Panasonic Toughbook CF-C1: tablet ultraresistente per medici e non solo

Panasonic Toughbook CF-C1: tablet ultraresistente per medici e non solo

Al CeBIT 2010 Panasonic presenta un nuovo tablet pc convertibile con caratteristiche costruttive che lo rendono adatto agli ambienti sanitari

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 14:06 nel canale Portatili
PanasonicToughbook
 

La serie Toughbook di Panasonic si amplia con il nuovo modello CF-C1 che presenta caratteristiche peculiari per l'utilizzo in ambiente sanitario. Questo nuovo tablet pc è dotato di display da 12 pollici di diagonale di tipo multi touch capacitivo, integra un processore Intel Core i5, doppia batteria per rimozione hotswap e la possibilità di rimuovere con facilità l'hard disk per un impiego multiutente.

Raccogliendo un'esigenza dell'utenza Panasonic ha integrato in questo tablet anche una tastiera (il modello precedente era slate) che trattandosi di un Toughbook è in grado di resistere al versamento accidentale di liquidi. Inoltre, la punto di vista della resistezza il CF-C1 è in grado di resistere a cadute accidentali da 66 centimetri e lo chassis è realizzato con particolari in lega di magnesio.

A poche ore dall'apertura del CeBIT 2010 abbiamo incontrato Luca Legnani - regional marketing manager Panasonic Toughbook Italia - il quale ci ha descritto sommariamente il nuovo prodotto e lo scenario di mercato nel quale la linea Toughbook continua a raccogliere ottimi risultati.

[HWUVIDEO="593"]Panasonic Toughbook CF-C1 al CeBIT 2010[/HWUVIDEO]

Panasonic mantiene la propria linea nello sviluppo delle proposte Toughbook orientate alla clientela professionale, particolarmente resistenti e in alcuni casi adatte all'utilizzo in condizioni estreme. Il CF-C1 sarà disponibile a partire dal mese di luglio a un prezzo di circa 2000Euro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JackZR03 Marzo 2010, 14:19 #1
Bellino
Opteranium03 Marzo 2010, 15:00 #2

core i5??

su un notebook-tablet? cosa si sono fumati..
Kappa7603 Marzo 2010, 15:08 #3
Originariamente inviato da: Opteranium
Core i5? su un notebook-tablet? cosa si sono fumati..


Potrebbe essere un i5-520um a 1,06mhz (1,86 col turbo)

Comoda la doppia batteria hot-swap... i toughbook di panasonic costano cari ma sono fatti veramente bene e imho valgono quello che costano. Mi piacerebbe averne uno (di quelli ancor più rugged) per quando vado sui cantieri...
demon7703 Marzo 2010, 15:58 #4
Un processore potente (rispetto ad Atom) mi smbra indicato visto che è possibile che debba far girare software anche un po' più pesanti di una semplice browser o office..
il Custode03 Marzo 2010, 16:27 #5
Originariamente inviato da: Kappa76
Potrebbe essere un i5-520um a 1,06mhz (1,86 col turbo)

Comoda la doppia batteria hot-swap... i toughbook di panasonic costano cari ma sono fatti veramente bene e imho valgono quello che costano. Mi piacerebbe averne uno (di quelli ancor più rugged) per quando vado sui cantieri...


No, è un i5-520 a piena potenza: http://tabletpcitalico.blogspot.com...book-c1-il.html

Non capisco tutta quest'enfasi sul multitocco capacitivo, quando la notizia sensazionale è la presenza del digitalizzatore per penna Wacom che consente di scrivere in modo perfetto, come standard e non come opzione.
supertigrotto03 Marzo 2010, 16:31 #6

io ho un toghtbook cf-t2

funziona bene (sto scrivendo col medesimo)tranne la scheda audio che non riesco a farla funzionare.
purtroppo è un modello non venduto in italia,quindi non so se sia il caso di portarlo in un centro assistenza panasonic.
qualità costruttiva veramente ottima,lo chassis in magnesio lo rende leggero e resistente.
Vorrei venderlo ma non so se ha mercato..........
Opteranium03 Marzo 2010, 17:46 #7
Originariamente inviato da: demon77
Un processore potente (rispetto ad Atom) mi smbra indicato visto che è possibile che debba far girare software anche un po' più pesanti di una semplice browser o office..

d' accordissimo.. magari ci devono far girare quel mattone di MilleWin.

ma tra un Atom e un i5 a 2.4 GHz c' è un abisso... in particolare un SU9400 credo sarebbe andato più che bene, con la batteria che ne avrebbe giovato non poco. Oltre che per il minor calore, minor peso, minor rumore...
Tozzo7203 Marzo 2010, 18:24 #8
Non è il mio campo ma mi chiedo come mai quando viene presentato un prodotto con un processore poco potente tutti lo denigrano (a causa del processore), quando un prodotto (che ovviamente sarà stato testato abbastanza prima di metterlo in commercio) ha un processore potente tutti lo denigrano lo stesso!
Opteranium03 Marzo 2010, 18:43 #9
non sono critiche sterili, almeno per me.

http://www.notebookcheck.net/Mobile...ist.2436.0.html

l' i5 520M è 22°
il SU9400 è 161°
l' Atom Z550 è 301°

quindi ripeto, il buon compromesso per un affare che si presuppone debba essere soprattutto ergonomico, credo sarebbe stato un CULV.
fmf6704 Marzo 2010, 01:32 #10

ambito medico?

In ambito medico alcuni programmi sono avidi di risorse. Penso in particolare ai programmi di radiologia, ma in questo caso dovrebbe essere più una questione di scheda video e memoria, più che di processore.
Lo schermo capacitativo invece non lo vedo male, infatti consentirebbe di interagire con le immagini in maniera più naturale (ingrandire un particolare, selezionare più immagini da confrontare ...).

Un appunto .. per quanto corazzato ... non esita azienda che lascerebbe trasportare un computer in mano ad un medico e/o ad una infermiera. L'immagine della videoconferenza a con il computer in mano è proprio una forzatura. Se fai videoconferenza (cosa che nel mio ospedale si fa settimanalmente). Il computer è comodamente appoggiato ad un tavolo (per gestire il software) e il video è di almeno 50 pollici di diagonale ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^