Samsung Sens Q40: notebook a raffreddamento passivo

Samsung Sens Q40: notebook a raffreddamento passivo

Samsung ha presentato un sub-notebook raffreddato passivamente

di pubblicata il , alle 12:24 nel canale Portatili
Samsung
 

Samsung ha presentato un nuovo notebook dalle caratteristiche decisamente interessanti. Il nuovo Sens Q40 non stupisce per le caratteristiche prestazioni ma per una caratteristica costruttiva decisamente insolita: è dotato esclusivamente di sistemi di raffreddamento passivi.

Questo particolare è stato possibile attraverso un'accurata progettazione meccanica e conseguente scelta dei materiali. Anche le componenti hardware hanno però dato il loro contributo infatti il processore Intel Core Solo U1400 costruito con tecnologie ULV (ultra low voltage) si contraddistingue per una ridotta dissipazione termica.

Come riporta Softpedia.com, Samsung ha scelto per il Sens Q40 un hard disk da 60Gbytes e un quantitativo di memoria ram pari a 1Gbyte, mentre per il sottosistema video non sono al momento disponibili dettagli ma è presumibile l'adozione di una soluzione integrata nel chipset Intel.

I subnotebook come il Sens Q40 sono generalmente caratterizzati da dimensioni e peso assai ridotti e rappresentano una piccola nicchia del mercato. Spesso in tale settore si ritrovano soluzioni tecnologicamente assai interessanti, proprio per la caratteristica elitaria che contraddistingue alcuni modelli.

Il notebook di Samsung non è certo una novità assoluta. A tal proposito vi segnaliamo i modelli di Panasonic di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tarek08 Novembre 2006, 12:36 #1
ma già il vecchio samsung così come il suo clone dell latitude x1 erano passivi..
NuT08 Novembre 2006, 13:02 #2
Già. Chissà se si potrà acquistare mai in Italia questo Sens Q40?

E poi che fine ha fatto il Latitude X1?
frankie08 Novembre 2006, 13:20 #3
Questi sono portatili altro che 7800go... e schermi da 17, il vero portatile si deve portare facilmente e soprattutto RAFFREDDAMENTO passivo

Poi ovvio de gustibus, ma per me il ektop è il desktop e il portatile deve fare il portatile
davidon08 Novembre 2006, 13:23 #4
sslazio08 Novembre 2006, 13:24 #5
è giusto che esistano portatili di questo tipo ma anche degli ibridi e dei desktopreplacement.
Ad esempio mio cugino ha optato per un desktopreplacement discutibilissimo un ACER con ATHLON 64 che scalda come un somaro e pesa un accidente ma visto che lo tiene sempre a casa e di fatto fa il computer di casa va benissimo così.
Io ad esempio ho una via di mezza che ha parecchie prestazioni un DOTHAN a 1800 però unito a dimensioni e peso ridotto grazie al fatto che la scheda video fa cagare per giocare una 6400go.
insomma ad ogniuno il suo.
Hellraiser8308 Novembre 2006, 13:29 #6
infatti pure il mio panasonic e completamente passivo...
gia1208 Novembre 2006, 13:55 #7
Si ma.... piccolo particolare: Samsung in Italia non vende i sui computer. E mi son sempre chiesto perchè, visto che la sua presenza in Italia è più che massiccia per tutto il resto. Qualcuno lo sa? http://www.samsungcomputer.com
brikkio08 Novembre 2006, 14:02 #8
E quando un computer così monterà anche un hard disk a stato solido... allora si che sarà nato il mio NOTEBOOK... sarebbe veramente una grandissima cosa !!!
Fx08 Novembre 2006, 15:20 #9
ma un portatile piccolo con core ULV, display a led e batteria da pentium 4 nessuno lo fa? peserebbe 2.5 kg al posto che 1.5 ma durerebbe 15/20 ore
Hellraiser8308 Novembre 2006, 19:06 #10
e ti pare poco quasi il doppio del peso??? cmq nn vi pensate che un notebook piccolo sia tutta sta gran cosa. ho preso da poco un panasonic 10,4" dal giappone... 1kg e 5 ore e mezza di autonomia con wi-fi attivato... pero scrivere con quella tastiera microscopika e un impresa. senza contare le ore perse a rimappare la tastiera giapponese...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^