OLPC: niente XO dual-screen, sì ad ARM

OLPC: niente XO dual-screen, sì ad ARM

Nicholas Negroponte annuncia l'abbandono del progetto di sviluppo di un notebook a due schermi e conferma la revisione dell'attuale modello con l'ingresso di un SoC ARM

di pubblicata il , alle 16:27 nel canale Portatili
ARM
 

L'associazione One Laptop Per Child ha deciso di sospendere tutti i piani di sviluppo per la costruzione di un dispositivo XO dual-screen, originariamente annunciata nel corso del mese di maggio dello scorso anno. La dichiarazione giunge da Nicholas Negroponte, presidente e fondatore dell'associazione, in un'intervista rilasciata al sito web Xconomy.

Piuttosto che avventurarsi in un progetto completamente nuovo OLPC ha preferito concentrarsi sull'adattamento della prima generazione di XO con l'aggiornamento della componentistica interna. In particolare, secondo quanto si apprende, la nuova versione "1.75" sarà caratterizzata dal medesimo progetto degli attuali XO ma vedrà entrare in gioco, al posto del processore VIA C7 attualmente utilizzato, una soluzione system-on-chip basata su architettura ARM che conferma così le voci già circolate nel corso del mese di marzo.

La presenza di un processore a base ARM avrà la diretta conseguenza di contenere considerevolmente il consumo energetico e, con grossa probabilità, di ridurre i costi di produzione. Di contro, tuttavia, vi sarà l'impossibilità di utilizzare sistemi operativi Windows che comunque dovrebbe essere un problema di poco conto considerando che le soluzioni XO distribuite da OLPC sono provviste di sistema operativo "Sugar" basato su kernel Linux.

Negroponte ha poi fatto sapere che gli ingegneri di OLPC sono già al lavoro per definire il progetto di XO-3: i dettagli non sono ancora giunti a finalizzazione, ma Negroponte ha tratteggiato quelle che saranno le peculiarità distintive della nuova soluzione: "simile ad un foglio di carta, completamente di materiali plastici e infrangibili, ressitenti all'acqua, spessi mezzo centimetro, con schermi a colori di tipo reflective e transmissive, senza cornice".

Per quanto concerne XO3 l'obiettivo di OLPC è la realizzazione di un sistema in grado di consumare meno di 1W e dal prezzo attorno ai 75 dollari. Tempi previsti: non prima del 2012.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dwfgerw04 Novembre 2009, 17:01 #1
il non utilizzare windows non lo vedo un contro, soprattutto per i ragazzini che si affacciano al pc, iniziare con qualcosa di diverso non sarebbe male. Quando i ragazzi sono piccoli e non hanno windows preinstallato nel cervello, digeriscono tutto alla grande e, a differenza dei papà un po piu chiusi, da grandi forse sapranno muoversi bene in ambienti eterogenei, senza dover cercare per forza microsoft....
andyx04 Novembre 2009, 18:16 #2
Caspita c'entra? Si sta parlando di paesi in via di sviluppo.
JackZR04 Novembre 2009, 18:35 #3
Per chi non conoscesse l'associazione One Laptop Per Child:

L'OLPC (One Laptop Per Child = Un Portatile per Bambino) è un'organizzazione non-profit creata con lo scopèo di progettare, produrre e distribuire laptop sotto i 100 dollari per fornire a ogni bambino del mondo, specie a quelli nei paesi in via di sviluppo, l'accesso alla conoscenza e alle moderne forme educative.
I laptop presentati dal team di Negroponte sono basati su programmi open source, processore low-cost e possono essere alimentati con batteria interna ricaricabile con una manovella per la ricarica, batteria auto, trasformatore di rete.
Per ridurre i costi è previsto che siano dati in grandi quantità a scuole o altre organizzazioni che li distribuiscano a basso costo.
CountDown_004 Novembre 2009, 18:38 #4
Consumi di 1W e costo di 75 dollari? Non sembra per niente facile, neanche con ARM. Boh, vedremo.
dexarti04 Novembre 2009, 20:24 #5
Che peccato che abbiano abbandonato OLPX XO-2 era interessante
Adesso chi sa quando vedremmo un progetto di quel tipo funzionante
Io lo avrei adottato per contribuire affinché ne arrivasse anche uno ai bambini del terzo mondo
jocker199305 Novembre 2009, 09:11 #6
segnalo l'errore alla riga 19

ressitenti all'acqua,

:-)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^