Pannelli retroilluminati a LED: i produttori cercano di stimolarne l'adozione

Pannelli retroilluminati a LED: i produttori cercano di stimolarne l'adozione

I produttori di pannelli LCD stanno considerando la possibilità di modificare alcune specifiche per agevolare l'adozione di pannelli retroilluminati a LED

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Portatili
 

I produttori di pannelli LCD stanno progressivamente incrementando la produzione e l'introduzione sul mercato di pannelli retroilluminati a LED destinati all'impiego in sistemi notebook. Al fine di spingere ancor di più l'adozione di questi prodotti da parte dei produttori di sistemi notebook, è al vaglio la possibilità di allentare le specifiche necessarie per l'adozione di tali pannelli.

Tra le caratteristiche più interessanti dell'impiego di pannelli LCD retroilluminati a LED vi è la riduzione dello spessore rispetto ai tradizionali pannelli con retroilluminazione a lampada CCFL. Tuttavia ciò è possibile solamente perché tra le specifiche necessarie per la realizzazione di questi pannelli è richiesto l'impiego di una guida di luce dello spessore di 0,7mm rispetto a quella da 2mm utilizzata nei pannelli retroilluminati a lampada.

L'impiego di una guida di luce così sottile, tuttavia, rende piuttosto ristretti i margini di sviluppo del prodotto così come la produzione in volumi. Per superare questi ostacoli e stimolare così la riduzione dei costi, i produttori di pannelli LCD stanno considerando la possibilità di allentare le specifiche necessarie e consentire così l'adozione di guide di luce da 2mm, che permetterebbe di utilizzare LED di dimensioni maggiori e realizzare unità retroilluminate a LED dalla maggiore luminanza.

La decisione avrà l'effetto di incrementare lo spessore dei monitor retroilluminati a LED che diverranno simili alle tradizionali unità retroilluminate a CCFL, ma permetterà così di ridurre i costi di produzione ed incrementare la penetrazione sul mercato di notebook con monitor retroilluminati a LED.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Michelangelo_C07 Ottobre 2008, 17:46 #1
Se così facendo si hanno luminosità maggiori e più uniformi rispetto alle lampade tradizionali, con stesso spessore e consumi inferiori, allora ben vengano queste specifiche. Dovrebbe essere così.
pl[U]s.NOXx07 Ottobre 2008, 18:41 #2
dovrebbe anche ridurre i consumi, i led non succhiano nulla.
Mauriziosat200307 Ottobre 2008, 18:47 #3
MA COSA ANDATE DICENDO???????????

le lampade a fluorescenza hanno OGGI rendimenti migliori di qualsiasi led ad alta efficienza.

i led migliori arrivano a 120lumen per W
le lampade a fluorescenza arrivano a 160.

per cui il problema consumo è solo marketing

altra SCIOCCHEZZA è la promessa di maggiore uniformità
perchè tutto dipende da come si piazzano le fonti di luce e da ch esistema si usa per diffonderlo.
paradossalmente una lampada a fluorescenza , CHE è UN TUBO LUNGO E STRETTO da maggiore uniformità di un LED che è una sorgente PUNTIFORME.

diverso invece è il fattore durata.
E DIVERSO è IL FATTORE SPESSORE.
fabri8507 Ottobre 2008, 18:53 #4
azz ma davvero Mauriziosat2003 ???

dicci di piu...
magilvia07 Ottobre 2008, 19:01 #5
Mauriziosat2003 per quanto riguarda l'efficenza non lo so, è la prima volta che sento dire che è meglio una lampada. Per l'uniformità invece è vero che il led è puntiforme ma disponendone tanti in griglia secondo me si può ridurre la differenza tra aree chiare e scure più facilmente.
Ma come la mettiamo con il maggior contrasto e con il maggior numero di colori visualizzabili?
Mauriziosat200307 Ottobre 2008, 19:08 #6
ANCORA UNA VOLTA è MARKETING

-------i TV di grande diagonale con illuminazione WIDE GAMA cioè a colori estesi , HANNO LAMPADA E NON LED

dipende solo da come si tara lo spettro della fonte di luce LO SI FA CON I LED come LO SI FA con le LAMPADE.

-------IL MAGGIOR CONTRASTO non ha nulla a che vedere con la fonte di luce. MA DIPENDE DALLE CARATTERISTICHE DELL 'LCD

che a causa del suo intrinseco funzionamento tende a diffondere la luce ed è incapace di impedirne il passaggio al 100%

-------i led danno molti + problemi di uniformità delle lampade . e prova ne è la valanga di lamentele che vi sono sui forum da parte degli acquirenti dei costosissimi TV >50' a led usciti nell'ultimo anno.

insomma NON SONO I LED a dare maggiore qualità , ma tutto quello che ci gira attorno.
King8307 Ottobre 2008, 19:19 #7
guarda parlo solo x conoscenze di scuola e non di esperienza del settore quindi puoi pure criticarmi e dire dove sbaglio: a me a scuola avevano insegnato che il rendimento di una lampada a fluorescenza arriva al 40% contro il 10-15% delle incandescenza(che nei notebook non centrano una mazza ma è per paragone) e invece i led hanno efficenze del 70% nel migliore dei casi (ce ne sono svariati tipi con differenti caratteristiche di rendimento luminoso e cromatico) quindi sulla carta i led dovrebbero avere il minor consumo paragonato ad una fluorescenza di pari luminosità, poi c'è il fattore gamma colori, contrasti che sono proprio differenti, vero è che il grosso difetto dei led è la luce puntiforme ma si risolve facilmente usandone parecchi distribuiti sulla superfice da illuminare

però è vero anche che spesso la realtà è un altra perchè spesso i prodotti commerciali x costi di produzione nn rispettano certe specifiche previste nella realizzazione teorica del prodotto quindi potrebbe anche essere che è più economico produrre led con efficienze del 45% e con scarso rendimento cromatico, come magari è economicamente vantaggioso produrre lampade fluorescenti ad alta efficienza perchè molto impiegate e diffuse
Kuarl07 Ottobre 2008, 19:23 #8
maurizio, stai dicendo un sacco di fregnate. Efficienza energetica e luminosità sono due cose separate, i led sono 3 volte più efficienti delle lampade a fluorescenza, hanno una luce più bianca e possono essere pilotati singolarmente. Luce più bianca e uniforme significa maggiore contrasto. E' vero che il contrasto dipende in buona misura dalle caratterstiche dell'lcd ma dipende anche molto dal tipo di retroilluminazione quindi:

i led permettono un risparmio energetico di circa 3 volte superiore all'utilizzo del ccfl
i led permettono il local diming ed emettono luce più bianca, ciò significa maggiore contrasto e quindi maggiore qualità dell'immagine.
i led hanno un ciclo di vita più lungo, vale a dire che durano di più
sardinianguy8807 Ottobre 2008, 19:24 #9
Le lamentele degli aquirenti delle tv a led vengono dalla loro incapacità a settare bene le impostazioni video della tv che di fabbrica spesso e volentieri sono tarate in modo pessimo, non di certo per l'adozione del led.
jappilas07 Ottobre 2008, 19:43 #10
Originariamente inviato da: magilvia
Mauriziosat2003 per quanto riguarda l'efficenza non lo so, è la prima volta che sento dire che è meglio una lampada. Per l'uniformità invece è vero che il led è puntiforme ma disponendone tanti in griglia secondo me si può ridurre la differenza tra aree chiare e scure più facilmente.
infatti, anche perchè mentre una lampada CCFL molto raramente presenta la stessa luminosità su tutta la sua lunghezza, con una serie di led, si sa con precisione dove saranno localizzati i picchi di luminosità - si ha quindi la possibilità di progettare, volendo, un diffusore ad hoc che sia un po' più sofisticato che non un pannello translucido...
Originariamente inviato da: Mauriziosat2003]-------i TV di grande diagonale con illuminazione WIDE GAMA cioè
certo, esistono display di alta qualità, adatti per il fotoritocco ( e venduti in abbinamento con un colorimetro USB per la taratura) e dal costo di svariate migliaia di euro, anche con CCFL di nuova generazione per la retroilluminazione - ma se si guarda al puro valore di color gamut, il pur ottimo Lacie 324 dichiara un 92% NTSC, laddove il samsung xl24 arriverebbe al 123% NTSC
[QUOTE]-------IL MAGGIOR CONTRASTO non ha nulla a che vedere con la fonte di luce. MA DIPENDE DALLE CARATTERISTICHE DELL 'LCD
che a causa del suo intrinseco funzionamento tende a diffondere la luce ed è incapace di impedirne il passaggio al 100%
sì ma tieni presente che con una matrice di led diventa possibile variare selettivamente l' illuminazione (o spegnerla completamente nelle zone nere) con delle lampade CCFL questo è impensabile - la CCFL non ha la stessa rapidità di commutazione, longevità (in termini sia di ore di funzionamento che di cicli acceso - spento) e modulabilità di un led

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^