Plastic Logic QUE proReader, gli e-reader fanno sul serio

Plastic Logic QUE proReader, gli e-reader fanno sul serio

Presentato al CES di Las Vegas l'e-reader QUE proReader di Plastic Logic, annunciato già a ottobre e contraddistinto da interessanti caratteristiche

di pubblicata il , alle 16:42 nel canale Portatili
 

Accolti in un primo tempo con una certa freddezza, gli e-reader stanno inesorabilmente conquistando il pubblico statunitense. Prova ne è il successo di Kindle, apparecchio commercializzato da Amazon per la fruizione di contenuti principalmente testuali, forniti tramite telericarica a mezzo di connessione wireless. L'utente può quindi acquistare dalla rete libri, riviste e quotidiani, per poi leggerseli comodamente su un apparecchio pensato proprio per questo scopo.

Apparecchi molto differenti dai PC portatili, a partire dal monitor. Pochi toni di grigi al posto dei milioni di colori dei normali notebook, ma una leggibilità veramente paragonabile a quella della carta, con autonomie elevate e peso contenuto. Certo, in moltissimi continuano a preferire la carta, ma il mondo digitale sembra destinato ad invadere anche il settore della lettura in senso stretto, come dimostra appunto il successo di Kindle e contenuti compatibili.

QUE proReader

Focalizzato e confermato un trend, ecco arrivare le alternative al progetto di maggior successo. Al CES di Las Vegas fa la sua comparsa QUE proReader di Plastic Logic, un e-reader decisamente più professionale, in quanto pensato anche per l'utilizzo in ambito aziendale, per rimpiazzare la manualistica cartacea e altra ancora, dando ovviamente per scontate le buone caratteristiche di book reader .

L'apparecchio ha le dimensioni prossime a quelle di un foglio A4, con una diagonale del pannello di circa 11 pollici, dotato quest'ultimo di funzionalità touchcreen. La tecnologia del display è la e-ink, pensata per ricalcare in modo fedele il feeling visivo della carta. Si tratta di una soluzione brevettata (non da Plastic Logic), in uso anche su altri e-reader. A livello di funzionalità QUE proReader permetterà di sincronizzarsi con Outlook, mentre per quanto riguarda i contenuti sarà possibile abbonarsi a quotidiani, riviste e quant'altro già al momento dell'acquisto. Uno degli obiettivi di Plastic Logic è anche quello di utilizzare QUE proReader al posto delle tonnellate di carta regolarmente stampata ogni giorno, aprendo nuovi scenari "green".

Il modello dotato di 4 GB di memoria flash con tecnologia WiFi sarà distribuito al prezzo di 649 dollari USA, mentre quello da 8 GB con WiFi e modulo 3G per scaricare i contenuti dalla rete costerà 799 dollari. Non ancora rilasciati dati prettamente tecnici relativi all'unità, che avremo modo di comunicare non appena disponibili.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
$padino13 Gennaio 2010, 16:50 #1
ancora troppo costosi però, e di store ebook decenti ancora nn ce ne sn..
quiete13 Gennaio 2010, 16:50 #2
ho visto delle anteprime di e-reader anche a colori. davvero impressionante questa tecnologia
atomo3713 Gennaio 2010, 16:52 #3
quando feltrinelli e altri grandi editori distribuiranno i libri anche in forma digitale sarò felice di prendere un ereader
mau.c13 Gennaio 2010, 17:00 #4
per me ha ragione steve jobs sugli ebook. la gente non legge e leggerà sempre meno (libri o e-libri). gli e-book non saranno mai come gli ipod... IMHO...
buziobello13 Gennaio 2010, 17:06 #5
Ma questi reader leggono anche semplici PDF? Sarebbero veramente utili ad esempio per leggermi n treno appunti e dispense dell'università...
$padino13 Gennaio 2010, 17:06 #6
Originariamente inviato da: mau.c
per me ha ragione steve jobs sugli ebook. la gente non legge e leggerà sempre meno (libri o e-libri). gli e-book non saranno mai come gli ipod... IMHO...


ma gli ereader serviranno anche aleggere il tuo quotidiano preferito o la tua rivista preferita di elettronica, di informatica di calcio, di poker, di auto di moto ecc...secondo me invece ci sarà una grande resurrezione dell'editoria nn solo di libri, diventerà un must e libri e riviste cartacee andranno al museo
puccio198413 Gennaio 2010, 17:13 #7
Bè basta vedere i siti delle grandi catene di informatica italiana che vendono gli e-book reader ma non hanno manco un e-book in italiano da vendere! In italia chi non sa l'inglese è meglio che non si faccia ingannare e li lasci sugli scaffali! ( sono sempre pronto a ricredermi nel caso che esca qualche sito italiano con la possibilità di acquistare tutte le ultime novità letterarie, in quel caso correrei a comprare uno di questi "aggeggi" )
Argasio13 Gennaio 2010, 17:24 #8
Questi strumenti saranno una rivoluzione PENSATE A QUANTA CARTA RISPARMIATA E A QUANTI ALBERI IN MENO ABBATTUTI.Spero che questa tecnologia si diffonda il più presto possibile.
quiete13 Gennaio 2010, 17:25 #9
E che cavolo... diamo il tempo al berlusca di acquisire abbastanza diritti su e-reader ed e-books da avere introiti pari alla carta stampata e poi il gioco è fatto...
Human_Sorrow13 Gennaio 2010, 17:25 #10
Se mi garantiscono i contenuti sarei ben felice di prendermene uno!
Ma senza contenuti non hanno alcuna utilità ...

Leggo già troppa roba tecnica in Inglese ... un buon libro me lo voglio leggere in Italiano ...


Però in effetti pensate a quante tonnellate di carta potrebbe far risparmiare una diffusiona massiva di questi dispositivi ... MOOOLTO interessante ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^