SLI power: un nuovo approccio per NVIDIA

SLI power: un nuovo approccio per NVIDIA

SLI potrebbe diventare un acronimo non solo di maggiore potenza elaborativa, ma anche di superiore flessibilità nel risparmio energetico

di pubblicata il , alle 09:56 nel canale Portatili
NVIDIA
 

La sigla SLI è da molto tempo utilizzata da NVIDIA, e dai suoi partner, quale segno distintivo di una superiore potenza elaborativa. Del resto, alla base dell'approccio SLI troviamo l'utilizzo abbinato di due schede video, così da raddoppiare almeno teoricamente la potenza a disposizione del sistema.

SLI, tuttavia, potrebbe non implicare solo superiori prestazioni velocistiche, ma anche una più elevata flessibilità di utilizzo di un dispositivo.

Stando a quanto anticipato dal sito Laptop Logic, NVIDIA potrebbe infatti implementare una nuova tecnologia attualmente indicata con il nome di SLI Power, ma che potrebbe acquisire un differente marchio nel momento in cui dovesse debuttare sul mercato.

NVIDIA potrebbe integrare nelle soluzoni notebook due distinti chip video: uno integrato nel north bridge del chipset, da utlizzarsi in tutti quegli ambiti applicativi nei quali il sistema richiede il minimo consumo di batteria.

Il secondo chip video sarebbe una tradizionale soluzione della famiglia GeForce Go, quindi destinata ad essere utilizzata nel momento in cui il sistema viene alimentato da rete elettrica o si richiedono le più elevate prestazioni velocistiche possibili con applicazioni 3D.


switch meccanico del notebook Sony per la gestione del chip video

Un approccio di questo tipo è già stato sperimentato da Sony con i notebook della serie SZ; in questo caso lo switch avviene tra chip video integrato nel chipset Intel e scheda video GeForce Go 7400. Il passaggio tra i due sottosistemi video avviene attraverso uno switch meccanico posto sopra la tastiera, e richiede necessariamente il riavvio del sistema.

Come si nota dal grafico di analisi del consumo, l'utilizzo del chip video integrato nel notebook Sony Vaio VGN SZ1XP permette un contenimento del consumo, rispetto all'abbinamento con la soluzione GeForce Go 7400.

L'approccio NVIDIA, stando alle indiscrezioni disponibili, avverrebbe invece con una parte hardware ed una software, con un passaggio immediato tra i due chip video senza richiede un riavvio del sistema. L'ostacolo principale sembra sia la gestione driver da parte del sistema operativo; è possibile che una funzionalità di questo tipo possa venir implementata in concomitanza con la disponibilitò del sistema operativo Windows Vista.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ArusMC20 Luglio 2006, 09:59 #1
ma si dai... mettiamoci a switchare tra le gpu invece di realizzarne a basso consumo!!! :x

k4rl20 Luglio 2006, 10:01 #2
molto interessante, si potrebbe finalmente avere PC con autonomia molto lunga, ma allo stesso tempo anche una potenza video x fare qualsiasi cosa!!!
MaxArt20 Luglio 2006, 10:04 #3
Mmm, più che altro dovrebbero fare più come per i processori: se non serve potenza, la GPU cala di frequenza e di tensione.
Aryan20 Luglio 2006, 10:14 #4
Originariamente inviato da: MaxArt
Mmm, più che altro dovrebbero fare più come per i processori: se non serve potenza, la GPU cala di frequenza e di tensione.

Esiste già!
Aryan20 Luglio 2006, 10:15 #5
Sbaglio o sembra un ritorno al passato? Scheda 2D e poi la 3D quando si gioca(3Dfx RULEZ!)!

Nell'articolo si dice che quella 3D è una tradiziona GFgo, quindi l'altra non è una delle solite, quindi si può supporre che sia una VGA lite...
AndreaG.20 Luglio 2006, 10:18 #6
Originariamente inviato da: ArusMC
ma si dai... mettiamoci a switchare tra le gpu invece di realizzarne a basso consumo!!! :x



Perchè scusa un chipset intel per portatile + scheda video goforce quanto consumano?
rampas20 Luglio 2006, 10:34 #7
secondo me è una cosa buona ma che si muovano a cambiare tecnologia delle batterie quello è il problema, che le facciano al plutonio, atomiche o come cavolo vogliono ma che durino 20h
dwfgerw20 Luglio 2006, 10:38 #8
E' impressionante notare come SLi si sia imposto prima come standard per le prestazioni ed ora la sua versatilità sta consentendo di diversificarne l'uso. Un notebook che, quando serve offre prestazioni 3D con relativi consumi e, quando non c'e' bisogno, consuma come una soluzione senza GPU discreta. Notevole
Ratatosk20 Luglio 2006, 10:53 #9
Sono sul mercato da tempo anche portaili CDC con doppio chip video switchabile (a freddo), non è una novità in senso stretto ma il fatto che nVidia stessa si imponga di percorrere questa strada è un buon passo per standardizzare l'idea e renderla più diffusa.
picard8820 Luglio 2006, 10:53 #10
ottima proposta..però visto che si è menzionato vista, per sfruttare il desktop 3d ho paura che il sistema, riconosciuta l'applicazione 3d, metta in funzione la scheda ge force..mi auguro smentite alla mia ipotesi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^