Risoluzioni sempre più elevate per gli schermi dei notebook

Risoluzioni sempre più elevate per gli schermi dei notebook

Risoluzioni video Full HD e superiori stanno diventando popolari anche nel mercato dei notebook; merito dei display Retina e dell'evoluzione tecnologica nei tablet

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:31 nel canale Portatili
 

Uno dei componenti delle piattaforme notebook che ha registrato poca innovazione nel corso degli ultimi anni è il display. E' strano che un elemento del sistema così importante come lo schermo venga spesso trascurato tanto dai produttori come dai consumatori, preferendo altri componenti alla sola ricerca di una superiore velocità di elaborazione.

Un notebook di fascia media difficilmente propone un pannello, a prescindere dalla diagonale utilizzata, che abbia risoluzione superiore ai 1.366x768 pixel che sono diventati lo standard sul mercato. Una risoluzione di questo tipo è penalizzante per la produttività personale, soprattutto alla luce di quello che con un costo leggermente superiore è accessibile.

Sono infatti presenti notebook di fascia alta che utilizzano display con risoluzione più elevata, giungendo sino a 1920x1080 pixel (oppure 1920x1200 pixel quando viene preferito il rapporto 16:10), ma questi non trovano ancora spazio in sistemi di fascia entry level e media che di fatto rappresentano la maggior parte del mercato.

Questa dinamica sembra destinata quantomeno in parte a cambiare, grazie alla spinta derivata dal successo dei tablet con display da 10 pollici di diagonale abbinati a pannelli dalle risoluzioni elevatissime. Questi modelli stanno diventando un punto di riferimento per l'intero settore, rendendo di fatto quasi una necessità per i produttori di notebook l'utilizzare pannelli adeguati per risoluzione e riproduzione qualitativa onde non sfigurare nel confronto con i tablet di simile fascia di prezzo.

Un esempio di questa direzione viene dalla taiwanese Acer, che in occasione del CES di Las Vegas ha mostrato un prototipo di notebook da 15,6 pollici dotato di pannello IPS da 2.880x1.620 pixel di risoluzione. Pannelli di questo tipo dovrebbero venir utilizzati anche per sistemi All In One, con diagonali che potrebbero raggiungere i 27 pollici.

La spinta portata avanti inizialmente da Apple con i display di tipo Retina, caratterizzati da risoluzioni estremamente elevate e implementati prima nei tablet iPad e in seguito nei notebook MacBook Pro, avrà quindi positive ricadute anche nel settore dei notebook. Accanto a questa dinamica ci attendiamo anche una diffusione delle soluzioni touch screen, grazie alla spinta in questa direzione proveniente dalla diffusione del sistema operativo Windows 8, con pannelli touch di buona qualità complessiva adottati anche in notebook di fascia economica.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AleLinuxBSD18 Gennaio 2013, 08:50 #1
Peccato che la fisica come la matematica non siano un'opinione per cui mettere risoluzioni troppo elevate in schermi di dimensioni contenute significa che qualsiasi uso diverso dalla semplice visione di filmati sarà penalizzante, dato che ovviamente le scritte appariranno minuscole.
Considerando poi che i monitor lcd rendono al meglio solo nella loro risoluzioni nativa, se anche l'utente si divertisse a variarla, otterrebbe si caratteri un po' più grandi, ma qualità peggiore.
Sostanzialmente mossa di marketing.
Eress18 Gennaio 2013, 08:57 #2
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Peccato che la fisica come la matematica non siano un'opinione per cui mettere risoluzioni troppo elevate in schermi di dimensioni contenute significa che qualsiasi uso diverso dalla semplice visione di filmati sarà penalizzante, dato che ovviamente le scritte appariranno minuscole.

Allora saranno un'opinione! Ma l'hai mai provato un retina su schermo 10"? Semmai è l'esatto contrario, è proprio nel testo che guadagni di più rispetto alle risoluzioni convenzionali, se anche il testo risulta leggermente più piccolo alla stessa distanza è nettamente più nitido, direi scolpito rispetto alle normali risoluzioni e la lettura risulta molto più piacevole e rilassante. Un altro mondo, provare per credere.
Come spesso accade, anche in questo caso è Apple ad aprire la strada.
Nautilu$18 Gennaio 2013, 09:05 #3
@alelinux:
Mai sentito parlare di testo vettoriale e icone di dimensioni scalabili?
Abbio18 Gennaio 2013, 09:13 #4
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Peccato che la fisica come la matematica non siano un'opinione per cui mettere risoluzioni troppo elevate in schermi di dimensioni contenute significa che qualsiasi uso diverso dalla semplice visione di filmati sarà penalizzante, dato che ovviamente le scritte appariranno minuscole.
Considerando poi che i monitor lcd rendono al meglio solo nella loro risoluzioni nativa, se anche l'utente si divertisse a variarla, otterrebbe si caratteri un po' più grandi, ma qualità peggiore.
Sostanzialmente mossa di marketing.


Strano che proprio un utente Linux faccia un commento del genere. Il problema è sempre stato che Windows non poteva gestire agilmente DPI diversi da 96, non so cosa sia cambiato in Win 8 ma evidentemente sono stati costretti a ripensarla cosa ed adegarsi a sistemi come Linux che gestiscono da sempre schermi con DPI differenti
(master)18 Gennaio 2013, 09:19 #5
Originariamente inviato da: Eress
Allora saranno un'opinione! Ma l'hai mai provato un retina su schermo 10"? Semmai è l'esatto contrario, è proprio nel testo che guadagni di più rispetto alle risoluzioni convenzionali, se anche il testo risulta leggermente più piccolo alla stessa distanza è nettamente più nitido, direi scolpito rispetto alle normali risoluzioni e la lettura risulta molto più piacevole e rilassante. Un altro mondo, provare per credere.
Come spesso accade, anche in questo caso è Apple ad aprire la strada.


Ma anche no....

il mio portatile da 16" @ 1080p è praticamente "retina", i pixels non si vedono, ed è uscito nel 2009/10, quando la Apple aveva ancora gli schermi con l'effetto sabbioso da pixels, e che ancora oggi ha sugli iMac e Cinema Display.
Aenil18 Gennaio 2013, 09:30 #6
Originariamente inviato da: Nautilu$
@alelinux:
Mai sentito parlare di testo vettoriale e icone di dimensioni scalabili?


esattamente, però se con windows 8 hanno fatto dei progressi sotto questo apetto, sono pur sempre presenti dei piccoli problemi di renderizzazione in alcuni scenari d'utilizzo abbastanza comuni..

un schermo "retina" deve esser pienamente supportato anche dal software se no è finita..
calabar18 Gennaio 2013, 09:43 #7
A mio parere un merito di Apple in questa "evoluzione" c'è.
Non perchè Apple abbia inventato nulla: gli schermi ad alta risoluzione esistono da tempo, ma sono sempre stati relegati a soluzioni costose di fascia alta.
Apple ha il merito di aver fatto arrivare al grande pubblico la percezione che uno schermo ad alta risoluzione non significa solo vedere tutto più piccolo (ok, qualcuno non l'ha ancora capito ), ma anche vedere tutto più definito.
Ora che Apple sta passando agli schermi "retina" sui suoi prodotti, gli altri assemblatori si rendono conto che lasciare gli schermi a risoluzioni pulciose come quelli che oggi in gran parte si vendono altro non fa che far apparire i proprio prodotti ancora più di fascia infima, e per questo si comincia a correre ai ripari.

Colpevole di questo è anche Windows, che da sempre non è stato in grado di gestire adeguatamente le alte definizioni. Con Vista la situazione è migliorata, ma si poteva decisamente fare di meglio.
Win8 ha portato un grande cambiamento, ma purtroppo solo per la nuova interfaccia, mentre la vecchia ha i problemi che aveva in precedenza (come le finestre di dialogo "statiche" ereditate da XP, che sarebbero già dovute sparire con Vista, che invece ne ha sostituito solo alcune, per esempio quella di "Sistema" ).

Morale della favola: ben vengano finalmente gli schermi ad alta definizione, nella speranza che anche Microsoft adatti la parte desktop di Win8 per sfruttarle adeguatamente (a meno che con Win9 la parte Desktop non venga rifatta in versione Modern-UI, che potrebbe essere un'altra soluzione).
Cfranco18 Gennaio 2013, 09:44 #8
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Peccato che la fisica come la matematica non siano un'opinione per cui mettere risoluzioni troppo elevate in schermi di dimensioni contenute significa che qualsiasi uso diverso dalla semplice visione di filmati sarà penalizzante, dato che ovviamente le scritte appariranno minuscole.

Casomai è il contrario, i 1.366x768 sono ottimi per guardare i film e pessimi per lavorare.
10 anni fa si trovavano degli ottimi 1600x1200 ( 4/3 quindi ) da 15" che erano eccezionali per lavorare, purtroppo negli ultimi anni sono diventati di moda questi 16/9 a risoluzione ridicola e hanno infestato pure la fascia professionale, al giorno d' oggi trovare un portatile con monitor di risoluzione decente è diventato difficilissimo e pretender un 4/3 è addirittura impossibile
Nenco18 Gennaio 2013, 09:46 #9
Originariamente inviato da: (master)
Ma anche no....

il mio portatile da 16" @ 1080p è praticamente "retina", i pixels non si vedono, ed è uscito nel 2009/10, quando la Apple aveva ancora gli schermi con l'effetto sabbioso da pixels, e che ancora oggi ha sugli iMac e Cinema Display.


Ma anche si,
visto che si parla di risoluzioni ben maggiori di 1080 su un 16", che come scritto ci sono sempre stati nei notebook di fascia alta,
la news parla della risoluzione dei tablet che fa sfigurare i notebook della stessa fascia di prezzo e qui è proprio stata la apple ad innovare
Marci18 Gennaio 2013, 09:57 #10
Originariamente inviato da: Nautilu$
@alelinux:
Mai sentito parlare di testo vettoriale e icone di dimensioni scalabili?


Sarà fermo a Win 98

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^