Nuova generazione di batterie per portatili da Boston-Power

Nuova generazione di batterie per portatili da Boston-Power

Realizzati con i materiali normalmente utilizzati nelle tradizionali batterie, i nuovi modelli avranno un ciclo di vita molto più lungo e soprattutto un tempo di ricarica ridotto

di pubblicata il , alle 15:31 nel canale Portatili
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JohnPetrucci31 Gennaio 2007, 19:01 #11
Si segue la pista giusta verso batterie di nuova concezione, ben vengano simili sviluppi tecnologici, sperando di continuare a migliorare un settore ancora un pò troppo deficitario nella autonomia per singola ricarica dove bisognerebbe investire maggiormente.
Ma già l'aver portato a circa 1000 ricariche la vita della batteria e al dimezzamento del tempo di ricarica sono ottimi passi avanti.
prova31 Gennaio 2007, 19:09 #12
Vorrei inoltre toccare un punto che nessuno ha sottolineato: oltre infatti alle ovvie motivazioni di tipo pratico [più longevità e tempo di ricarica dimezzato] che possiamo definire "egoistiche", queste batterie offrono un vantaggio di cui beneficiamo tutti: durata tripla prima della morte della batteria significa che il volume di batterie buttate e quindi da smaltire [parliamo di prodotti altamente inquinanti] si abbatte drasticamente.

Il che non può che farci piacere, no?

Se le prestazioni promesse sono quelle reali, sarebbe bello che le legislazioni vigenti imponessero l'uso di prodotti simili, visto che la tecnologia lo permette.
Worp31 Gennaio 2007, 19:31 #13
Originariamente inviato da: darisole
Le celle a combustibile sono pericolose. Immagina se ti esplodesse il serbatoio per qualche motivo.

[OT On]
L'importante è non farle produrre alla Sony
[OT Off]

Scusatemi ma non ho resistito.
Gerardo Emanuele Giorgio31 Gennaio 2007, 20:23 #14
purtroppo è il calore che schiatta le batterie a litio prima di quanto dovrebbero durare. Ci sono delle ricerche (vedi google...) in cui si raccomanda di ridurre i tempi di ricarica delle batterie per evitare riscaldamento eccessivo. La temperatura di conservazione ottimale dovrebbe essere intorno ai 5-6 gradi centigradi (della batteria non dell'ambiente). Ma i portatili scaldano...
Gerardo Emanuele Giorgio31 Gennaio 2007, 20:27 #15
volevo aggiungere (scusate il doppio post) che ovviamente essendo la temperatura di conservazione ottimale relativamente bassa (e minore dei fatidici 20-25 gradi di media ambientale) la morte di una batteria a litio è decretata dal momento esatto in cui esce dalla catena di produzione. Quindi è perfettamente inutile comprare la seconda batteria di riserva insieme al portatile o al cellulare... a meno di conservarla in frigo.
Dahlar31 Gennaio 2007, 20:35 #16
Non direi proprio "Nuova Generazione", siamo sempre sul prodotto basato sugli Ioni di Litio.
Stanno raffinando una tecnologia già esistente e consolidata (con qualche problema recente...), che tra l'altro prometteva già miglioramenti grazie all'introduzione del sistema di incapsulamento ai Polimeri di Litio.
lucusta01 Febbraio 2007, 10:18 #17
cavasayan,

per inciso:
la macchina ad idrogeno e' una BUFALA!

l'idrogeno viene comunque dal petrolio;
per stockare l'idrogeno servono serbatoi da 200bar a -200°C, e per arrivare a quella temperatura si fa' evaporare lo stesso idrogeno, col risultato che se fai il pieno lunedi' e non usi la macchina fino a venerdi', la riprendi col serbatoio vuoto.

il rendimento macchina di un motore a combutione e' del 33% massimo..

il V12 a idrogeno e' stato solo un esperimento fantasioso.

si stanno studiando serbatoi nanotecnologici, ma il reale problema e' che l'idrogeno deriva principalmente dal petrolio;
finche' ci si basera' su questa fonte di energia le cose non cambiano (non inquini in citta', ma in altra parte del mondo).
la soluzione potrebbe aversi nell'uso di carburanti di sintesi.
lucusta01 Febbraio 2007, 10:21 #18
le batterie al litio sono altamente riciclabili, sono il cadmio ed il piombo i veri nemici dell'ambiente.

ieri mi si e' bucata una batteria ai polimeri/litio...
ragazzi, ho fatto una sniffata che se non m'ha seccato quella posso tranquillamente vivere in eterno!

comunque ognuna ha il suo difetto...
cavasayan01 Febbraio 2007, 11:49 #19
Originariamente inviato da: lucusta
cavasayan,

per inciso:
la macchina ad idrogeno e' una BUFALA!

l'idrogeno viene comunque dal petrolio;
per stockare l'idrogeno servono serbatoi da 200bar a -200°C, e per arrivare a quella temperatura si fa' evaporare lo stesso idrogeno, col risultato che se fai il pieno lunedi' e non usi la macchina fino a venerdi', la riprendi col serbatoio vuoto.

il rendimento macchina di un motore a combutione e' del 33% massimo..

il V12 a idrogeno e' stato solo un esperimento fantasioso.

si stanno studiando serbatoi nanotecnologici, ma il reale problema e' che l'idrogeno deriva principalmente dal petrolio;
finche' ci si basera' su questa fonte di energia le cose non cambiano (non inquini in citta', ma in altra parte del mondo).
la soluzione potrebbe aversi nell'uso di carburanti di sintesi.


in parte concordo, in parte no.
È vero l'idrogeno deriva ancora da combustibili fossili ed effettivamente lo stoccaggio è abbastanza complicato (ci sono interessanti progetti che stanno studiando l'impiego di materiali spugnosi tipo il palladio se non sbaglio).

Detto questo credo che nell'immediato futuro, le celle a combustibile per impieghi in autotrazione possano essere un buon passo avanti anche perchè oltre al petrolio si può utilizzare il carbone, sbloccando così una risorsa cospicua che le stime danno disponibile per più di cento anni se non ricordo male.
Quindi è vero che le celle a combustibile e l'idrogeno non sono la manna dal cielo, ma mi sembra eccessivo dire che sono una bufala.

...in attesa della fusione nucleare.

ciao
Zerk01 Febbraio 2007, 13:54 #20
Non credo che le celle a combustibile sia tanto pericolose, tutti abbiamo in casa alcool, o addirittura accendini (gas sotto pressione in recipienti di plastica) e sai che danno se esplode un accendino... mai successo a me.. quindi la paura di un 100cc di metanolo mi sembra un po eccessiva.

Cavolo non mi aspettavo che una batteria potesse essere ricaricata solo 300 volte prima di perdere il 60% ci capacità.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^