Self Refresh: anche gli schermi aumentano l'autonomia

Self Refresh: anche gli schermi aumentano l'autonomia

Attesa sul mercato tra un paio di anni, questa tecnologia permetterà di contenere i consumi dei display soprattutto con contenuti statici, aumentando l'autonomia con batteria

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 16:22 nel canale Portatili
 

Una delle più interessanti dimostrazioni tenute da Intel durante i keynote del proprio Developer Forum 2011 è basato sulla tecnologia Self Refresh, che verrà adottata in futuri display sviluppati da LG basati su pannello Shuriken e in prospettiva anche da altre aziende.

Il fine di questa tecnologia è quello di contenere il consumo complessivo attraverso una più efficace gestione del collegamento tra PC, GPU e schermo stesso in funzione del tipo di immagini che vengono da quest'ultimo mostrate. Se quanto riprodotto è in movimento l'aggiornamento dello schermo deve avvenire costantemente, come ad esempio durante la riproduzione di un flusso video; se invece si visualizza qualcosa di statico, come ad esempio una galleria di immagini, lo schermo continuerà a riprodurre sempre la stessa immagine per un lungo periodo.

La tecnologia Self Refresh opera in modo molto semplice: nel momento in cui lo schermo deve visualizzare un'immagine statica viene interrotto il collegamento diretto tra display e GPU, permettendo a GPU e CPU di entrare in modalità sleep. L'immagine statica viene caricata direttamente dalla memoria locale integrata nel display, opportunamente inserita per questo scopo.

La risultante, stando a quanto anticipato da Intel nel corso del Keynote, è un contenimento dei consumi sino a 500mW, quantitativo che può sembrare contenuto ma che in funzione dei pattern d'uso del sistema può portare ad un aumento della durata della batteria compreso tra 45 e 60 minuti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nick09115 Settembre 2011, 16:32 #1
mi sembra una cosa intelligente, ma non capisco cosa c'entra il pannello
dav1deser15 Settembre 2011, 16:37 #2
Se CPU e GPU sono in sleep vuol dire che non stanno più inviando informazioni al monitor, un monitor normale quindi non mostrerebbe più alcun'immagine, un monitor con questa tecnologia invece sa che deve continuare a mostrare la stessa immagine.
nick09115 Settembre 2011, 16:40 #3
Originariamente inviato da: dav1deser
Se CPU e GPU sono in sleep vuol dire che non stanno più inviando informazioni al monitor, un monitor normale quindi non mostrerebbe più alcun'immagine, un monitor con questa tecnologia invece sa che deve continuare a mostrare la stessa immagine.

giusto
grazie
Willy_Pinguino15 Settembre 2011, 18:14 #4
hummm... e se parte il salvaschermo???

questo per dire quanto la tecnologia corre, l'uomo resta appiccicato a concetti vecchi per pigrizia e la formazione (o informazione) costante é un utopia...

il salvaschermo che serviva a non bruciare i fosfori dei monitor di 15 anni fa ora potrebbe arrivare ad accorciare la vita delle nostre future batterie nel momento in cui questa tecnologia entrerà nella catena produttiva...
SuperSandro15 Settembre 2011, 18:17 #5
Se le informazioni sono statiche - e quindi la GPU viene "bypassata" dalla memoria interna del display, il vantaggio dovrebbe essere costituito da un consumo minore di quest'ultima rispetto a quello necessario alla GPU per mantenere "in vita" l'immagine sul display.

Ho però notato (ma forse è solo un caso mio particolare) che anche se osservo una schermata statica (come un giornale on-line) in realtà non sto mai fermo: faccio scorrere le barre laterali, evidenzio testo, passo da una scheda all'altra e così via. Ovvio che se lascio la postazione per prendere un caffè, lo schermo rimane fisso (a meno che non intervenga uno screen-saver animato).

Indipendentemente dalle mie azioni, in una schermata on-line ci sono quasi sempre animazioni (banner, ecc.).

Anche in un documento di Word "immobile" c'è comunque il cursore che lampeggia e dovrebbe impedire alla memoria interna di entrare in funzione.

In definitiva, mi chiedo se - nell'utilizzo normale - il passaggio continuo della GPU tra la fase dormiente e quella da sveglia non generi un aumento del consumo che non se fosse sempre attiva.
Kino8715 Settembre 2011, 18:34 #6
Originariamente inviato da: SuperSandro
In definitiva, mi chiedo se - nell'utilizzo normale - il passaggio continuo della GPU tra la fase dormiente e quella da sveglia non generi un aumento del consumo che non se fosse sempre attiva.


Beh, dipende da che intendi per utilizzo "normale". Per un utente che usa il computer normalmente no, per un computer usato in negozi per slideshow, presentazioni in aziende/università e altre cose simili può avere la sua utilità... è un pò come la tecnologia che disattiva lo schermo se rivela che non c'è nessuno davanti: sugli schermi normali nemmeno si prendono la pena di implementarla, in quelli dedicati ad uso d'ufficio si e non metto nemmeno in dubbio che i 10-20-50€ in più che può venir fatta pagare una tecnologia simile si ripaghi velocemente in termini di consumi/preservazione dello schermo nel tempo
SuperSandro15 Settembre 2011, 18:41 #7
Originariamente inviato da: Kino87
Beh, dipende da che intendi per utilizzo "normale" (...omissis...) non metto nemmeno in dubbio che i 10-20-50€ in più che può venir fatta pagare una tecnologia simile si ripaghi velocemente in termini di consumi/preservazione dello schermo nel tempo


Osservazione corretta, ma un notebook è usato generalmente per uso personale. E poi, dubito fortemente che il prezzo finale di vendita aumenti solo di 50 euro.

Comunque, ben vengano soluzioni per il risparmio energetico. Se però smettessero di fare processori e GPU sempre più potenti (e generalmente sottoutilizzati dai più ma si concentrassero sul risparmio energetico degli stessi si risparmierebbe molto, molto, molto di più.

O no?
OldDog15 Settembre 2011, 19:04 #8
Originariamente inviato da: SuperSandro
Ho però notato (ma forse è solo un caso mio particolare) che anche se osservo una schermata statica (come un giornale on-line) in realtà non sto mai fermo: faccio scorrere le barre laterali, evidenzio testo, passo da una scheda all'altra e così via. Ovvio che se lascio la postazione per prendere un caffè, lo schermo rimane fisso (a meno che non intervenga uno screen-saver animato).

Indipendentemente dalle mie azioni, in una schermata on-line ci sono quasi sempre animazioni (banner, ecc.).

Anche in un documento di Word "immobile" c'è comunque il cursore che lampeggia e dovrebbe impedire alla memoria interna di entrare in funzione.

La notizia spiega che il nuovo pannello accederebbe a una memoria dedicata per attingere all'immagine mostrata. Il blink del cursore non richiede l'intervento di una GPU, così come la visualizzazione di una parte di una immagine più grande ma già in memoria (lo scroll di un testo word, per es.), che richiede un banale trasferimento cache RAM - schermo.
Animazioni e banner: dipende se sono cicli di un set di immagini, pensa alle gif animate come gli smile che compaiono qui a fianco della finestra di edit dei messaggi del forum. In quel caso sono solo delle "slide" cicliche perfettamente memorizzabili in cache e semplicemente alternate in visione.
Nulla che richieda un disegno vettoriale via GPU, l'applicazione di una texture o il calcolo delle luci ed ombre in tempo reale, come in un videogioco.
Ovviamente, premesso che a quanto ne so i display comuni non possono lavorare in questo modo, non avendo possibilità autonoma di mantenere e maneggiare la cache video come è descritto nell'articolo.
birmarco15 Settembre 2011, 19:32 #9
Originariamente inviato da: OldDog
La notizia spiega che il nuovo pannello accederebbe a una memoria dedicata per attingere all'immagine mostrata. Il blink del cursore non richiede l'intervento di una GPU, così come la visualizzazione di una parte di una immagine più grande ma già in memoria (lo scroll di un testo word, per es.), che richiede un banale trasferimento cache RAM - schermo.
Animazioni e banner: dipende se sono cicli di un set di immagini, pensa alle gif animate come gli smile che compaiono qui a fianco della finestra di edit dei messaggi del forum. In quel caso sono solo delle "slide" cicliche perfettamente memorizzabili in cache e semplicemente alternate in visione.
Nulla che richieda un disegno vettoriale via GPU, l'applicazione di una texture o il calcolo delle luci ed ombre in tempo reale, come in un videogioco.
Ovviamente, premesso che a quanto ne so i display comuni non possono lavorare in questo modo, non avendo possibilità autonoma di mantenere e maneggiare la cache video come è descritto nell'articolo.


Non credo che la cache memorizzi sequenze di slide, semplicemente se l'immagine rimane la stessa per un tot di tempo la GPU e la CPU vengono spente. Ad esempio quando rimani fisso a leggere il contenuto di una pagina statica sul web oppure quando hai tutte le applicazioni aperte e lasci il desktop di Windows oppure guardi delle foto ecc...
MiKeLezZ15 Settembre 2011, 20:26 #10
Originariamente inviato da: Willy_Pinguino
hummm... e se parte il salvaschermo???

questo per dire quanto la tecnologia corre, l'uomo resta appiccicato a concetti vecchi per pigrizia e la formazione (o informazione) costante é un utopia...

il salvaschermo che serviva a non bruciare i fosfori dei monitor di 15 anni fa ora potrebbe arrivare ad accorciare la vita delle nostre future batterie nel momento in cui questa tecnologia entrerà nella catena produttiva...
generalmente i portatili non hanno il salvaschermo, ma abbassano la luminosità e poi spengono direttamente lo schermo
sul fisso ho impostato la stessa modalità
se poi purtroppo c'è chi continua ad usare il salvaschermo... ma d'altronde c'è ancora chi non ha capito come si va in macchina nelle rotonde... quindi è un problema un po' più generalizzato

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^