Toshiba riorganizza la divisione PC

Toshiba riorganizza la divisione PC

Toshiba riorganizza la divisione PC e taglia il personale, solo così potrà tener testa ai vari competitor

di pubblicata il , alle 15:03 nel canale Portatili
Toshiba
 

Secondo indiscrezioni varie che traggono fondamento dai un comunicato in giapponese, Toshiba ha deciso di ridisegnare il proprio organigramma relativo alla divisione PC apportando significative innovazioni.

La riorganizzazione delle risorse interne creerà un esubero di 500 posti di lavoro, il prezzo da pagare per mantenere alti i parametri di efficenza e produttività.

L'obiettivo di Toshiba è ovviamente quello di offrire prodotti validi tecnologicamente a prezzi interessanti, e la rioganizzazione annunciata oggi concorre al raggiungimento di tale obiettivo.

La politica di prezzi del mercato notebook è veramente spietata, i margini di guadagno per unità venduta si sono notevolmente ridotti, la ricerca di volumi maggiori e di efficenza sempre più elevata è un obiettivo obbligato.

In questa bufera ovviamente sono coinvolti anche i produttori di hw e gli assemblatori di notebook, (va infatti ricordato che la maggior parte dei notebook disponibile sotto vari marchi sono prodotti dai mesedimi produttori Taiwanesi) stretti nella morsa della riduzione di prezzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sinadex16 Settembre 2003, 15:18 #1
azz 500 posti...
mstella16 Settembre 2003, 15:37 #2

Tando per cambiare

500 posti di operaio per fare che 200 dirigenti continuino a percepire lo stipendio scaldando la scrivania. E' sempre così.
tasso7916 Settembre 2003, 16:00 #3

@ mstella

Fa sempre piacere legger commenti ragionevoli ("500 posti di operaio per fare che 200 dirigenti continuino a percepire lo stipendio scaldando la scrivania", supportati da una imponente struttura argomentativa ("E' sempre così".
Finchè continui a parlare così, nessuno ti ascolterà.
mstella16 Settembre 2003, 16:15 #4

MStella

OK.
1-L'azienda dove lavoro ha ceduto la "direzione" ad un gruppo di "responsabili" che con una nuova politica commerciale ha ridotto e portato in negativo la crescita di fatturato. Sono parecchie le persone "invitate" a dare le dimissioni.
2-C'è un'importante azienda nel Pavese che è stata ceduta ad una finanziaria statunitense che si finanzia l'acquisto con lo sventramento degli stabilimenti. I primi a pagare sono gli operai, circa 200, che ora si trovano in cassa integrazione.
3-Gli operai degli stabilimenti di un noto gruppo automobilistico nazionale sono in subbuglio per il loro prossimo licenziamento.
Altri esempi a richiesta.
In tutti questi casi i dirigenti sono ancora al loro posto a percepire stipendi che nel caso della mia azienda sono circa 5 volte superiori a quelli delle persone rimanste a casa.

In privato posso fare nomi e cifre, qui no.
pg08x16 Settembre 2003, 16:18 #5
E' vero che basta una testa di ***zo di dirigente messa al posto giusto per mandare a bagno la più florida delle aziende ma non è questo il luogo per certe discussioni...
sorbiturico16 Settembre 2003, 16:30 #6

per PG08x

perchè non è la sede?
L' argomento della new è che 500 persone , perche parliamo di persone , ovvero di vite umane , rimmarranno senza lavoro , senza uno stipendio , con un unica certezza : un futuro incerto .
Ha in parte ragione il sig. Mstella , io sono un imprenditore agricolo romagnolo , ed come da tradizione aderisco ad una grossa cooperatica agricola ( non voglio fare nomi ) , nella quale i dirigenti sono tanti POLITICIZZATI , e visti i risultati ASSAI SCARSI , mentre noi contadini , per via del NON ricambio generazionale sempre meno .
Ritengo giusto , a volte , affrontare questi argomenti che toccano nel vivo , e non sono astratti come spesso avviene quando si parla di mera tecnologia .

Saluti ( torno a lavorare ) a tutti
MaxP416 Settembre 2003, 16:46 #7
Succede anche che al posto di un (1) bravo dirigente pagato 100 vengano messi 2 o 3 dirigenti alle prime armi pagati 10 pensando da una parte che 2 o 3 teste sono meglio di una e dall'altra di risparmiare sugli stipendi *.




* Situazioni viste in alcune grandi aziende italiane.
Billabong16 Settembre 2003, 21:42 #8
Ma saranno o no cavoli di Toshiba chi licenziare, come e quando?

Mica è come in italia, dove la giusta causa è l'omicidio premeditato!
Cerbero0217 Settembre 2003, 10:43 #9
secondo me la questione principale sono i soldi se una ditta deve vende con il 20 o 30 % o qualsiasi sia la percentuale in meno della concorrenza e logico che soldi per pagare i stipendi non ne a noi utenti siamo sempre ben felici quando un portatile cala di 400 o 500 euro ma se calano i prezzi vuld dire che riscuotono di meno quindi meno soldi meno personale

a mio avviso la concorrenza libera fa piu danni che dare spinta al mercato perche le ditte pur di vendere vendono a farci quasi paro e non possono piu investire sulla ricerca o altro io tornerei al tempo che un portatile costasse minimo 2500€ e non come nei supermercati a 800€ cosi rovinano le case produtrici a dare prodotti a basso costo per svuotare i magazzini e rovinano i negozzietti che chiudono

ahh sto discorso vale per tutti in generale

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^