Toshiba rilascia driver e Bios per Microsoft Windows Vista RC1

Toshiba rilascia driver e Bios per Microsoft Windows Vista RC1

Risolti i problemi di installazione di Microsoft Windows Vista sui pc Toshiba

di pubblicata il , alle 13:18 nel canale Portatili
ToshibaMicrosoftWindows
 

Gli utenti di alcuni notebook Toshiba hanno putroppo dovuto subire alcuni problemi legati all'installazione di Microsoft Windows Vista su alcuni modello. Alla base di tali difficoltà vi era la mancata disponibilità di driver che di fatto non permettevano al sistema il corretto riconoscimento dell'unità disco.

Come segnalato da Softpedia.com, Toshiba dichiara la disponibilità di nuovi driver SATA-RAID per i modelli Portege M400, Qosmio G35, Tecra M4, Tecra M5 e Tecra M5.

Microsoft aveva in pasato suggerito un metodo per ovviare al problema e che si concretizzava in una reinstallazione completa di Windows Vista evitando quindi le opzioni di upgrade.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mauriziofa03 Ottobre 2006, 14:14 #1
Bene bene
si stanno allineando tutti, manca solo hp che non ha ancora rilasciato nulla per Vista, cioè driver in beta. Forse non hanno bisogno di testare il loro software prima del rilascio dell'os. Per Testare intendo darlo in pasto a numerosi utenti allargando il test del codice a configurazioni e versioni os diverse.
pisto03 Ottobre 2006, 15:08 #2
lol cioè adesso ci sono problemi di compatibilità pure con dei bios, e ci vuole una versione specifica per vista? bah... mi sembra ridicolo
MaxP403 Ottobre 2006, 15:21 #3
Originariamente inviato da: pisto
lol cioè adesso ci sono problemi di compatibilità pure con dei bios, e ci vuole una versione specifica per vista? bah... mi sembra ridicolo

Anche per il passaggio da Win98/Me a Win 2000 su alcuni portatili (Sony) c'era bisogno di aggiornare il bios.
Ipotizzerei un adeguamento di alcune specifiche e la trovo una cosa piuttosto ovvia...
coschizza03 Ottobre 2006, 15:32 #4
Originariamente inviato da: pisto
lol cioè adesso ci sono problemi di compatibilità pure con dei bios, e ci vuole una versione specifica per vista? bah... mi sembra ridicolo



attenzione è il bios ad avere problemi con vista e non vista ad avere problemi con il bios

il bug sta nei bios della Toshiba perche non sono 100% ACPI compatibili e mentre in 2000 o xp questo non era un problema o comunque non era rilevabile, in vista che sfrutta molto di piu il sistema queste mancanze devono essere risolte con un aggiornamento.
pisto03 Ottobre 2006, 16:55 #5
abo, allora non c'è niente di ridicolo
Gerardo Emanuele Giorgio04 Ottobre 2006, 09:59 #6
molto serio da parte di toshiba... e pensare che ci sono società che ancora non hanno rilasciato driver a dovere neanche per x64...
vabbe speriamo in meglio per il futuro
Salvatopo04 Ottobre 2006, 10:23 #7
Mhmmm... mi puzza questa cosa. Spero di sbagliarmi, ma non potrebbero essere degli aggiornamenti necessari per renderli compatibili con in "Trusted Computering" ???
coschizza04 Ottobre 2006, 11:27 #8
Originariamente inviato da: Salvatopo
Mhmmm... mi puzza questa cosa. Spero di sbagliarmi, ma non potrebbero essere degli aggiornamenti necessari per renderli compatibili con in "Trusted Computering" ???


no, non centra niente il "Trusted Computering"

per essere compatibili con questo sistema bisogna avere dei chip suylla scheda madre e non un semplice aggiornamento del bios.

considera che nella mia azienda aspettiamo vista proprio per il "Trusted Computering" e per questo abbiamo gia preso oggi portatili con il chip integrato per essere pronti al passaggio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^