Transformer Book V: il primo 5-in-1 è di Asus

Transformer Book V: il primo 5-in-1 è di Asus

Asus prova a riunire tablet, notebook e smartphone in un singolo prodotto in grado di usare Windows 8.1 e Android. Esperimento interessante e innovativo ma resta da capire se e quando arriverà sul mercato

di pubblicata il , alle 13:44 nel canale Portatili
ASUSAndroidWindowsMicrosoft
 

Tra le tante novità annunciate da Asus in occasione della conferenza stampa odierna, che precede l'apertura ufficiale del Computex 2014 di Taipei, un ruolo di rilievo è quello di Transformer Book V. Nelle parole di Asus questo è il primo notebook 5-in-1, nel quale quindi convivono 5 differenti modalità di utilizzo.

cpt2014_transformerbookv.jpg (44157 bytes)

La prima è quella di un tradizionale notebook basato su sistema operativo Windows 8.1, e la seconda quella tipica dei sistemi 2-in-1 quindi tablet con sistema operativo Windows scollegando la base con tastiera. A questo punto giunge la novità, rappresentata da uno smartphone Android che è incastonato nella parte posteriore dello schermo in modo identico a quanto visto nei modelli della famiglia Transformer presentati da Asus in precedenza.

cpt2014_transformerbookv_2.jpg (34007 bytes)

Lo smartphone può essere utilizzato da solo o inserito nel display, così da avere a disposizione un tablet Android che rappresenta per Asus la quarta modalità operativa. A chiudere il laptop Android, che si ottiene collegando la base con tastiera allo schermo e lasciando attivo il sistema operativo contenuto nello smartphone.

Sono alquanto frammentarie le caratteristiche tecniche che Asus ha dichiarato per questo prodotto. Lo schermo utilizzato per il tablet ha diagonale di 12,5 pollici mentre quello dello smartphone è da 5 pollici. Il processore della parte PC è un modello Intel a basso consumo, non chiaramente indicato da Asus e che quindi potrebbe essere una versione basata su architettura Broadwell di prossima generazione. Per lo smartphone troviamo un SoC Intel Atom, scelta che segue quanto mostrato recentemente da Asus con i propri smartphone di ultima generazione.

cpt2014_transformerbookv_3.jpg (66576 bytes)

Lo storage prevede un'unità SSD da 128 Gbytes di capacità contenuta nel tablet, abbinata a storage tradizionale sino a 1 Terabyte integrato nella base con tastiera. Il passaggio da Windows ad Android avviene con un pulsante appositamente predisposto, in modo molto simile a quanto abbiamo avuto modo di vedere al CES di Las Vegas con il notebook 4-in-1 mostrato da Asus e di fatto mai entrato in commercio.

Il debutto di questa soluzione è previsto non prima di vari mesi, soprattutto se alla sua base troveremo una CPU Intel della famiglia Broadwell. Resta anche da capire quale potrà essere la reazione di Microsoft, che di certo non era parsa entusiasta dello sviluppo di prodotti che abbinino i sistemi operativi Windows e Android lasciando all'utente l'opzione di usare uno o l'altro con lo stesso device mobile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1302 Giugno 2014, 14:21 #1
è un prodotto molto interessante ed il prezzo dovrebbe però essere contenuto i 1000 euro psicologici, contando che dovrebbe avere una buona velocità di cpu anche per lavori un po' seri.
Raghnar-The coWolf-02 Giugno 2014, 14:22 #2
poi se lo usi come tagliere per il pane conta anche VI
Balthasar8502 Giugno 2014, 14:47 #3
Questo è quel che si ottiene estremizzando una tecnologia inadatta.

Sembra di vedere il Parisgeschütz, il cannone più grande mai costruito dall'uomo. Ok concettualmente funziona, più è grosso più la portata ed i danni prodotti aumentano quindi se lo facciamo ENORME diventa un'arma micidiale.. ma aumentano anche gli svantaggi, a partire dal costo proibitivo di produzione e mantenimento, alla ridottissima mobilità, alla facilità d'esser esposto ad un facile attacco o sabotaggio. Per sostituire il cannone si è dovuto sviluppare il concetto di razzo a lunga gittata che portava ben più alti vantaggi.

Queste "robe" son sviluppati sulla stessa linea logica: estremizziamo il concetto anche se risulta inadeguato.
La vera evoluzione la avremo quando lo stesso OS sarà diventato polifunzionale per tutti gli utilizzi (Apple e Microsoft hanno già intrapreso questa strada) così come la piattaforma hardware (Intel già al lavoro).

Questi esperimenti malriusciti li lascio volentieri a chi preferisce buttar soldi sulla tecnologia di mezzo della Storia.


P.S.
Benché acerbe e con un OS immaturo per simili utilizzi, porto l'esempio del Motorola Atrix 4G (2011) e gli accessori "Laptop Station" e la "Docking Station". Lo smartphone resta il "cervello" e son gli accessori a trasformare l'esperienza d'uso mantenendo costanti i dati e le risorse dell'utente.


CIAWA
floc02 Giugno 2014, 23:21 #4
pfff tanto fa la fine degli altri transformerbook, mai visti per davvero.
Cappej03 Giugno 2014, 09:42 #5
mha.. due sistemi così diversi in un unico prodotto? un po tanta roba... tutta insieme!
ma i due OS dialogano? io credo di no?...
Ovvero, posso importare dentro Win 8.1 una foto scattata su android? o un file scaricato? io penso di no...
mnoga03 Giugno 2014, 09:46 #6
"in modo identico a quanto visto nei modelli della famiglia Transformer"

c'è un errore, la famiglia è quella dei Padfone


Originariamente inviato da: djfix13
è un prodotto molto interessante ed il prezzo dovrebbe però essere contenuto i 1000 euro psicologici, contando che dovrebbe avere una buona velocità di cpu anche per lavori un po' seri.


sarebbe bello ma difficile, il padfone infinity a86 viene 800 euro in italia, da 16 gb....

Originariamente inviato da: floc
pfff tanto fa la fine degli altri transformerbook, mai visti per davvero.


beh i padfone si sono visti e io ce l'ho pure


Originariamente inviato da: Cappej
mha.. due sistemi così diversi in un unico prodotto? un po tanta roba... tutta insieme!
ma i due OS dialogano? io credo di no?...
Ovvero, posso importare dentro Win 8.1 una foto scattata su android? o un file scaricato? io penso di no...


beh credo proprio di si, cioè alla fine sono dei file in un hd...
floc03 Giugno 2014, 11:25 #7
i padfone sono carini, peccato che per i miei gusti le dimensioni del "telefono" siano quelle quasi di un tablet ottimo concetto ma sviluppato male imho, proprio perche' hai gia' il pad che fa da docking trovo inutile diagonali cosi' grandi sul telefono
mnoga03 Giugno 2014, 11:46 #8
sì, è la critica che hanno mosso in molti, con un tablet da 10 avrebbero preferito avere lo smartphone piu piccolo di 5" .... io ho sempre voluto smartphone grandi e per ora mi trovo bene così
e ora se non erro c'è anche la versione piu piccola, col tablet da 7 o da 8 e lo smart da 4,2 se non sbaglio...
Cappej03 Giugno 2014, 11:52 #9
beh credo proprio di si, cioè alla fine sono dei file in un hd...[/QUOTE]

si ma sono 3 gli storage condivisi:
- 16 GB nel telefono
- 128 GB nell'SSD del tablet
- 1TB nella tastiera...

tutti condivisi? cioè io da Windows posso pescare un File in Android?... e, soprattutto, viceversa?

speriamo...

Bello e completo, ma non di facile utilizzo e di sicuro, fare tutto, avrà bisogno di caratteristiche più che discrete... costerà un occhio!
IMHO
mnoga03 Giugno 2014, 12:15 #10
io credo che facciano lo smartphone da 128 e il tera sulla tastiera.. almeno, avevo capito/intuito così.

Il prezzo di uscita?
secondo me 1400-1500

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^