Toshiba: P200 per il gaming e UWB nel 2007

Toshiba: P200 per il gaming e UWB nel 2007

Toshiba ha annunciato le novità di prodotto per il 2007 che, oltre a un generale aggiornamento verso soluzioni Santa Rosa, prevede nuovi pc per i gamer, connessione UMTS e implementazione delle tecnologie UWB

di pubblicata il , alle 15:37 nel canale Portatili
Toshiba
 

L'imminente rilascio di nuove piattaforme notebook da parte di Intel e il conseguente aggiornamento della piattafoma Intel Centrino, crea un notevole fermento tra i vari produttori. Praticamente tutti i competitor del florido mercato dei notebook stanno preparando nuove soluzioni che intendono soddisfare il più possibile le esigenze della clientela.

Anche Toshiba segue la scia dei suoi competitor ed ha voluto presentare le proprie novità per il 2007 anche se il focus principale è rivolto al lancio delle soluzioni Santa Rosa. Prima di guardare al futuro soffermiamoci brevemente sul recente passato valutando i risultati di Toshiba dello scorso anno.

Rossella Destino, responsabile marketing della divisione Computer Systems di Toshiba, afferma che il 2006 è stato un anno di consolidamento, nel quale cioè l'azienda ha voluto rendere stabili e duraturi i buoni risultati dei precedenti esercizi. A fronte di un mercato non particolarmente effervescente Toshiba è cresciuta del 16% a livello di unità vendute a fronte di un mercato con tasso di crescita del 14%. Anche Luigi Cattaneo, nuovo Contry Manager per la nostra area, conferma questa situazione citando dati rilevati da Sirmi.

Lanciando il proprio sguardo al futuro è lecito un atteggiamento quanto mai prudente: gli analisti prevedono una crescita del mercato pari al 7% in volume. Toshiba in questo scenario intende crescere del 10%.

Dopo questa breve parantesi di numeri e previsioni addentriamoci in quelle che saranno le tendenze e le scelte di Toshiba a livello di prodotto. Anche se alcune fonti web hanno svelato prodotti Toshiba con la nuova architettura Santa Rosa, per tali dettagli preferiamo aspettare qualche settimana quando tutte le notizie saranno disponibili in via definitiva.

Toshiba con i prossimi lanci di prodotto riconferma le proprie tendenze e le strategie sino ad ora adottate. Per Toshiba il notebook è qualcosa in più del semplice insieme processore, memoria, hard disk e sistema video: i dettagli costruttivi, la robustezza e l'affidabilità restano anche per il futuro i punti cardine del noto progetto EasyGuard.

Tralasciando i prodotti destinati alla clientela aziendale Toshiba pone l'attenzione su una nuova tendenza da lei rilevata: anche l'utente professionale è sempre più attento a dettagli di natura estetica, alle finiture ed ai particolari. Con questa ottica deve quindi essere visto il recente tablet pc Portègé R400 di colore bianco, con finitura lucida e una cura del dettaglio non comune per un prodotto destinato a quel tipo di target.

Nel caso del Portègé R400 abbiamo anche valutato dal vivo le opportunità offerte dall' Edge Display che permette di tenere sotto controllo mail e appuntamenti anche con il pc in stand by. Questo particolare display realizzato con tecnologia OLED è collocato frontalmente al pc e può essere osservato anche con il display del pc chiuso. Le potenzialità di questa soluzione sono ovviamente legate alla disponibilità di una connessione 3G.

In merito alle tecnologie UMTS Tiziana Ena, Product Manager di Toshiba Systems, ci ha confermato che a breve alcuni notebook dedicati al comparto professional saranno equipaggiati con modulo 3G senza però fornire alcuna SIM card e alcun accordo preconfezionato con uno specifico carrier. L'utente avrà quindi l'opportunità di scegliere autonomamente gestore ed offerta.

Toshiba non vede a breve periodo l'integrazione sulle linee consumer di soluzioni 3G o HSDPA ritenendo tali opzioni ancora poco praticabili dall'utenza domestica. Una nostra analisi relativa alle tariffe flat offerte dai vari carrier può offrire un quadro ancor più chiaro.

Dopo aver parlato dell'attenzione al dettaglio estetico anche su macchine professionali presentiamo un'altra particolarità nella visione dei notebook per Toshiba. Fino a qualche tempo fa il notebook tipicamente destinato all'utente consumer aveva display da 15 o 15,4 pollici di diagonale ma l'innegabile evoluzione del pc e la crescente esigenza di aver il computer sempre con sè ha fatto sorgere nuove esigenze.

Il modello Satellite U200 di Toshiba con display da 12,1 pollici è un chiaro esempio del concetto appena esposto e sicuramente vi sarà un successore di tale prodotto, magari con una diagonale di 13,3 pollici. Di fatto quest'ultima dimensione offre una maggior usabilità senza imporre troppo sacrificio all'utente in termini di peso e imgombro.

Anche il mercato del gaming è nei pensieri di Toshiba che presenterà il Satellite P200. Non si hanno molti dettagli su questo prodotto anche se pare vi sarà un cambio di rotta in merito al sottosistema video: Nvidia Quadro per il comparto professionale mentre soluzioni ATI su sistemi gaming e consumer. Quest'ultima scelta potrebbe essere premonitrice anche dell'introduzione di nuove piattaforme con cpu AMD? Ovviamente a questa domanda non abbiamo avuto una risposta ufficiale.

Tralasciando il comparto dei notebook Toshiba ha voluto mostrarci alcuni sample di prodotti Ultra Wide Band e cioè la tecnologia da più persone indicata come USB wireless. La sessione demo a cui abbiamo assistito ha riguardato un display, un notebook e un dispositivo definibile hub UWB.

Il notebook era un R400 con modulo UWB integrato mentre il display era collegato all'hub UWB con una comunissima connessione VGA. Nelle immediate vicinanze dell' Hub UWB i contenuti video visualizzati sul notebook erano disponibili anche sul display esterno sfruttando proprio il link wireless. Per rendere più credibile la prova è stato visualizzato un video, visibile quindi sia sul notebook sia sul display, constatando la buona qualità del link. Purtroppo non abbiamo indicazioni in merito alle caratteristiche del video per valutare eventuali problematiche di transfer rate e problemi simili.

Aumentando la distanza oltre i 5 metri tra notebook e hub il collegamento, degradando eccessivamente, veniva interrotto. Questa caratteristica pur essendo una limitazione intrinseca offre anche sufficienti garanzie di sicurezza. Immaginando una capillare applicazione di questa tecnologia ad esempio per il collegamento di stampanti, scanner, webcam e simili si può valutare la portata e il possibile impatto di queste tecnologie.

La disponibilità di prodotti UWB nel nostro Paese è imminente e esclusivamente legata al superamento di problemi legali relativi all'utilizzo di particolari frequenze radio. Il contenzioso pare comunque risolto e Toshiba si appresta a presentare la propria line up di prodotti basati su questa nuova tecnologia; ovviamente abbiamo chiesto di poter realizzare una prova prodotto quanto prima.

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ale0bello0pr19 Aprile 2007, 16:15 #1
FIGO quello con il monitor girevole
xxxyyy19 Aprile 2007, 16:35 #2
Un'ola per i display OLED!
Toshiba da quando e uscita dai SED con Canon si sta buttando sugli OLED... prevede gia' un TV l'anno prossimo... e erano previsti per il 2015...
norp7419 Aprile 2007, 17:10 #3
peccato toshiba sia uscita dal segmento ultraportatili professionali, quali erano il portege r100 e r200. Questo r400 è troppo grosso e i satellite, come l'u200, non sono neanche paragonabili ai portege

Dr3amer19 Aprile 2007, 17:17 #4
ma penso che oled sia solo l'edge display che e' come un mini frontalino sulla parte anteriore del monitor...
gianly198519 Aprile 2007, 20:48 #5
Originariamente inviato da: Dr3amer
ma penso che oled sia solo l'edge display che e' come un mini frontalino sulla parte anteriore del monitor...


Infatti...
La cosa più innovativa è sicuramente l'UWB,finalmente per esempio collegare il notebook al 42" in sala non comporterà un obbrobbrio di cavi che spuntano da dietro al tv e si attaccano al notebook messo in posizione pericolante....sarà un gioco scaricare un filmato HD sul nb, avvicinare un po' (mi pare che siano 2-3 metri per l'UWB) il notebook al televisore (con relativo HUB UWB) e dal control panel switchare schermo

(sì sì lo so ci sono altri 100 modi di fare questo, apparecchi per streaming wifi, eccetera, comunque questo mi sembra quanto di più vicino ci sia ad attaccare al notebook uno schermo secondario, anzi in effetti si tratta proprio di questo)
sidereo 62220 Aprile 2007, 01:39 #6

r400

Ma se passi Wireless /via cavo da R400 al 42" la Risoluzione /Definizione resta accettabile? Ciao.
gianly198520 Aprile 2007, 01:54 #7
Originariamente inviato da: Sergio Dal Ronco
Ma se passi Wireless /via cavo da R400 al 42" la Risoluzione /Definizione resta accettabile? Ciao.


Dipende da:
- risoluzioni permesse in uscita dalla scheda video del portatile
- risoluzione del pannello LCD o del Plasma in questione
- uscita video utilizzata (VGA, DVI, composito, component, HDMI, s-video, ecc.)
- qualità del cavo e lunghezza, schermatura da disturbi elettromagnetici, ecc.

Ma in linea di massima la risposta è SI'. Visto che anche il più pidocchioso dei plasma 42" ha ALMENO una risoluzione di 800x480 e per esperienza personale l'ho collegato in VGA al mio portatile e devo dire che giocare a Prey era una goduria con lo schermone, certo il desktop di Windows magari si vedeva un po' sfocato, ma i giochi uno spettacolo. Invece se hai un pannello HDready o FullHD penso che anche il desktop lo dovresti vedere in modo accettabile.
Per quanto riguarda il collegamento senza fili UWB dell'articolo praticamente credo che non ci siano grosse differenze rispetto ai collegamenti video classici visto che dalla foto mi sembra di intravvedere sull'hub UWB ricevente una normalissima uscita VGA con attaccato il relativo cavo che va allo schermo...
xxxyyy20 Aprile 2007, 10:16 #8
Originariamente inviato da: Dr3amer
ma penso che oled sia solo l'edge display che e' come un mini frontalino sulla parte anteriore del monitor...


ecco cosda succede a leggere pensando di leggere quello che si vuole vedere...
Va beh, resta il fatto che Toshiba adesso sta spingendo gli OLED, e magari saranno i portatili ad averli per primi, no? sarebbe l'ideale.
Fabio Boneschi20 Aprile 2007, 10:47 #9
__________________________________
Commento # 3 di: norp74 pubblicato il 19 Aprile 2007, 17:10

peccato toshiba sia uscita dal segmento ultraportatili professionali, quali erano il portege r100 e r200. Questo r400 è troppo grosso e i satellite, come l'u200, non sono neanche paragonabili ai portege


_____________________________________

chissà.. forse..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^