Portatile con P4 desktop per Asus

Portatile con P4 desktop per Asus

Anche Asus sceglie di commercializzare una serie di notebook basati su cpu Intel Pentium 4 in versione desktop

di pubblicata il , alle 10:40 nel canale Portatili
IntelASUS
 
A partire dal secondo trimestre dell'anno Asustek avvierà la produzione di una serie di notebook basati su processore Intel Pentium 4 per sistemi desktop, al pari di quanto già scelto da altri produttori internazionali.

L'obiettivo di Asus per quest'anno è quello di riuscire a produrre ben 1,5 milioni di notebook, diventando uno dei 5 principali produttori di notebook a Taiwan. Le due principali aziende sono Quanta Computer e Compal Electronics, che prevedono una produzione nell'anno 2002 pari rispettivamente a 3,5 milioni di notebook e 5 milioni di notebook.

Grazie ad una serie di notebook basati su processori Desktop, Asus prevede di poter ampliare il proprio già vasto bacino d'utenza, spingendo nuove fasce di mercato verso sistemi desktop.

Fonte: Digitimes.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jukino27 Marzo 2002, 11:01 #1
spero si riferiscano ai p4 northwood a 0.13 micron, e non ai vecchi willamette a 0.18 che consumano e scaldano molto di + :/
Mech27 Marzo 2002, 14:23 #2
Ed i portatili con Amd??? Chi li produce?
jukino27 Marzo 2002, 16:14 #3
li propongono ad es. la compaq (serie 700) ed anche la stessa asus (serie l2), ma sono quasi sempre modelli economici, senza una sezione video adeguata (e tra l'altro si fermano all'athlon 1.2, nessuno adotta il nuovo athlon 4 1500+)
anpiiz28 Marzo 2002, 15:39 #4
LA DISSIPAZIONE ?!!?!?! MA VA!!!
MarcoMarco28 Marzo 2002, 21:01 #5
I portatili della mitac sono asemblati con tutto quello che volete, o quasi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^