nVidia e ATI: le prossime novità per chip video mobile

nVidia e ATI: le prossime novità per chip video mobile

Entrambi i produttori preparano una primavera carica di novità dal versante delle soluzioni video per notebook: è questo, infatti, un settore con buoni margini in continua crescita

di pubblicata il , alle 16:57 nel canale Portatili
NVIDIAATI
 
Il mercato dei sistemi notebook è l'unico, in questi ultimi 3 anni di generale crisi, ad aver fatto registrare segnali positivi di crescita. Tutti i produttori di componenti, in particolare quelli di soluzioni video per notebook, stanno sviluppando e investendo risorse alla ricerca di nuove quote di mercato.

Sia nVidia che ATI hanno presentato, negli scorsi mesi, soluzioni video specificamente pensate per impieghi in sistemi mobile con supporto hardware alle API DirectX 9. La soluzione nVidia è modello GeForce FX Go 5600, nome in codice NV31M, mentre quella di ATI prende il nome di Radeon Mobility 9600, nome in codice M10.

Entrambi i chip, come i nomi facilmente suggeriscono, sono derivati dalle rispettive soluzioni per sistemi desktop di fascia medio alta. La loro iniziale disponibilità sul mercato non ha coinciso con il debutto ufficiale, in quanto è stato necessario attendere alcuni mesi prima che i produttori presentassero notebook basati su questi chip.

Al Comdex 2003 di Las Vegas nVidia ha presentato il chip GeForce FX Go5700, noto con il nome in codice di NV36M. Evoluzione della scheda GeForce FX 5700 per sistemi desktop, questo chip vanta un livello prestazionale superiore rispetto ai chip video GeForce FX Go5600 e GeForce FX Go5650 e si posiziona meglio in contrapposizione alla soluzione M10 di ATI.

Il produttore canadese, tuttavia, non resta a guardare e sta preparando il lancio ufficiale del nuovo chip M11. Di questa soluzione non si conoscono molti dettagli se non che, presumibilmente, sarà basata sul progetto R3x0 adottato per le schede Desktop Radeon 9700 e Radeon 9800. Resterà la compatibilità hardware con le API DirectX 9 con, presumibilmente, nuovi e ancor più elevati livelli prestazionali rispetto alle soluzioni M10. E' presumibile che ATI scelga il Cebit di Hannover quale contesto per il debutto della soluzione M11.

Sul sito web Anandtech è stato pubblicato, a questo indirizzo, un interessante articolo che approfondisce in dettaglio questi temi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bahamut Zero29 Gennaio 2004, 17:37 #1
bene bene!La concorrenza vedo che fa benissimo....
Pensare che fino ad qualche anno fà non si pensava minimamente a potenziare i Chip Video Mobili!

Tra poco veramente qualcuno potrebbe decidere di prendersi un portatile invece di un desktop tanto cosa cambia tra i 2?
Wonder29 Gennaio 2004, 18:01 #2
prestazioni? espandibilità? dimensioni? peso? prezzo? cosa vuoi che cambi?
Mazzulatore29 Gennaio 2004, 19:46 #3
Originariamente inviato da Wonder
prestazioni? espandibilità? dimensioni? peso? prezzo? cosa vuoi che cambi?

Che gran commento...
Ha perfettamente ragione, tant'è che il mercato notebook sta avanzando in sfavore dei desktop. La prova? l'anno scorso sono rimasto scioccato di quanti studenti iscritti al primo anno hanno acquistato un portatile... ai tempi miei il portatile era inutile per il prezzo e per la scarsa potenza.
Diabolik.cub29 Gennaio 2004, 21:30 #4
già.. tanti di quei fighetti che non ti dico
hai pienamente ragione, ne vedo molti anch'io, e il 75% di questi si mette in ultima fila e gioca a NFS-U.
Sinceramente non ne vedo l'utilità.
nicgalla29 Gennaio 2004, 22:11 #5
però mi fanno incavolare, ti spendi 1700 euro per un notebook con Centrino e Radeon 9600, ultimi ritrovati della tecnologia da pochissimo sul mercato, e questi già annunciano nuove versioni. Che fanno precipitare il valore del tuo investimento... e la scheda video del notebook non si può cambiare....
ULTRA_MASSI29 Gennaio 2004, 23:57 #6
Sì , per chi usa Office o applicazioni simili è decisamente comodo un portatile ( quando finisci lo chiudi nel cassetto , puoi spostarlo dove vuoi , non occupa spazio , etc.. )

però per me , a cui piace smanettare , non sopporterei l'impossibilità di cambiare hardware

vuoi mettere : l'overclock con sistemi a liquido , il raid , se vuoi metterti una periferica SCSI ce la puoi mettere , puoi cambiarti la scheda video quando vuoi ....



a ognuno ciò che vuole
Kaiman30 Gennaio 2004, 00:07 #7
Ma ati, tempo fa', non aveva presentato il primo chipset grafico intercambiabile per notebook????
Ah bo....cmq i problemi principali dei notebook sono:
la delicatezza, l'espandibilita' (con 200€ l'anno ho sempre il pc aggiornato, va lento cambio cpu, aggiungo memoria, per problemi di spazio aggiungo un hd, se voglio il mast dvd lo compro e lo monto), cosa altamente preclusa ai portatili( o meglio dovrei comprare tutte periferiche esterne e pagarle il triplo di quelle normali)!! In piu' se il notebook si danneggia sono cavoli amari!!! Io sono per la politica: Un desktop come si deve a casa e un p3 500 portatile per office o programmazione!! Se poi uno fa' l'architetto e gli serve un pc della nasa portatile ok, ma spendere milioni su un portatile che dopo 2 anni hai difficolta' a rivendere (la batteria e' arrivata, non si trova piu' in vendita e la rigenerazione costa uno sfacello) non e' una mossa da geni!! Sanza offesa per chi l'ha fatto....ma la mia idea e' questa!!
.breath30 Gennaio 2004, 01:25 #8
ma io nel portatile cho una radeon m 9000 possono
essere sostituite le skede video?
+Benito+30 Gennaio 2004, 17:33 #9
su ebay si trovano moduli di espansione mi pare con mobility radeon 7500.Non so per che portatili siano, ma ci sono.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^