Nella confusione tra Nettop, MID e UMPC si tuffa anche HTC

Nella confusione tra Nettop, MID e UMPC si tuffa anche HTC

HTC mostra interesse per l'emergente segmento dei nettop. Non abbandona lo sviluppo di UMPC ma si dedicherà anche ai MID

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale Portatili
HTC
 

Sfogliando a ritroso le news di Hwupgrade, non passa giorno in cui l'argomento Nettop, MID o Intel Atom venga trascurato. Le aziende stanno sviluppando parecchio in questo nuovo settore e i primi ad aver creduto nelle potenzialità dei Nettop, per intenderci Asus con Eee PC, stanno raccogliendo ottimi risultati.

Per molti utenti un nettop è a tutti gli effetti un portatile piccolo e a basso costo. In realtà alcune peculiarità di tali modelli hanno creato l'esigenza di creare una vera e propria categoria a se stante i cui risultati sul mercato, promettono i produttori, verranno calcolati a parte rispetto ai dati relativi ai notebook.

Alcuni produttori, Asus e Samsung in primis, hanno da tempo presentato soluzioni Ultra Mobile PC, il ben noto progetto Origami, e questi dispositivi al momento trovano una difficile collocazione da parte dell'utente: sono soluzioni nate per offrire rapidità di accesso alle risorse online offrendo ottime doti in termini di autonomia e mobilità.

Per gli esperti di marketing è ben chiaro dove collocare un nettop, un UMPC o un MID, ma per l'utente finale un minimo di confusione è comprensibile. Giusto per fare un esempio, si pensi a cosa è possibile fare con un Aspire One o con un Eee PC e cosa offre un Samsung Q1. Abbiamo messo a confronto prodotti consumer con una soluzione business, ma a livello funzionale i tre prodotti citati sono paragonabili. Ad avvalorare ulteriormente questo principio di trasversalità possiamo citare una semplice osservazione: in occasione di conferenze stampa o eventi è sempre più frequente osservare persone che scrivono, prendono appunti e lavorano con Eee PC.

Tutti i principali produttori si sono tuffati in questo nuovo settore: Asus, Acer, HP e MSI hanno già svelato le proprie carte, mentre Dell e Sony non tarderanno, stando ad alcuni rumors. L'unica voce fuori dal coro resta Toshiba che in occasione di una conferenza stampa tenutasi a Londra sostiene come le attuali tecnologie non siano ancora mature per le esigenze di un nettop.

Stando a quanto riportato da DigiTimes.com, il mercato dei nettop sta catturando l'attenzione anche di High Tech Computer (HTC), marchio tra i leader per le soluzioni smartphone e UMPC business. Questa novità conferma lo scenario descritto poco sopra, infatti, Peter Chou, presidente di HTC, afferma la necessità di modificare le strategie aziendali al fine di offrire soluzioni maggiormente orientate all'accesso internet.

Per HTC sono in vista anche nuovi progetti legati alle soluzioni MID e cioè quei prodotti preannunciati da Intel, basati su tecnologia Centrino Atom e caratterizzati da un display di dimensioni inferiori rispetto a un nettop.  High Tech Computer guarda però anche oltre alla piattaforma Intel, infatti, mostra interesse per soluzioni Qualcomm e Snapdragon.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
motonacciu19 Giugno 2008, 15:02 #1

Che dire... Palm aveva avuto un buon occhio!

Beh... ormai su questo mercato si sono buttati tutti! ...manca solo apple! Cmq, se ripensate bene a chi ha iniziato il tutto voi direste che è stata Asus... ma in realtà io penso che fu il Foleo di Palm ad aperire questo tipo di mercato.
Bisogna dare atto a Palm che ancora una volta ha avuto la giusta visione... peccato che poi non abbia avuto le qualità tecniche per concretizzare l'idea!

http://en.wikipedia.org/wiki/Palm_Foleo

Il foleo non è mai nato... a rivederlo oggi sembra quasi uno dei tanti netbook che si vedono in giro. Peccato per palm, se avesse azzeccato questa mossa oggi starebbe molto meglio e non + nell'orlo del baratro!
maister19 Giugno 2008, 15:19 #2

Foleo

Il più grande errore di Palm è stato quello di appoggiarsi forzatamente al palmare, invece di creare un oggetto indipendente, e per di più con il solo supporto del Bluetooth. Avere le idee non basta. Adesso vedremo cosa combina il gruppo di ex-Apple capitanati da Tevanian che sta progettando un nuovo Palm OS Linux-based…
RedDrake19 Giugno 2008, 15:29 #3
Comunque io sono contento
per il fatto che sono caduti due tabù:
1 un portatile piccolo e leggero deve costare uno sproposito
2 e più importante, all'acquisto di un portatile sei obbligato a ricomprare windows, spero che non sia più obbligatorio in nessuna fascia di portatili!!!
Stargazer19 Giugno 2008, 18:43 #4
Questa frase fa un po' ridere imho
Per gli esperti di marketing è ben chiaro dove collocare un nettop, un UMPC o un MID


Ho visto come si sono ricreduti gli esperti di markentig a livello mondiale dopo l'enorme domanda dei primi eeepc
perfino la stessa asus non ci credeva
del resto un'intera comunità di hacker si è messa a rivoltare come un calzino quei portatilini mettendoci di tutto e di più

Comunque visto parlano di sistemi umd quindi portatili, il nettop basato sui mini sistemi desktop mi sembra un po' fuori luogo

Se però l'esperto di marketing è paragonabile all'esperto commesso improvvisato che troviamo in molti centri commerciali allora posso stare zitto
Klingon6620 Giugno 2008, 08:19 #5
Sarà un'impressione mia, ma mi pare che la differenza fra UMPC e Nettop stia diventando sempre meno netta. O forse sarebbe meglio dire che Eeepc ed emulazioni varie stanno emarginando ancora di più gli UMPC "classici" stile Samsung Q1, che marginali lo sono stati già dalla nascita e che ora, secondo me, potrebbero ricevere da questi microportatilini il colpo di grazia....
Wall20 Giugno 2008, 11:10 #6
Gli UMPC "classici" come li hai definiti secondo me hanno una collocazione ben diversa e poco da temere, io ho un Samsung Q1U e lo uso ovunque, anche in piedi (es.: mentre attendo di fare il check-in in aeroporto), con o senza stilus pen avendo un touch screen, un mini portatile sarebbe decisamente più scomodo da usare in queste condizioni!
E importantissimo: il Q1U può esser usato come un Asus Eeepc e derivati con la sua custodia e mini tastiera con touch pad integrato (a quel punto il Q1U diventa solo lo schermo) mentre il contrario non sarà mai possibile, provate ad usare un eeepc in piedi...
Io non ho dubbi, tra i due tipi di prodotto riprenderei sicuramente un Q1U! Che, tra le altre cose, è anche un oggetto bellissimo (definibile di lusso forse?)! E' da vedere dal vivo, certo costa ben di più.
Hod20 Giugno 2008, 12:13 #7
Originariamente inviato da: Wall
Gli UMPC "classici" come li hai definiti secondo me hanno una collocazione ben diversa e poco da temere, io ho un Samsung Q1U e lo uso ovunque, anche in piedi (es.: mentre attendo di fare il check-in in aeroporto), con o senza stilus pen avendo un touch screen, un mini portatile sarebbe decisamente più scomodo da usare in queste condizioni!
E importantissimo: il Q1U può esser usato come un Asus Eeepc e derivati con la sua custodia e mini tastiera con touch pad integrato (a quel punto il Q1U diventa solo lo schermo) mentre il contrario non sarà mai possibile, provate ad usare un eeepc in piedi...
Io non ho dubbi, tra i due tipi di prodotto riprenderei sicuramente un Q1U! Che, tra le altre cose, è anche un oggetto bellissimo (definibile di lusso forse?)! E' da vedere dal vivo, certo costa ben di più.


pienamente d'accordo... anche sul fronte che il q1u della samsung sia un lusso

come al solito, e se mi accuseranno di scoprire l'uovo di colombo avranno ragione, credo che quando uno acquisti ormai tecnologia si debba fare un buon esame di coscienza: cosa ci devo fare? cosa mi serve? cosa posso risparmiare?

è un pò il ragionamento che si fa quando si acquista una macchina, ma mentre per le autovetture il mercato dell'usato è florido, nel senso che i ragionamenti di prima possono avere un valido supporto, quello della tecnologia (usata) non è mai stato un granchè per la celere svalutazione ed usura delle componenti.

ormai le utility base, quelle standard si sono affermate a livelli tali di performance che non richiedono più computer atomici della nasa rispetto ai loro predecessori.
questo determina l'osservazione che è inutile comprare un computer che possa gestire il sistema orbitale dello space shuttle se non sono Guidoni... la rivoluzione è stata "capire tutto questo" e fare marketing non sul super mega processore a 15 core e abbacinare gli utenti con terabyte di hardDisk, ma ridurre le dimensioni dei portatili e tenere bassi i prezzi... insomma farli un pò più fashion!... andate su i vari siti e vedetevi quante personalizzazioni sono possibili in termini di estetica esterna... quali stickers e modifiche alla scocca sono possibili per i piccolini di casa asus

cmq povera palm... ha fatto un pò come cristoforo colombo, loro hanno scoperto l'america e poi la bella faccia l'han fatta asus (amerigo vespucci)
Rizlo+20 Giugno 2008, 14:39 #8
Ho visto come si sono ricreduti gli esperti di markentig a livello mondiale dopo l'enorme domanda dei primi eeepc
perfino la stessa asus non ci credeva


Allora io sono un esperto di marketing e non lo sapevo
Avrei scommesso tutto quello che ho che sarebbero stati un grande successo. Anzi ho consigliato a mio zio (che qualche soldo ce l'ha) di investire in azioni asustek!
Cmq erano ANNI che il mercato aspettava prodotti del genere, basta vedere il grande interesse che c'era per i pocketpc ma anche la grande delusione per le loro limitazioni...
d1ego24 Giugno 2008, 09:16 #9
Anche per me la funzionalita' tablet PC e' molto importante. Qualche mese fa ho preso un Toshiba M100 usato per questo ma e' un po' ingombrante, decisamente troppo pesante e non ha il touch screen. Comprerei volentieri un Eee PC 900 con lo schermo touch e ripiegabile indietro (tipo libro, che probabilmente costa meno dello schermo ruotante dei tablet). Bello il Q1, si, ma costa troppo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^