Tengono le vendite dei notebook nei primi 3 mesi del 2020. Per il prossimo futuro chi può saperlo?

Tengono le vendite dei notebook nei primi 3 mesi del 2020. Per il prossimo futuro chi può saperlo?

Ha resistito la domanda di notebook nel corso dei primi 3 mesi del 2020, in tempi di pandemia globale: calo del 2% rispetto all'anno scorso ma dinamica ancora molto volatile per le vendite dei prossimi mesi

di pubblicata il , alle 13:41 nel canale Portatili
DellHPASUSLenovoApple
 

Che tutti i mercati siano vittime della contrazione della domanda di nuovi prodotti da parte dei clienti, con la sola evidente eccezione rappresentata dal mondo alimentare, è dinamica ben nota in questi tempi di pandemia globale. L'abbiamo in più occasioni raccontato con le analisi dei differenti mercati che compongono il settore ICT, vittime di cali importanti nel corso del primo trimestre e in attesa di risultati simili per il secondo trimestre 2020.

Strategy Analytics ha formulato la propria analisi dell'andamento delle vendite di notebook a livello globale del secondo trimestre 2020, evidenziando come questo mercato abbia registrato una contrazione nel complesso molto contenuta. Parliamo di un calo del 2% su base mondiale, con un passaggio dai 38,6 milioni di notebook del primo trimestre 2019 ai 37,9 milioni del Q1 2020.

Una dinamica che non sorprende particolarmente ma che necessita di essere spiegata, a partire dalle difficoltà incontrate dai costruttori asiatici nel corso dei primi mesi dell'anno. Le chiusure forzate e le difficoltà di approvvigionamento delle materie prime hanno ridotto il volume di produzione complessivo, andando ad impattare soprattutto quelle aziende che non erano pronte con adeguate scorte di magazzino.

dell_xps_17_9700_720.jpg

Le quarantene obbligate per molti cittadini hanno spinto verso l'alto la domanda di strumenti per poter restare connessi, richiesti tanto da coloro che si sono dovuti convertire rapidamente allo smart working come per gli studenti costretti alle lezioni in videoconferenza. Domanda in aumento che ha controbilanciato una naturale riduzione degli acquisti da parte delle aziende, entrate subito in una modalità di forte risparmio economico all'inizio della pandemia.

Lenovo e HP, i due principali produttori di notebook a livello mondiale, hanno di fatto mantenuto invariati i propri volumi produttivi la prima incrementando dell'1% e la seconda invece diminuendo della stessa percentuale. Dell, al terzo posto, ha beneficiato di un aumento nel numero di PC venduti del 5% rispetto al primo trimestre 2019 mentre Apple e ASUS hanno segnato un calo pari rispettivamente al 16% e al 15% nei volumi di vendita dei propri PC portatili.

Cosa attendersi per il secondo trimestre 2020? La produzione sta ritornando su valori abituali mentre il picco iniziale di domanda di nuovi prodotti generato da chi è stato costretto a stare subito chiuso in casa andrà progressivamente ad affievolirsi. Difficile attendersi una ripresa sostanziale della domanda da parte delle aziende se non prima della fine dell'anno, sempre che le condizioni economiche lo permettano. Detto in altro modo, gli operatori si preparano ad un trimestre difficile nel quale l'obiettivo sarà minimizzare le perdite di volumi di vendita.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phmk09 Maggio 2020, 09:29 #1

Intanto gli aumenti sono continui

RAM, SSD, GPU ...
si salvano solo in parte le CPU e gli HD meccanici ...
mail9000it10 Maggio 2020, 00:31 #2

Aumento vendite e aumento prezzi

Come squali i rivenditori e i grossisti si butteranno sulla preda.
Con le scuole che adotteranno la formula 1 in aula e 2 connessi da casa, prevedo un grosso aumento di vendite di notebook da parte delle famiglie.

Per il momento hanno tamponato con recuperi vari ma per settembre ogni alunno avrá il suo tablet/notebook per seguire la scuola, restituendo quello attuale al genitore che é stato espropriato.

Giusta come idea, ma la forzatura dei tempi porterá ad un aumento sul medio periodo. Tra 1 anno la situazione delle vendite si normalizzerá. Per i prezzi vedremo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^