OLPC: bloccata la distribuzione in Nigeria

OLPC: bloccata la distribuzione in Nigeria

La società nigeriana Lagos Analysis Corporation (LANCOR) ha ottenuto un'ingiunzione che blocca la distribuzione del laptop XO nel paese africano. LANCOR inoltre ha richiesto 20 milioni di dollari come risarcimento danni a OLPC, per la violazione di alcuni brevetti

di pubblicata il , alle 14:09 nel canale Portatili
 

Nuovi problemi per la fondazione One Laptop Per Child arrivano dalla Nigeria. Lagos Analysis Corporation (LANCOR), società nigeriana con una sede nel Massachussettes, ha ottenuto dalle autorità locali un'ingiunzione per bloccare la distribuzione del laptop XO nel paese africano; inoltre ha chiesto a OLPC un risarcimento danni pari a 20 milioni di dollari per aver violato alcune proprietà intellettuali.

In agosto, gli avvocati della società nigeriana avevano pubblicamente accusato OLPC di aver utilizzato informazioni ricavate dai prodotti LANCOR e di aver violato alcune proprietà intellettuali appartenenti alla compagnia. Secondo l'accusa, il padre del progetto OLPC, Nicholas Negroponte, avrebbe acquistato 2 tastiere prodotte da LANCOR in data 7 agosto 2006 e, alcune settimane dopo l'acquisto, avrebbe sfruttato le informazioni ricavate dalle tastiere per riprogettare quella del proprio portatile XO.

Nello specifico, OLPC avrebbe copiato l'idea della tastiera multi-language per fornire un set di caratteri aggiuntivo, utilizzabile tramite un secondo pulsante Shift. Nella tastiera prodotta da LANCOR, visibile nella prima immagine, la funzione di secondo shift è ricoperta dal pulsante "Ng". Nel laptop XO, invece, i caratteri aggiuntivi possono essere utilizzati premendo il bottone "alt gr", visibile nella seconda immagine.

LANCOR ha subito richiesto alla fondazione OLPC un risarcimento di 20 milioni di dollari. In seguito al rifiuto di versare tale somma ed alla richiesta di chiarimento su quali specifici brevetti fossero stati violati da parte di OLPC, la società nigeriana ha preferito passare immediatamente alle vie legali, ottenendo recentemente un'ingiunzione valida fino a che un'udienza non emetterà un verdetto. Ulteriori dettagli sono disponibili qui.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
spad8504 Gennaio 2008, 14:16 #1
Ma che brevetto sarebbe?!? Ma dai...

Poi chiedere 20 milioni di dollari ad una società non-profit... proprio da bastardi!
zani8304 Gennaio 2008, 14:16 #2
bah....non è molto evidente questa violazione di brevetto
Paganetor04 Gennaio 2008, 14:19 #3
sono senza parole... al di là del fatto che possa o meno aver ragione questa LANCOR, il progetto ha fini diversi da quelli di "fare soldi" (o, perlomeno, non è lo scopo principale del progetto).

sono anni che il tasto ALT GR serve per richiamare caratteri particolari. allora chiunque usi tasti con doppia funzione (pure maiuscole e minuscole, volendo) vìola il brevetto della LANCOR?

boh...
DeepEye04 Gennaio 2008, 14:20 #4
spero che questi str0nzi falliscano...con sti brevetti ultimamente si sfiora il ridicolo
Paganetor04 Gennaio 2008, 14:22 #5
altra cosa: come fanno a sapere che Negroponte ha comprato 2 loro tastiere il 7 agosto 2006?

se anche l'avesse comprata on-line (e quindi risultasse l'acquisto) non credo possano dirlo così (privacy?)

fossi in Negroponte chiederei un risarcimento di... 20 milioni di dollari! (così pari siamo! )
anacardo04 Gennaio 2008, 14:26 #6
Se dovessero vincere, allora pressochè tutti i produttori di tastiere del mondo dovrebbero sborsare fior di milioni... Da quanto ne so tutte le tastiere del mondo utilizzano alt gr per richiamare caratteri speciali, come ad esempio il simbolo euro € (ecco, adesso ho proprio premuto alt gr + E).. Secondo me questi sono veramente matti. Diciamo che vogliono evitare che l' olpc venga commercializzato nel loro paese.
Xadhoomx04 Gennaio 2008, 14:33 #7
Beh leggete cosa succede in Nigeria....forse questo non è un problemone, però fa riflettere come siano stronsi. Scontrarsi contro una agenzia che ha intento di aiutare....
vincen-zoo04 Gennaio 2008, 14:40 #8

(-'_'-)

Sti brevetti van proprio di moda eh?
E poi sta LANCOR, non si rende conto che la fondazione mira ad aiutare la popolazione Nigeriana? Sono veramente così egoisti da puntare ad un guadagno facile a scapito del benessere nigeriano?

Che pena...
Manwë04 Gennaio 2008, 14:41 #9
Non so se ridere o piangere per l'ennesima fesseria dei copyright/brevetti

ora faccio causa a tutti quelli che hanno il mio stesso numero di scarpe, tanto sembra essere facilissimo, tutti denunciano tutti e... ANARCHIA.
dannyhh04 Gennaio 2008, 14:43 #10
Complimenti alla competenza degli avvocati e a chi emesso l'ingunzione su basi a dir poco ridicole. Copiare una tastiera ? Sono tutte uguali da 20 anni. E 20 anni fa come ora la funzione di uno shift era di raddoppiare le funzionalità tenendo invariato il numero di tasti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^