Toshiba Places e Folio 100 a IFA 2010

Toshiba Places e Folio 100 a IFA 2010

Toshiba Places è il nuovo servizio sviluppato da Toshiba per accedere a dati, immagini e video utilizzando indifferentemente un PC, uno smartphone, la tv o il nuovo tablet Folio 100

di pubblicata il , alle 15:33 nel canale Portatili
Toshiba
 

Presentando Folio 100 di Toshiba abbiamo indicato come per l'azienda giapponese il tablet PC costituisca solo un elemento di un più complesso ecosistema il cui punto focale è Toshiba Places, un servizio che intende offrire all'utente un ambiente nel quale conservare immagini, video, oppure scaricare film, musica e applicazioni sviluppate da terze parti.

Il tutto avviene utilizzando una soluzione cloud: sul dispositivo non viene infatti scaricato nessun file. L'accesso a tutti i contenuti acquistati o condivisi su Toshiba Places avverrà infatti utilizzando un browser sul pc, sullo smartphone, oppure attraverso gli strumenti messi a disposizione dal Folio 100 o dai set top box previsti per le TV.

Places, inoltre, modificherà l'interfaccia grafica e le caratteristiche dei contenuti in funzione del dispositivo utilizzato per accedere al servizio. Al momento Toshiba Places e ancora in fase di sviluppo e solo in alcune aree geografiche sono stati già attivati i progetti pilota. La fase più delicata sarà ovviamente quella degli accordi per la distribuzione di video e musica.

Anche la possibilità di scaricare applicazioni aggiuntive pare interessante, ma in questo caso Tosiba dovrà trovare il modo per incentivare gli sviluppatori ad aderire all'iniziativa. Toshiba Places prevede inoltre la costante disponibilità di una connessione a banda larga e questo potrebbe costituire un problema nella realtà italiana. Il progetto potrebbe essere pronto e disponibile per l'Italia nel primo trimestre del 2011.

[HWUVIDEO="740"]Toshiba Places e Folio 100[/HWUVIDEO]

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxArt07 Settembre 2010, 16:29 #1
Sì, Toshiba Places... e niente Android Market!
Ma dai, come si può concepire un'assurdità del genere? Per quanto possa essere un buon prodotto (e alcuni dicono che l'interfaccia di Toshiba abbia lasciato molto l'amaro in bocca), un sistema Android senza Android Market è una gravissima mancanza.
unnilennium07 Settembre 2010, 17:06 #2
Originariamente inviato da: MaxArt
Sì, Toshiba Places... e niente Android Market!
Ma dai, come si può concepire un'assurdità del genere? Per quanto possa essere un buon prodotto (e alcuni dicono che l'interfaccia di Toshiba abbia lasciato molto l'amaro in bocca), un sistema Android senza Android Market è una gravissima mancanza.


sono d'accordo, ma credo che visto che non è ancora uscito, sono ancora in tempo x ripensarci... in fondo è sempre android, si può sempre aggiungere qualcosa.
OldDog07 Settembre 2010, 17:51 #3
Originariamente inviato da: MaxArt
un sistema Android senza Android Market è una gravissima mancanza.

Credo si debba considerare che il sistema del market sia la vera fonte di guadagno (e controllo sulla piattaforma) com' è stato portato agli occhi di tutti da Apple. Il resto è più o meno un buon contorno, ma il piatto forte è tenere a sé i clienti *indipendentemente* dal terminale che comprano.

Accettare il market vuol dire abdicare a Google in cambio di una fetta di torta. Proporre una soluzione separata vuol dire provare a cucinarsi da soli la torta (senza conoscere bene la ricetta, però. Personalmente credo che NON sarà un successo, ma il successo non ha molto a che vedere con quello che credo io
unnilennium07 Settembre 2010, 18:08 #4
Originariamente inviato da: OldDog
Credo si debba considerare che il sistema del market sia la vera fonte di guadagno (e controllo sulla piattaforma) com' è stato portato agli occhi di tutti da Apple. Il resto è più o meno un buon contorno, ma il piatto forte è tenere a sé i clienti *indipendentemente* dal terminale che comprano.

Accettare il market vuol dire abdicare a Google in cambio di una fetta di torta. Proporre una soluzione separata vuol dire provare a cucinarsi da soli la torta (senza conoscere bene la ricetta, però. Personalmente credo che NON sarà un successo, ma il successo non ha molto a che vedere con quello che credo io


il market dei pad è in via di definizione, molti produttori si stanno lanciando.... android potrebbe invadere il mercato prima ancora che si definisca, e la questione apps pesa molto sulla diffusione del sistema... però anche l'hardware ed il prezzo finale di ogni prodotto saranno molto importanti..
già il dell streak con quello che costerà, potrebbe avere problemi, figurarsi toshiba... vedremo.. come per la prima versione dei netbook, tocca aspettare e vedere come vanno, se uno si fa prendere dalla febbre, si deve comprare un ipad e basta. oppure un cinese
spino197008 Settembre 2010, 12:49 #5
Io credo che i produttori di tablet et simili (device android, per intenderci) dovrebbero trovare un accordo con google per accedere al market di BigG via client diversi... così si creerebbe meno frammentazione.

Per fare un esempio, se Samsung Apps potesse "accedere" in qualche modo all'android Market in cambio di un forfait monetario, il galaxy tab/pad avrebbe molto più senso...l'utente finale non dovrebbe impazzire nello scegliere da dove scaricare le app: sarebbero le stesse a prescindere dal client...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^