Progetto OLPC: tra defezioni e nuove speranze

Progetto OLPC: tra defezioni e nuove speranze

Nonostante i problemi e le defezioni avvenute nell'ultimo periodo, il progetto OLPC prosegue nei propri intenti, nutrendo nuove speranze per il futuro

di Fabio Gozzo pubblicata il , alle 17:26 nel canale Portatili
 

Sin dall'avvio, il progetto One Laptop Per Child non ha avuto certo vita facile: dopo aver inizialmente superato alcuni problemi riguardanti le consegne ed il contenimento dei costi del laptop XO, l'operato dell'organizzazione guidata da Nicholas Negroponte non ha ottenuto il successo sperato. In tal senso, sono piovute dure critiche sull'effettiva utilità del fornire computer a basso costo in paesi dove scarseggiano o mancano del tutto beni e servizi di prima necessità.

Nel corso degli ultimi mesi, il progetto ha dovuto inoltre affrontare numerosi problemi che hanno minato seriamente al conseguimento degli intenti dell'organizzazione di Negroponte: dapprima l'abbandono di Intel, dovuto ad un disaccordo tra la società di Santa Clara e lo stesso Negroponte a causa del portatile Classmate PC, ed in seguito l'assurda causa legale portata avanti da LANCOR, secondo cui OLPC avrebbe violato un brevetto di una tastiera multilingua detenuto dalla compagnia nigeriana.

In ordine temporale, l'ultimo problema risale al mese scorso ed è relativo ad un malfunzionamento della tastiera, rilevato su diversi laptop distribuiti ai clienti che avevano aderito all'iniziativa Give 1 Get 1.

Ma a peggiorare ulteriormente la situazione sono state le recenti defezioni di alcuni membri importanti come Ivan Krstić e Walter Bender, che hanno deciso di allontanarsi dal progetto per motivi di incompatibilità. Tali motivi sono quasi certamente da attribuire alle recenti dichiarazioni di Negroponte, secondo cui si potrebbe sostituire Sugar, l'attuale sistema operativo del laptop XO, con Windows XP.

Il progetto è dunque destinato a non raggiungere mai il successo sperato? Non è detto. L'organizzazione OLPC nutre infatti molte speranze nel nuovo assetto societario e in Charles Kane, nuovo Chief Operating Officier. D'ora in avanti Negroponte si occuperà esclusivamente della ricerca di nuovi fondi e della promozione del progetto, mentre Kane gestirà i problemi di sviluppo e di produzione dei laptop.

Secondo quanto dichiarato da Negroponte, la nomina di Kane a direttore esecutivo consentirà a OLPC di evitare ulteriori distrazioni e di focalizzare l'attenzione su quello che è l'unico e vero obiettivo del progetto: portare istruzione e conoscenza ai bambini dei paesi in via di sviluppo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
faber8005 Maggio 2008, 17:43 #1
se si criticava l'asus eee con Xp, posso solo immaginare quel che si pensa in questo caso: Xp su una sorta di "palmare":

laptop XO

cpu: geode 433mhz
Ram: 256 ddr333
lcd: 7.5'
hd: 1024 MiB SLC NAND



negroponte,..... ma gli mettiamo Vista e nn ne parliamo più ?
Wee-Max05 Maggio 2008, 18:30 #2
questo progetto infatti non va in competizione con eeepc, sono pc che verrano mi pare regalati o comunque venduti a un prezzo bassissimo a bambini del terzo mondo al solo fine dell'istruzione, così anzichè avere un pozzo d'acqua dal quale bere potranno distrarsi guardando qualche video su you tube
imayoda05 Maggio 2008, 18:46 #3
La cosa che davvero mi rammarica è che davanti a progetti nobili come questo ci siano ancora commenti come quelli fatti da stronzi del calibro di fake steve jobs..
spannocchiatore05 Maggio 2008, 18:50 #4
x Wee-Max
"così anzichè avere un pozzo d'acqua dal quale bere potranno distrarsi guardando qualche video su you tube"

non sono d'accordo, in fondo lo regalano il portatile, mal che vada qualcuno impara qualcosa..poi la storia "serve acqua serve cibo" trovo che sia un modo per tenere quei popoli nell'ignoranza, se si garantisse loro almeno un istruzione base (elementari) la situazione sarebbe decisamente migliore..
gli dai da mangiare e poi?
se vi sono molti programmi a sostegno dell'alfabetizzazione in quelle zone, un motivo ci sarà..
Abbo8805 Maggio 2008, 19:02 #5
per la precisione vengono venduti a prezzo di costo, cmq non è una questione che xp non ce la fa, ma una questione di libertà del sw, con xp non si imparerebbe nulla su come è fatto e come funziona un SO e non si imparerebbe a migliorarlo o personalizzarlo senza limiti, per questi motivi non fu adottato OS X anche se jobs voleva regalarlo
share_it05 Maggio 2008, 19:15 #6
caro bambino del terzo mondo, lo so che non hai neanche da mangiare, ma beccati sto computer e sii felice: dentro ha un sistema operativo per cui abbiamo dovuto pagare l'uomo più ricco del pianeta. Capisci presto come vanno le cose, caro bimbo.
Wee-Max05 Maggio 2008, 20:18 #7
Originariamente inviato da: imayoda
La cosa che davvero mi rammarica è che davanti a progetti nobili come questo ci siano ancora commenti come quelli fatti da stronzi del calibro di fake steve jobs..


Viviamo in un mondo libero (o almeno a me piace pensarla così ognuno esprime la propria opinione senza ledere la dignità altrui (e io penso di essere stato nelle regole)quindi...se a qualcuno questa sembra una cosa nobile a qualcun altro può sembrare una cavolata...


Originariamente inviato da: spannocchiatore
x Wee-Max
"così anzichè avere un pozzo d'acqua dal quale bere potranno distrarsi guardando qualche video su you tube"

non sono d'accordo, in fondo lo regalano il portatile, mal che vada qualcuno impara qualcosa..poi la storia "serve acqua serve cibo" trovo che sia un modo per tenere quei popoli nell'ignoranza, se si garantisse loro almeno un istruzione base (elementari) la situazione sarebbe decisamente migliore..
gli dai da mangiare e poi?
se vi sono molti programmi a sostegno dell'alfabetizzazione in quelle zone, un motivo ci sarà..


Mi dispiace ma neanche io sono d'accordo con te, mio padre ha lavorato gratuitamente per anni con medici senza frontiere e altre associazioni umanitarie destinate negli stessi luoghi dove verranno venduti o in qualche raro caso regalati questi pc, ti assicuro che l'istruzione non manca (le scuole ci sono, arrivano pure i libri, e comunque con 100 euro che è il prezzo stimato dell'olpc sai quanti libri e materiale fai arrivare giù?), il cibo manca, l'acqua pure e l'elettricità scarseggia...
Barra05 Maggio 2008, 20:29 #8
caro bambino del terzo mondo, lo so che non hai neanche da mangiare, ma beccati sto computer e sii felice: dentro ha un sistema operativo per cui abbiamo dovuto pagare l'uomo più ricco del pianeta. Capisci presto come vanno le cose, caro bimbo.


La cosa peggiore è che Microsoft potrebbe anche regalare windows xp in questi pc. Non ho nulla contro l'uomo + ricco del mondo. Anzi, penso che abbia fatto cose straordinarie x l'informatica però ora "tifo x la concorrenza" (l'opensource). Quell'uomo xò non è uno stupido. Piuttosto che far usare un altro sistema opertivo ha reso facilmente piratabile xp prima e Vista oggi, tutti lo hanno installato e poi all'avviso del WGA hanno comprato le licenze, quello che vuole fare ora è regalare a chi cmq non comprerebbe i suoi prodotti x crearsi un mercato tra 15 anni quando i ragazzini saranno adulti e cercheranno windows negli uffici ecc.

Tornando IT penso che x il bene di queste popolazioni l'educazione sia la cosa + importante. Se noi andiamo la possiamo costruire 1 pozzo. Se gli diamo l'educazione imparano a farselida soli, imparano a costruire edifici, imparano tecniche x coltivare i campi + evolute. Ma x poter fare tutto ciò prima bisogna insegnargli a leggere e scrivere.
Wee-Max05 Maggio 2008, 21:10 #9
Originariamente inviato da: Barra
Tornando IT penso che x il bene di queste popolazioni l'educazione sia la cosa + importante. Se noi andiamo la possiamo costruire 1 pozzo. Se gli diamo l'educazione imparano a farselida soli, imparano a costruire edifici, imparano tecniche x coltivare i campi + evolute. Ma x poter fare tutto ciò prima bisogna insegnargli a leggere e scrivere.


Per carità, questo lo penso anche io, l'educazione per farli i pozzi, gli edifici ecc ecc c'è, mancano le risorse!
tommy78105 Maggio 2008, 22:43 #10
ma nessuno si rende conto che dietro alla scusa del terzo mondo da istruire c'è solo il progetto di fare soldi? un pò come quei genitori che portano i bambini a fare la carità solo per impietosire ed arraffare più soldi. avrebbero fatto più bella figura a fare un pc come l'asus eeepc e destinando i proventi al terzo mondo, avrebbero venduto parecchio ed aiutato (forse) quei popoli fornendo loro istruzione vera che viene dalle scuole e non da un portatile baracca senza senso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^