Surface Pro 4 nel 2015: cambia poco fuori, di più dentro

Surface Pro 4 nel 2015: cambia poco fuori, di più dentro

Sono varie le indiscrezioni sulla prossima generazione di tablet Microsoft che rappresenta un riferimento tra le proposte mobile ibride. A nostro avviso poco cambierà fuori, con la novità rappresentata dal cambio della CPU e dall'OS Windows 10

di pubblicata il , alle 10:31 nel canale Portatili
MicrosoftWindowsSurface
 

Che la prossima generazione di tablet Surface Pro di Microsoft sia prevista al debutto nel corso del 2015 è un dato pressoché scontato, alla luce delle tempistiche di rilascio delle precedenti versioni di tablet Microsoft. Detto questo, sono emerse negli ultimi giorni alcune indiscrezioni su quelle che potranno essere le caratteristiche tecniche di Surface Pro 4 una volta che debutterà sul mercato.

Quasi scontato a nostro avviso il mantenimento delle dimensioni esterne rispetto al modello Surface Pro 3, quindi con display dalla diagonale di 12 pollici con risoluzione di 2.160x1.440 pixel. Con le prime due generazioni di tablet Surface Pro Microsoft ha scelto di mantenere invariato il design esterno, intervenendo sui componenti interni, ed è difficile immaginare che con Surface Pro 4 possa essere fatto qualcosa di diverso rispetto al mantenere le molte novità esterne introdotte con Surface Pro 3. Alcune indiscrezioni indicano la possibilità che questo tablet possa venir proposto con due differenti diagonali ma non le riteniamo, quantomeno per Surface Pro 4, delle opzioni possibili.

Se l'esterno non è quindi destinato a stravolgimenti di sorta, per la componentistica interna varie indiscrezioni segnalano l'adozione di un processore Intel della famiglia Core-M. Riteniamo improbabile che Microsoft possa optare per uno di questi processori in quanto si tratta di CPU con un TDP particolarmente contenuto ma non in grado di assicurare, proprio in virtù dei consumi contenuti, un valore di prestazioni paragonabile a quello delle CPU adottate per Surface Pro 3.

Visto il periodo previsto per il lancio pare molto più sensato immaginare che Surface Pro 4 adotterà un modello della famiglia Broadwell-U, CPU costruite con tecnologia produttiva a 14 nanometri caratterizzate da un TDP di 15 Watt e quindi comparabili, quanto a consumo, ai modelli utilizzati in Surface Pro 3. Poco dovrebbe cambiare tra memoria di sistema e storage via SSD, mentre il sistema operativo sarà quello Windows 10 con la possibilità, non così remota, che il lancio di Surface Pro 4 possa coincidere con quello del nuovo sistema operativo.

Da non escludere, in ogni caso, anche il debutto di una versione con display di diagonale ridotta: ricordiamo come con il debutto di Surface Pro 3 si attendesse anche il lancio di una versione Mini che è stata sviluppata da Microsoft ma cancellata pochi giorni prima del lancio ufficiale.

Il ritorno, o meglio dovremmo dire il lancio, di un Surface Mini potrebbe quindi avvenire con la quarta generazione della piattaforma tablet di Microsoft. Questo permetterebbe all'azienda di meglio presentarsi sul mercato, forte in questo caso di una maggiore diversificazione dei prodotti rispetto alla gamma attuale.

Con Surface Pro 3 Microsoft ha raccolto un notevole interesse da parte dei consumatori, conquistati dal connubio tra flessibilità d'uso, caratteristiche tecniche e prestazioni velocistiche messe a disposizione. Un prodotto di questo tipo rappresenta al momento attuale, nel mondo dei PC portatili, quello che è un riferimento tra i modelli cosiddetti ibridi, capace di incarnare al meglio le due distinte anime di notebook potente per la produttività personale quando abbinato ad una cover con tastiera e tablet Windows con pennino in dotazione. Surface Pro 4 è chiamato a rafforzare ulteriormente questo risultato, contribuendo ad estendere la penetrazione nel mercato dei prodotti ibridi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marko#8827 Dicembre 2014, 10:57 #1
Imho necessità prioritarie:

- Almeno un altro ingresso USB; averne solo uno è una pagliacciata ben poco PRO. Ok, esistono gli Hub ma che senso ha fare un prodotto portatile ultratrasportabile e poi doverci attaccare tutto come adattatore esterno?

- Ingresso SD e non microSD, vorrei poterci mettere la SD della reflex e scaricare le foto sul computer per poi elaborarle. Attualmente bisogna collegarla via cavo usb (l'unica) o usare un adattatore (scomodo).

- Più scelta nelle configurazioni: assurdo che per avere gli 8Gb di ram si debba per forza prendere SSD da 256Gb, che i3 sia relegato alla versione d'attacco con 64Gb/4gb di ram etc. Ci sarebbero configurazioni multiple molto sensate; per un utilizzo base un i3 con 128Gb di sud e 8Gb di ram andrebbe benissimo al 90% delle persone al mondo..peccato che tale configurazione non esista e si debba prendere i5/256/8gb a un costo decisamente poco popolare (non alto per il prodotto offerto, non troppo almeno). Capisco che si miri al mercato PRO dove tendenzialmente si spende. Ma versioni più accessibili non farebbero altro che aumentare le vendite senza quasi impattare nei costi di produzione.
Questa politica alla Apple mi sta molto sulle balle.

- Touchpad degno degli altri ultrabook: 50% del motivo per cui OGGI non passerei dall'air al Surface è quello. Ero molto tentato di fare il salto, poi ho provato il Surface e ho trovato imbarazzate il Touchpad. In verticale spesso non basta un movimento per attraversare tutto lo schermo, è piccolo, flette, non da una gran sensazione al tocco ed è molto limitato come funzioni.
Va bene che il prodotto è touch e quasi di sicuro è il motivo per cui il touchpad è così ridicolo (anche le dimensioni forse) ma qualcosa in più si poteva fare, così è abbastanza inutilizzabile in modalità notebook.

- Leggo di molti problemi di calore e cpu che vanno in throttling, bisogna lavorare anche su questo. Un prodotto che vuole fare il sostituto del portatile e che si chiama PRO deve essere prestazionale e affidabile, punto.

Il 3 è globalmente un buon prodotto comunque, nulla da dire.
Tatsuya27 Dicembre 2014, 11:07 #2
Originariamente inviato da: Marko#88
Imho necessità prioritarie:

- Almeno un altro ingresso USB; averne solo uno è una pagliacciata ben poco PRO. Ok, esistono gli Hub ma che senso ha fare un prodotto portatile ultratrasportabile e poi doverci attaccare tutto come adattatore esterno?

- Ingresso SD e non microSD, vorrei poterci mettere la SD della reflex e scaricare le foto sul computer per poi elaborarle. Attualmente bisogna collegarla via cavo usb (l'unica) o usare un adattatore (scomodo).

- Più scelta nelle configurazioni: assurdo che per avere gli 8Gb di ram si debba per forza prendere SSD da 256Gb, che i3 sia relegato alla versione d'attacco con 64Gb/4gb di ram etc. Ci sarebbero configurazioni multiple molto sensate; per un utilizzo base un i3 con 128Gb di sud e 8Gb di ram andrebbe benissimo al 90% delle persone al mondo..peccato che tale configurazione non esista e si debba prendere i5/256/8gb a un costo decisamente poco popolare (non alto per il prodotto offerto, non troppo almeno). Capisco che si miri al mercato PRO dove tendenzialmente si spende. Ma versioni più accessibili non farebbero altro che aumentare le vendite senza quasi impattare nei costi di produzione.
Questa politica alla Apple mi sta molto sulle balle.

- Touchpad degno degli altri ultrabook: 50% del motivo per cui OGGI non passerei dall'air al Surface è quello. Ero molto tentato di fare il salto, poi ho provato il Surface e ho trovato imbarazzate il Touchpad. In verticale spesso non basta un movimento per attraversare tutto lo schermo, è piccolo, flette, non da una gran sensazione al tocco ed è molto limitato come funzioni.
Va bene che il prodotto è touch e quasi di sicuro è il motivo per cui il touchpad è così ridicolo (anche le dimensioni forse) ma qualcosa in più si poteva fare, così è abbastanza inutilizzabile in modalità notebook.

- Leggo di molti problemi di calore e cpu che vanno in throttling, bisogna lavorare anche su questo. Un prodotto che vuole fare il sostituto del portatile e che si chiama PRO deve essere prestazionale e affidabile, punto.

Il 3 è globalmente un buon prodotto comunque, nulla da dire.



Possiedo il modello i5 del Surface PRO 3 e provenga da un Air di ultima generazione. E' vero che va in Throttling ma a meno che tu non voglia videogiocare (cosa che sconsiglio) non te ne accorgi nemmeno
Concordo sulla porta usb, 1 e' pochino mentre per la cover non saprei, non la uso
Io, sinceramente non tornerei piu' indietro.
Ho i miei dubbi, pero', su Broadwell U, all'inizio ero combattuto tra surfacve pro e lenovo yoga 3 pro. Ha visto surface perche' bench alla mano risultavo piu' performante dello yoga. I broadwell consumeranno anche meno ma spingono pure meno, pare un mezzo passo indietro
Marko#8827 Dicembre 2014, 11:43 #3
Se sei uno che usa poco la cover con tastiera vuol dire che lo usi molto in modalità tablet. Non torneresti all'air perché è un laptop e non un tablet dunque.
Io che userei un surface al 85% in laptop mode invece vorrei fosse fatto meglio da quel punto di vista..lasciandomi comunque la possibilità del cazzeggio in modalità tablet quando ne ho voglia.
Ok che non ti accorgi del throttling se non videogiochi ma non ci sono solo i videogiochi ad essere pesanti. Elaborazione batch di molti raw, visualizzazione di qualche progettino 3D per lavoro (visualizzazione ovviamente, non altro) etc etc..
Però ripeto, non voglio scatenare la guerra air vs surface vs resto del mondo, dico solo che il surface è un prodotto che mi intriga molto ma ad oggi non ancora ideale per sostituire l'air nel mio utilizzo. Se un domani risolveranno quel po' di cose diventerò sicuramente un felice possessore.
Rubberick27 Dicembre 2014, 11:46 #4
btw quella penna è proprio brutta, ma non potevano tenersi un ottima senza batteria con tecnologia wacom?
TheDarkAngel27 Dicembre 2014, 12:01 #5
Originariamente inviato da: Tatsuya
Ho i miei dubbi, pero', su Broadwell U, all'inizio ero combattuto tra surfacve pro e lenovo yoga 3 pro. Ha visto surface perche' bench alla mano risultavo piu' performante dello yoga. I broadwell consumeranno anche meno ma spingono pure meno, pare un mezzo passo indietro


Lo yoga pro monta broadwell Y, i broadwell U sono ancora lontani dall'uscire.
Eress27 Dicembre 2014, 12:06 #6
Originariamente inviato da: Marko#88
Se sei uno che usa poco la cover con tastiera vuol dire che lo usi molto in modalità tablet. Non torneresti all'air perché è un laptop e non un tablet dunque.
Io che userei un surface al 85% in laptop mode invece vorrei fosse fatto meglio da quel punto di vista..lasciandomi comunque la possibilità del cazzeggio in modalità tablet quando ne ho voglia.
Ok che non ti accorgi del throttling se non videogiochi ma non ci sono solo i videogiochi ad essere pesanti. Elaborazione batch di molti raw, visualizzazione di qualche progettino 3D per lavoro (visualizzazione ovviamente, non altro) etc etc..
Però ripeto, non voglio scatenare la guerra air vs surface vs resto del mondo, dico solo che il surface è un prodotto che mi intriga molto ma ad oggi non ancora ideale per sostituire l'air nel mio utilizzo. Se un domani risolveranno quel po' di cose diventerò sicuramente un felice possessore.

Il solito discorso su questo genere di prodotti ibridi, che alla fine non sono né carne né pesce.
La moda dei tablet, che pare stia finendo come tutte le mode del resto, ha creato una certa confusione nella mente dell'utente, che ora non sa bene quale dei due lati di questi aggeggi sia il migliore o preferibile per lui. Secondo me il tablet resterà per sempre tale e non potrà mai minimamente avvicinarsi alla potenza e duttilità di un computer, fisso o laptop che sia. É e rimarrà sempre un prodotto limitato di fruizione e mai di produzione. Per quest'ultima ragione non scambierei mai un MacBook Air con un tablet Chiaramente se voglio un tablet, allora mi compro un tablet non un mostruoso ibrido xenomorfo
deggial27 Dicembre 2014, 12:53 #7
Originariamente inviato da: Eress
Il solito discorso su questo genere di prodotti ibridi, che alla fine non sono né carne né pesce.
La moda dei tablet, che pare stia finendo come tutte le mode del resto, ha creato una certa confusione nella mente dell'utente, che ora non sa bene quale dei due lati di questi aggeggi sia il migliore o preferibile per lui. Secondo me il tablet resterà per sempre tale e non potrà mai minimamente avvicinarsi alla potenza e duttilità di un computer, fisso o laptop che sia. É e rimarrà sempre un prodotto limitato di fruizione e mai di produzione. Per quest'ultima ragione non scambierei mai un MacBook Air con un tablet Chiaramente se voglio un tablet, allora mi compro un tablet non un mostruoso ibrido xenomorfo

Io invece vado nella direzione opposta:
voglio UN prodotto, che mi faccia da computer e smartphone.

Quindi uno smartphone con su processore X86, Windows 8.1 (e poi 10), massimo 5" di diagonale, e poi una docking station che mi dia porte lan, dvi, qualche usb.

Così in giro lo uso come smartphone, in ufficio come pc.
Eress27 Dicembre 2014, 15:10 #8
Originariamente inviato da: deggial
Io invece vado nella direzione opposta:
voglio UN prodotto, che mi faccia da computer e smartphone.

Allora devi aspettare per il prossimo modello che uscirà a breve: Utopia
deggial27 Dicembre 2014, 15:47 #9
Originariamente inviato da: Eress
Allora devi aspettare per il prossimo modello che uscirà a breve: Utopia


Lo sto aspettando da anni :P
per un aggeggio del genere (smartphone + pc) potrei anche spendere un cifra folle come 500 - 600€
corvazo27 Dicembre 2014, 17:03 #10
Ogni anno vendono più tablet degli anni precendenti, per certe professioni e studenti è diventato quasi obbligatorio averne uno e tenersi aggiornati. Poi ci sono quelli che pensano di poter fare tutto quello che facevano col vecchio notebook prendendo un tablet, così il mercato oltre al laptop venderà loro in più un tablet. Per alcuni una moda, per altri una necessita.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^