originariamente inviato da: quiete
ci aggiungerei un po' di pailettes qua e là e poi è perfetto...


naahh vuoi mettere la scrittina dorata DG?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^