Sulla strada di Google Chromebook c'è l'ostacolo ChromiumPC

Sulla strada di Google Chromebook c'è l'ostacolo ChromiumPC

Per Google ci sarebbero problemi legali nell'utilizzo del nome Chromebook; ISYS Technologies ha richiesto l'intervento della giustizia americana

di pubblicata il , alle 14:51 nel canale Portatili
GoogleChromebook
 

Ormai prossimi alla disponibilità reale dei primi notebook basati su Chrome OS, per Google si prefigurano all'orizzonte possibili problemi legali. Come spesso accade nel mondo ICT a creare problemi sono i nomi dei prodotti, gli eventuali marchi registrati e una serie di altre problematiche che puntualmente emergono solo nei casi di successo. Tanto per fare un esempio citiamo la questione relativa al marchio "netbook" che ha visto contrapposte Intel e Psion.

Nel caso specifico è ISYS Technologies ad aver richiesto l'intervento della giustizia americana per un problema relativo al termine Chromebook. Nel provvedimento sarebbero anche coinvolte Samsung, Amazon, Acer e BestBuy in qualità di partner e distributori per l'azienda di Mountain View.

La controversia nasce dal fatto che SYS Technologies ha annunciato e lanciato a maggio del 2011ChromiumPC, un portatile sviluppato proprio per l'utilizzo di Chrome OS. Per questo prodotto è stata richiesta anche la registrazione del marchio ChromiumPC e pare che proprio in questa fase sia stata Google a creare problemi alla stessa SYS Tecnologies. Sulla vicenda ci sono dei punti ancora oscuri anche se è verosimile il raggiungimento di un accordo tra le parti.

Nel frattempo i primi Chromebook di Samsung sono attesi nelle prossime settimane. C'è attesa anche per i prodotti Acer preannunciati alcune settimane fa, ma dei quali in realtà si hanno ben pochi dettagli.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pabloski14 Giugno 2011, 14:54 #1
direi che sulla strada di chromiumpc c'è chromebook

chromium è un marchio registrato di google suppongo, quindi questi tizi semplicemente la stanno sparando grossa

WillianG8314 Giugno 2011, 15:12 #2
Originariamente inviato da: pabloski
direi che sulla strada di chromiumpc c'è chromebook

chromium è un marchio registrato di google suppongo, quindi questi tizi semplicemente la stanno sparando grossa


Come fai a sparare a zero se tu sei il primo a dire che non sai un bel niente e parli solo per sentito dire. Tu stesso dici di suppore chi ha registrato o no e a te basta questo per giudicare....
ld5014 Giugno 2011, 15:12 #3
Originariamente inviato da: pabloski
direi che sulla strada di chromiumpc c'è chromebook

chromium è un marchio registrato di google suppongo, quindi questi tizi semplicemente la stanno sparando grossa


non mi stupirebbe se fosse vero, visto che google non è nuova a scorrettezze ad esempio il mancato supporto a youtube su Windows Phone 7.
gas7814 Giugno 2011, 15:30 #4
Originariamente inviato da: ld50
non mi stupirebbe se fosse vero, visto che google non è nuova a scorrettezze ad esempio il mancato supporto a youtube su Windows Phone 7.


cosa vuol dire il mancato supporto di youtube su Windows phone 7 ?
Malmst33n[RPM]14 Giugno 2011, 15:55 #5
ahah! che comiche, come mi diverto a leggere perle di saggezza sconfusionate!
Ma tacere e fare una parola in meno no eh?!
Che popolo di saputoni!
Talmente bravi a criticare e massacrare ogni cosa..
XSonic14 Giugno 2011, 19:24 #6
Originariamente inviato da: Malmst33n[RPM]
ahah! che comiche, come mi diverto a leggere perle di saggezza sconfusionate!
Ma tacere e fare una parola in meno no eh?!
Che popolo di saputoni!
Talmente bravi a criticare e massacrare ogni cosa..
L'asino disse al bue...
frankie14 Giugno 2011, 19:30 #7
A quando un acquisizione?
Kumalo14 Giugno 2011, 20:46 #8
Originariamente inviato da: WillianG83
Come fai a sparare a zero se tu sei il primo a dire che non sai un bel niente e parli solo per sentito dire. Tu stesso dici di suppore chi ha registrato o no e a te basta questo per giudicare....


Odio questi interventi da maestra mestruata dell' asilo quindi ti zittisco subito, Chromium e' un nome registrao da Google in quanto il progetto Chromium era il browser Chrome in Apha e poi beta su piattaforme Linux, dato che l'ho utilizzato fin dagli albori dei tempi.

Cya
LMCH14 Giugno 2011, 20:48 #9
Originariamente inviato da: gas78
cosa vuol dire il mancato supporto di youtube su Windows phone 7 ?


Credo che si riferisca alle lamentele di Microsoft.

Di solito per vedere youtube serve flash player o un plugin ad hoc, WP7 non ha ancora flash player (dovrebbe arrivare, in giro so trovano le beta) ed allora Microsoft ha fatto un suo plugin per IE per WP7.

Ma non finisce qui, Microsoft ha [U]sollevato proteste formali presso la Commissione Europea nei confronti di Google[/U]; il motivo è che con il suo plugin non può accedere alle funzioni per dispositivi mobili per eseguire ricerche e statistiche sui contenuti di YouTube (può visualizzare i video ma ha limitazioni sul resto).

Il motivo per cui Google non gli permette di farlo è che Microsoft è un concorrente diretto di Google nel settore dei motori di ricerca e come se non bastasse ci sono già stati problemi riguardo Bing che "migliorava le ricerche" appoggiandosi su Google.

Visti i precedenti e visto che non c'è alcun contratto tra i due, Google ha semplicemente fatto valere i proprio diritti.

Vi ricordate tutte le volte che in altre discussioni mi sono lamentato della manzanza di uno straccio di NDK per WP7 aperto alle terze parti?

Ecco, se vi chiedete da cosa deriva il ritardo dell'uscita di flash player per WP7 è altamente probabile che sia proprio per quello e qui vedete cosa succede quando è Microsoft ad implementare da se quello che farebbe meglio a lasciar fare a terze parti visto a cosa possono portare certi suoi conflitti d'interessi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^