offerte prime day amazon

Stime di vendita in calo per i notebook a inizio 2013

Stime di vendita in calo per i notebook a inizio 2013

Rimane forte l'interesse dei consumatori per tablet e smartphone, dinamica che porta ad una revisione verso il basso delle stime di vendita dei notebook per i primi 3 mesi del prossimo anno

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Portatili
 

I primi 3 mesi del 2013 vedranno una domanda per sistemi notebook in calo rispetto alle previsioni, stando alle informazioni raccolte tra i produttori asiatici riprese da sito Digitimes. Sono diverse le cause che portano a questo tipo di stima aggiornata:

  • forte richiesta da parte dei consumatori per smartphone e tablet: questa è una dinamica di mercato ben nota che ha portato nel corso di tutto il 2012 ad una contrazione nelle vendite di sistemi PC tradizionali;
  • domanda di nuovi sistemi basati su sistema operativo Windows 8 inferiore alle iniziali previsioni;
  • scorte di magazzino di sistemi basati su sistema operativo Windows 7 che sono rimaste su valori ancora elevati: questo implica operazioni di riduzione nei prezzi così da liberarsi della produzione eccessiva degli scorsi mesi.

Tutto questo ha ripercussioni sui listini, che sono diventati sempre più competitivi: non è difficile riuscire ad acquistare notebook con architettura dual core e un buon set di funzionalità complessive a prezzi che partono anche da 349€ IVA inclusa.

Un segmento di mercato che sembra soffrire in modo marginale del mutato interesse dei consumatori è quello dei nuovi sistemi notebook basati su OS Windows 8, abbinati a display con interfaccia touch. In questo caso la domanda è così importante da avere problemi di produzione insufficiente, benché nel complesso questa tipologia di prodotti abbia una incidenza ancora molto contenuta in termini di volumi complessivi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bongo7420 Dicembre 2012, 17:00 #1
prima c'era la moda del netbook, ora del tablet
la gente si muove per mode + che per bisogno
rockroll21 Dicembre 2012, 06:01 #2

Non solo moda


Daccordo, è una moda, quindi appannaggio dei "ragazzotti brufolosi" che amano confrontare chi ce l'ha più lungo esibendo i loro gadget quando si riuniscono (appositamente) nelle piazze più "in" convenute.

Ma è anche un discorso di saturazione: chi è che al giorno d'oggi non ha un Desktop o un Laptop? A suo tempo in famiglia piuttosto si tirava cinghia, ma il nobile rampollo doveva necessariamente avere il suo computer, oltre ovviamente al classico telefonino.
A mercato ormai in saturazione di prodotti che erano un "must" qualche anno fa, è ovvio che ora i nobili rampolli vengano riforniti con qualcosa di diverso.
Discorso più serio merita chi il computer lo usa per lavoro o per attività più sostanziose che non la mera esibizione del gadget, ma il risultato è lo stesso, la saturazione dei computer tradizionali, accoppiata a qualche possibilità di utilizzo più immediata in mobilità per i nuovi Tablet/Smart/xxxPhone portano al momenteneo boom di tali oggetti e conseguente calo se non crollo di piattaforme tradizionali, in particolare i notebook (e netbook) che come prodotti d'uso in mobilità si scontrano con le tendenze attuali.

Sarà, ma un sacrosanto PC desktop con tanto di monitor LCD HD e non Touch (quindi al bando Win 8) e con tanto di tastiera e mouse, con tutte le prestazioni e possibilità e varianti del caso, per me e per chi ha ancora passione per la vera Informatica è un qualcosa che non può morire e non morirà mai!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^