Portatili ARM rivoluzioneranno il mercato con autonomie mai viste, secondo Microsoft

Portatili ARM rivoluzioneranno il mercato con autonomie mai viste, secondo Microsoft

I computer portatili con chip ARM potrebbero rendere ancora più frizzante il mercato dei computer portatili e degli ultrabook, consegnando agli utenti autonomie mai viste. A dirlo è Microsoft

di Nino Grasso pubblicata il , alle 11:21 nel canale Portatili
MicrosoftWindowsARMQualcommSnapdragon
 

Durante il Qualcomm 4G/5G Summit di Hong Kong Microsoft e Qualcomm hanno condiviso alcune nuove informazioni sulla piattaforma Windows 10 on ARM e sui computer portatili che, entro la fine dell'anno, adotteranno la piattaforma mobile anche su sistemi di dimensioni non così compatte. Microsoft ha annunciato la variante del suo sistema operativo a dicembre 2016 durante la WinHEC, dichiarando che i primi dispositivi avrebbero utilizzato lo Snapdragon 835 entro la fine del 2017.

Secondo quanto emerso al Summit le due compagnie saranno in grado di rispettare le tempistiche divulgate lo scorso anno. A parlarne è stato Don McHuire, VP of Global Product Marketing di Qualcomm: "Credo che riusciremo a rispettare le aspettative", sono state le sue parole. "Ne saprete certamente di più nelle prossime settimane". Anche Microsoft è "furiosamente" all'opera per portare quanto promesso sul mercato, e la società ha rilasciato interessanti dettagli.

"Abbiamo lavorato furiosamente in quel di Redmond e con i nostri partner a San Diego. A Redmond utilizziamo centinaia di questi dispositivi su base giornaliera", sono state le parole di Pete Bernard, Principal Group Program Manager for Connectivity Partner in Microsoft, che ha anche aggiunto che i disositivi con architettura ARM porteranno "un'autonomia operativa davvero, davvero buona". Di seguito la traduzione libera delle sue esatte parole:

"Ad essere onesti è oltre le nostre aspettative. Ci siamo imposti livelli elevati, ma adesso abbiamo superato quei limiti. Parliamo di autonomie che ti permettono di lasciare il caricabatterie a casa anche se ti serve il dispositivo per tutto il giorno. Potresti anche caricarlo ogni due giorni. Considero le nuove tecnologie rivoluzionarie in confronto al modo in cui la gente ha utilizzato i personal computer prima d'ora".

Bernard ha inoltre detto ai microfoni di ZDNet che i primi tester avevano pensato ad un bug nell'indicatore della carica della batteria: "Si è poi scoperto che non fosse un bug, ma veniva semplicemente segnalata una grande autonomia operativa". Al momento solamente HP, ASUS e Lenovo hanno dichiarato di voler produrre dispositivi Windows 10 on ARM ma, secondo Bernard, altre società potrebbero annunciare presto i loro piani.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

96 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
hfish19 Ottobre 2017, 11:28 #1
Gia' immagino prestazioni a livello degli atom....
nickname8819 Ottobre 2017, 11:52 #2
Windows 10 on ARM, che si stia avvicinando l'ora di gettare la maschera e mettere questi processori alla prova con dei benchmark indicativi e direttamente paragonabili con la controparte desktop ?
djfix1319 Ottobre 2017, 11:55 #3
sicuro! ed è giusto che il nuovo MicroBook abbia una potenza pari al primo Atom: avvia windows (piano), funziona con tutti i programmi esistenti (il carica se c'è abbastanza Ram), dura tantissime ore (batteria sovradimensionata rispetto hai consumi).

poi si evolveranno e diventeranno dei quasi-pc usabili.

anche a me basterebbe il Portatile octacore in firma con una batteria da 150KWh, mi dura di sicuro 3 giorni!
zhelgadis19 Ottobre 2017, 12:00 #4
Se anche avesse una potenza analoga ad un Atom, con un Atom quell'autonomia te la sogni
pipperon19 Ottobre 2017, 12:02 #5
poi hai soft che usano un solo core.
Non sono molti i SW in grado di usare il mio phenom x6.
Diciamo che i commerciali non lo fanno e windoze neppure.
Sara' da ridere vedere i multicore fermi ad un solo core come capita al mio pc

windoze una certezza:
Il mondo di ieri, oggi.
Il mondo di oggi, domani.
Marko#8819 Ottobre 2017, 12:06 #6
Originariamente inviato da: nickname88
Windows 10 on ARM ... bene, vuol dire che si sta avvicinando l'ora di gettare la maschera e mettere questi processori alla prova con dei benchmark indicativi e direttamente paragonabili con la controparte desktop.

Prevedo sorprese amare per chi pensa che prodotti come l'A11 siano vicini a soluzioni desktop.

Altro che Geekbench !


Vabè ma quella è follia...
nickname8819 Ottobre 2017, 12:08 #7
Originariamente inviato da: Marko#88
Vabè ma quella è follia...

Lo sò, ma vedere ufficialmente la disfatta del mito non ha prezzo.
Uncle Scrooge19 Ottobre 2017, 12:23 #8
Io davvero non capisco perché invece di fare PC basati su ARM non facciano l'esatto contrario, ovvero smartphone x86.

Gli ultimi Atom non consumano niente, PC 2-in-1 con schermi sui 10" e atom x86 hanno autonomie dell'ordine delle 10 ore, e il consumo è tutto dovuto principalmente all'illuminazione dello schermo.

Che me ne faccio di un Windows 10 su ARM che magari mi dura 3 ore in più ma non fa girare nativamente i software x86?
gpat19 Ottobre 2017, 12:26 #9
Microsoft dovrebbe ringraziare Google per Android....
Un OS pachidermico come Android ha spinto avanti lo sviluppo dei processori oltre ogni reale necessità, ora qualsiasi altro OS può funzionare come un missile...
Detto da un utente Android ininterrotto dai tempi del G1...
djfix1319 Ottobre 2017, 12:51 #10
Originariamente inviato da: Uncle Scrooge
Io davvero non capisco perché invece di fare PC basati su ARM non facciano l'esatto contrario, ovvero smartphone x86.

Gli ultimi Atom non consumano niente, PC 2-in-1 con schermi sui 10" e atom x86 hanno autonomie dell'ordine delle 10 ore, e il consumo è tutto dovuto principalmente all'illuminazione dello schermo.

Che me ne faccio di un Windows 10 su ARM che magari mi dura 3 ore in più ma non fa girare nativamente i software x86?


diciamo che un Atom consuma mooolto di più di ARM, se facessimo dei telefoni a parità di batteria avresti 3 volte la durata per ARM.
senza contare che un dispositivo mobile (6" non è ottimizzabile per un uso Desktop e Software X86

al contrario la collaborazione con qualcomm generera un kernel che converte in tempo reale istruzioni X86 in ARM. quindi questo windows on ARM potrà eseguire software qualunque (ma resto perplesso sulle prestazioni).
vedremo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^