Novità nella gamma Satellite Toshiba con 3d glass-free

Novità nella gamma Satellite Toshiba con 3d glass-free

Toshiba presenta anche sul mercato italiano alcune novità relative alla gamma Satellite e introduce su vari prodotti il 3D glass-free

di pubblicata il , alle 15:51 nel canale Portatili
ToshibaSatellite
 

Alcuni giorni fa Toshiba ha presentato la propria line up di prodotti per il mercato italiano, tra i quali anche alcuni modelli già noti e finalmente commercializzati anche nel nostro Paese. Ci riferiamo in particolare all'ultrabook Toshiba Portégé Z830 al quale abbiamo dedicato un approfondimento alcune settimane fa e il Qosmio X870 che rappresenta la soluzione Toshiba dedicata ai gamer.

I nuovi Qosmio X870 e Qosmio X870 3D prevedono processori Intel Quad-core e GPU Nvidia GeForce della famiglia Kepler con 3 GB di memoria dedicata. Per questi modelli è previsto un quantitativo di memoria RAM massimo di 32GB e fino a 2 terabyte di spazio per lo storage. Per questi modelli, entrambi con display da 17,3 pollici Full HD, il prezzo di partenza è pari a 1699 Euro IVA inclusa.

Ci sono importanti novità anche per la gamma dei Satellite serie P, infatti il nuovo P870 con display da 17,3 pollici e risoluzione 1600x900 pixel viene offerto con un hard disk ibrido che affianca ai 750GB di spazio disponibile su supporto meccanico anche 8GB su SSD. Nella famiglia dei Satellite P ci sono anche da segnalare alcuni modelli P855 con display da 15,6 pollici e dotati di tecnologia 3D glass-free che offrono un’esperienza tridimensionale senza il bisogno di indossare gli occhiali 3D.

Toshiba ha aggiornato anche la propria gamma di TV che offrono le tecnologie di upscaling dei contenuti attraverso il software Resolution+ e l'elaborazione tridimensionale di contenuti 2D, emulando così la rappresentazione stereoscopica. Su questi TV è anche prevista la tecnologia Wireless Display che permette il collegamento senza fili tra un PC e il display utilizzando l'hardware Wi-Fi della piattaforma mobile di Intel.

[HWUVIDEO="1134"]Toshiba: nuovi Satellite e TV 3D glass-free[/HWUVIDEO]

Concludiamo questa rapida carrellata delle novità Toshiba con 55ZL2, la una nuova TV 3D glass-free con display da 55 pollici e risoluzione Quad Full HD di 3,840 x 2,160 pixel. Questo TV è in grado di gestire fino a 9 gruppi di spettatori inviando loro un corretto flusso di immagini 3D con tecnologie che solo fino allo scorso anno erano destinate a pannelli di piccola diagonale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
II ARROWS18 Aprile 2012, 17:46 #1
9 persone che dovranno restare immobili per tutta la durata, e in posizioni ben precise.
calabar18 Aprile 2012, 18:10 #2
@II ARROWS
LA tua è un'affermazione o una supposizione?
Perchè le tecnologie che permettono di seguire la posizione dello spettatore esistono e sono sfruttate in questo ambito, e immagino che questo apparecchio le implementi.
avvelenato18 Aprile 2012, 20:29 #3
Originariamente inviato da: calabar
@II ARROWS
LA tua è un'affermazione o una supposizione?
Perchè le tecnologie che permettono di seguire la posizione dello spettatore esistono e sono sfruttate in questo ambito, e immagino che questo apparecchio le implementi.


non immaginare, è inutile.
le tecnologie di cui parli non hanno niente a che vedere con la stereoscopia, ma con l'eyetracking, sono due cose diverse.
la stereoscopia glassfree è commercialmente ottenuta con due metodi: reti lenticolari o barriera di parallasse. Il secondo è il sistema utilizzato sul nintendo 3DS, che ho provato, è carino ma ha il problema evidenziato da calabar. E per alcuni può risultare frustrante o addirittura fastidioso (io sinceramente non saprei se sarei in grado di reggere più di mezz'ora).
A mio parere questo 3d non ha grandi speranze di successo di massa, ma sarà più che altro una novelty per facoltosi.
La stereoscopia è una tecnologia potenzialmente rivoluzionaria ma con molti problemi pratici da risolvere, e a mio parere gli occhialini hanno ancora un rapporto svantaggi/vantaggi favorevole rispetto a questi sistemi.

Il futuro sarà rappresentato da schermi in grado di replicare il campo luminoso, ovvero non si limiterà a riprodurre il singolo pixel, ma emetterà i fotoni alla corretta frequenza nella stessa direzione in cui li ha ricevuti la camera. Camera che sarà un po' tipo questa http://www.fotografidigitali.it/new...alta_39077.html

Ciò permetterà, entro certi limiti, di spostare il nostro punto di vista rispetto allo schermo e vedere infiniti angoli di visuale: come se lo schermo fosse una finestra sul mondo filmato.
Ma non so se vivrò abbastanza per vedere una cosa del genere costruita....
fbrbartoli18 Aprile 2012, 21:06 #4
in sostanza: il 3d è una cagxxx pazzesca!
GenlyAi19 Aprile 2012, 00:13 #5
Originariamente inviato da: avvelenato
Il secondo è il sistema utilizzato sul nintendo 3DS, che ho provato, è carino ma ha il problema evidenziato da calabar. E per alcuni può risultare frustrante o addirittura fastidioso (io sinceramente non saprei se sarei in grado di reggere più di mezz'ora).


La barriera di parallasse del 3DS è un po il parente povero di questi sistemi, eh. Solo un punto di vista specifico e ben preciso.
Le reti lenticolari (fatte bene) sono molto più flessibili e permettono di avere fino a 8-9 punti di vista diversi.
Anzi, in quel caso rispetto al normale 3D con occhialini ha un pregio notevole. Con i contenuti giusti è possibile spostarsi lateralmente rispetto allo schermo e vedere gli oggetti secondo punti di diversi. Cioè, uno spettatore piazzato a sx dello schermo potrebbe vedere la parte destra di un palazzo che sbuca dallo schermo, uno spettatore frontale vedere la parte frontale e infino uno spettatore a dx vederne la parte sx.
calabar19 Aprile 2012, 00:14 #6
Originariamente inviato da: avvelenato
non immaginare, è inutile.
le tecnologie di cui parli non hanno niente a che vedere con la stereoscopia, ma con l'eyetracking, sono due cose diverse.

Magari mi sbaglio, ma che io ricordi invece avevo visto già applicata questa tecnologia su prototipi di apparecchi 3D, seppure capaci di supportare un numero minore di spettatori.
Vattelapesca ora a trovare gli articoli, ma l'avevo letto più volte.

In ogni caso basterà aspettare qualche notizia in più su questo apparecchio per capire cosa è effettivamente in grado di fare.
StyleB19 Aprile 2012, 03:16 #7
ma guardare il video no? c'è scritto chiaramente che è basato su rete lenticolare a 8 punti e head tracking tramite videocamera.
avvelenato19 Aprile 2012, 15:16 #8
Originariamente inviato da: StyleB
ma guardare il video no? c'è scritto chiaramente che è basato su rete lenticolare a 8 punti e head tracking tramite videocamera.


sì ma O utilizzi i 9 punti di visione per 9 gruppi differenti di persone, O usi i 9 punti di visione per un gruppo singolo che si può spostare.

Entrambe per adesso non è ancora possibile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^