Sistemi notebook Dell: li produrrà Asustek

Sistemi notebook Dell: li produrrà Asustek

Asustek a partire dalla prossima estate produrrà notebook commissionati da Dell

di pubblicata il , alle 09:05 nel canale Portatili
Dell
 

Il variegato mondo dei sistemi notebook, costituito da una gran quantità di brand e soluzioni, ad un'osservazione più attenta rivela qualche inattesa sorpresa. In realtà dietro a un gran numero di brand differenti si celano i medesimi produttori, ovvero, dalle stesse linee produttive escono sistemi commercializzati da marchi differenti e tra loro concorrenti.

Digitimes.com ha riportato nelle scorse ore una notizia che riconferma, qualora ve ne fosse bisogno, la situazione descritta poco sopra: Asustek inizierà a produrre dal prossimo mese di giugno pc per conto di Dell. La commessa è di circa 120.000 unità mese ed è destinata a salire per meglio fronteggiare il fisiologico aumento delle vendite tipico degli ultimi trimestri di ogni anno.

Asustek, dopo aver prodotto sistemi per conto di Apple, si riconferma a vertici della classica dei produttori di notebook ma, a fianco dei sistemi costruiti per altri, da tempo propone ad alcuni mercati soluzioni a proprio brand. In merito a questa attività, DigiTimes.com riporta un progetto relativo alla produzione di sistemi basati sulla piattaforma Classmate di Intel.

Stando alle poche informazioni ad oggi disponibili, il Classmate firmato Asus avrà un display da 7 pollici di diagonale, cou e chipset non meglio definiti e un'unità di storage solid state da 1GB fino a 40GB di capienza. Proprio quest'ultimo componente avrà maggior impatto sul prezzo finale del prodotto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Kuarl16 Aprile 2007, 09:26 #1
se non sbaglio asus produce pure i vaio di sony, che in quanto a volumi di vendita è in top 3...

va a finire che i portatili della zona alta della classifica sono in maggioranza prodotti da asus... fra i due litiganti il terzo gode
exec16 Aprile 2007, 09:29 #2
Piattaforma cassmate di UNTEL??? lol hihi
khelidan198016 Aprile 2007, 09:38 #3
Non per far polemica,ma gli articoli andrebbero riletti almeno una volta,è pieno zeppo di errori!
Tasslehoff16 Aprile 2007, 10:20 #4
Originariamente inviato da: Kuarl
va a finire che i portatili della zona alta della classifica sono in maggioranza prodotti da asus... fra i due litiganti il terzo gode
Zona alta della classifica?
Naaaa, non mi pare che Asus produca Thinkpad
giamo7416 Aprile 2007, 10:21 #5
Originariamente inviato da: khelidan1980
Non per far polemica,ma gli articoli andrebbero riletti almeno una volta,è pieno zeppo di errori!



non manca mai chi sottolinea l'errore ortografico, tra l'altro sono refusi più che errori (la i e la u sono limitrofe sulla qwerty), e star sempre lì ad evidenziarli è anche poco cortese, per non dire che quasi di degenera nella maleducazione.

PS. "dante per dante" dopo la virgola serve lo spazio, e questo non è un refuso, è proprio un errore
"gli articoli" è plurale, "è pieno zeppo" è singolare, aiaiaiai, grammatica fai te? no grammatour? aiaiaia!
...e fu cosi che o' ciucc chiammaie recchialonga o' cavall ghghgh

non volevo essere offensivo, sia chiaro, ma irritarti un pò, si!
Ogni tanto fà bene scendere dalla cattedra e provare "l'altro lato", quello del bersaglio

per quanto rigurda asus, a mio avviso, produce alcuni tra i migliori notebook sul mercato, e checcè se ne dica, l'assistenza tecnica, almeno con me, ha sempre lavorato egregiamente
Silvia16 Aprile 2007, 10:51 #6
Asus realizza solitamente buoni prodotti: Dell (come altri..) ha scelto un buon partner.


OT
Ci sono tanti modi di criticare gli inevitabili errori che commette chi scrive, ma ci sono anche tanti modi di farlo presente: personalmente ritengo che una frase scherzosa, oltre a stemperare l'atmosfera, sia molto più costruttiva che certi, peraltro grammaticalmente scorretti, commenti, oltretutto completamente OT.
Fine OT

Ciao a tutti
mecca16 Aprile 2007, 11:49 #7
io sono stato un felice possessore di due pc asus ed ora ho un toshiba appena avro òla possibilità cambierò il mio portatile o con un vaio o con un ibm che a mio parere sono i top
magilvia16 Aprile 2007, 12:05 #8
non manca mai chi sottolinea l'errore ortografico, tra l'altro sono refusi più che errori (la i e la u sono limitrofe sulla qwerty), e star sempre lì ad evidenziarli è anche poco cortese, per non dire che quasi di degenera nella maleducazione.

Ma per favore, a parte che aspettarsi una rilettura da chi scrive articoli è proprio il minimo, dimostrano di scrivere in fretta, senza rileggere ma addirittura senza avvalersi di un correttore ortografico (basterebbe fare copia incolla da word, sono anni che lo dico). Considerando che ci degnano di tanta poca considerazione direi che la scortesia è più che meritata.
NoX8316 Aprile 2007, 12:15 #9
Secondo me Asus produce notebook di media qualità, almeno a proprio brand. E' invece indiscutibile che, su specifica di chi commissiona i prodotti ad Asus stessa, quest'ultima possa produrre ciofeche (vedi Acer) e ottimi prodotti (vedi appunto Dell).

P.S.

Nel dubbio che chi fa notare i troppi errori di grammatica e di inosservanza venga preso di mira e bersagliato da chi farà l'errore opposto, mi aggiungo anch'io onestamente sulla riga di "magilvia" dicendo che secondo me basterebbe una buona rilettura post-scrittura per ovviare a troppi sbagli negli articoli. Voglio dire, è stato corretto lo sbaglio "UNTEL" con "INTEL", ma permangono errori tipo "classica" al posto di "classifica" e "cou" al posto di "cpu". Onestamente se non sono errori di mancata rilettura questi...

Per una modica cifra mensile mi offro volontario per correggere gli articoli dopo che sono stati pubblicati
JohnPetrucci16 Aprile 2007, 12:38 #10
Ultimamente Asus sembra produrre di tutto per tutti, incrementando di continuo le quote, ma gli altri produttori cosa fanno dormono?
Se si continua così si arriverà al monopolio....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^