Palm OS si baserà su piattaforma Linux

Palm OS si baserà su piattaforma Linux

Il nuovo sistema operativo proprietario dell'azienda americana vedrà l'adozione di piattaforma opensource

di pubblicata il , alle 17:43 nel canale Portatili
Palm
 

Secondo quanto riportato da Palm Infocenter, Palm ha sviluppato un sistema operativo che combina le tecnologie di Palm OS Garnet e della piattaforma opensource Linux. Questo nuovo sistema operativo è in cantiere da diversi anni, come confermato dal CEO di Palm Ed Colligan, e dovrebbe equipaggiare i dispositivi dell'azienda americana a partire dalla fine di quest'anno.

L'adozione di una piattaforma opensource porterà sicuramente ad un allargamento della comunità di sviluppatori. Nello sviluppo del sistema operativo sono stati tenuti in considerazione diversi aspetti, tra cui la durata della batteria, il tempo di accensione del dispositivo, la flessibilità dal punto di vista hardware e la capacità di gestire simultaneamente voce e dati.

Altro punto chiave l'esperienza di navigazione e i servizi legati al web, quali ad esempio il backup e il ripristino del dispositivo utilizzando l'accesso alla rete. Il recente accordo con Opera dovrebbe essere legato quindi allo sviluppo della nuova piattaforma.

Tra le altre cose il CEO ha inoltre confermato che il sistema operativo non verrà concesso in licenza ad altre compagnie, rimanendo esclusivo per i prodotti Palm. L'offerta di palmari continuerà a seguire la differenzazione tra prodotti con sistema operativo proprietario e Microsoft Windows Mobile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Raziel198411 Aprile 2007, 17:49 #1
Bello,e da quando ho comprato il treo 650 che aspetto un suo degno erede,ormai sono 2 anni e non ho ancora trovato niente di meglio,peccato solo al mancato supporto per il wifi..speriamo che finalemtne esca un prodotto del genere.
Asterion11 Aprile 2007, 17:50 #2
Ottima notizia, anche perché Symbian non mi piace... non vorrei che WM restasse l'unico SO per palmari!

C'è da dire che, ormai, creare programmi per WM5 è facile grazie a VS. Basandosi sul kernel linux forse sarà più facile anche gestire lo sviluppo per questa piattaforma
riva.dani11 Aprile 2007, 17:52 #3
Cioè un sistema operativo proprietario basato sul kernel Linux che è GPLv2... Ma si può veramente fare? Che schifo!
idt_winchip11 Aprile 2007, 18:15 #4
Alla palm sono una massa di mongoloidi.
Ai tempi hanno comprato i diritti dell'ottimo BeOS per poi non farci niente e adesso pur di trovare una base per il loro sistema operativo si rivolgono a linux...per la serie "quando acquistare BeOS è stata una cosa sensata "
jappilas11 Aprile 2007, 18:25 #5
Originariamente inviato da: riva.dani
Cioè un sistema operativo proprietario basato sul kernel Linux che è GPLv2... Ma si può veramente fare? Che schifo!
certamente... per lo stesso motivo per cui si possono realizzare applicazioni per linux commerciali e closed source
il licensing del solo kernel non inficia quello di software completamente svincolato (quale quello user space), e un "sistema operativo" (proprietario o no) è costituito oltre che da un kernel, da un insieme di servizi e tool che girino in userspace ed eventualmente librerie a cui questi si possano appoggiare
se mai, il problema si porrebbe qualora Palm utilizzi linux non "così com' è" ma aggiungendo parti di codice (in pratica, patch e /o moduli ) che pretenda di mantenere completamente riservato (senza rilasciarlo nemmeno per gli acquirenti, cioè
ma se non erro, il supporto ai chip Freescale è a un buon livello...
ilsensine11 Aprile 2007, 18:31 #6
Originariamente inviato da: riva.dani
Cioè un sistema operativo proprietario basato sul kernel Linux che è GPLv2... Ma si può veramente fare? Che schifo!

Sì, l'interfaccia GUI di PalmOS è tutta user space.
Mach611 Aprile 2007, 18:31 #7
Notizia che aspettavo da una vita...W il pinguino.

Per ora come il mio amato TREO 650 non ho trovato nulla che mi soddisfacesse. Complimenti PALM
ilsensine11 Aprile 2007, 18:33 #8
Originariamente inviato da: jappilas
ma se non erro, il supporto ai chip Freescale è a un buon livello...

Medio/mediocre, l'ultima volta che ci ho lavorato.
Asterion11 Aprile 2007, 18:33 #9
Originariamente inviato da: idt_winchip
Alla palm sono una massa di mongoloidi.


Non è un cincinino eccessivo?

Originariamente inviato da: idt_winchip
Ai tempi hanno comprato i diritti dell'ottimo BeOS per poi non farci niente e adesso pur di trovare una base per il loro sistema operativo si rivolgono a linux...per la serie "quando acquistare BeOS è stata una cosa sensata "


Hanno i diritti di BeOS???
L'ho provato all'epoca, non c'erano praticamente applicazioni ma era bellissimo!
jappilas11 Aprile 2007, 18:48 #10
Originariamente inviato da: ilsensine
Medio/mediocre, l'ultima volta che ci ho lavorato.
ah ops, allora confondevo
Originariamente inviato da: idt_winchip
Alla palm sono una massa di mongoloidi.Ai tempi hanno comprato i diritti dell'ottimo BeOS per poi non farci niente e adesso pur di trovare una base per il loro sistema operativo si rivolgono a linux...
Originariamente inviato da: Asterion
Non è un cincinino eccessivo?
sì in effetti, perchè in realtà una scelta del genere ha senso - mette a disposizione la base operativa dal codice più studiato e osservato nel panorama informatico attuale, e sostanzialmente azzera i costi di sviluppo e manutenzione del kernel (per inciso, secondo alcuni c'è la possibilità anche Apple decida di adottarlo abbandonando XNU, per lo stesso motivo...)
Hanno i diritti di BeOS???
sì, più o meno dal 2000 (in cui, acquistarono Be proprio per riutilizzarne la tecnologia ad uso device embedded / handheld)
fatto storico interessante, a un certo punto Apple valutò l' acquisizione di Be e l' utilizzo di BeOS come base per il futuro OSX, ma le richieste eccessive della seconda la portarono a ripiegare sul NextStep...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^