Mercato notebook: nessuna crescita prevista nella seconda metà dell'anno

Mercato notebook: nessuna crescita prevista nella seconda metà dell'anno

Le consegne dei sistemi notebook nel corso della seconda metà del 2010 non subiranno alcuna crescita rispetto alla prima metà

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:20 nel canale Portatili
 

Il quotidiano taiwanese Digitimes riporta le preoccupazioni dei produttori di sistemi notebook in merito alle consegne del secondo semestre dell'anno le quali, secondo le stime, potrebbero non assistere ad una importante crescita rispetto alle consegne della prima metà, a differenza di quanto accaduto nel corso dell'anno passato.

Le consegne globali del 2009, infatti, hanno visto una proporzione del 40-60 tra la prima e la seconda metà dell'anno, quest'ultimo il periodo nel quale tradizionalmente si registra il picco della domanda per i mercati europeo e nord-americano. Per il 2010 si stima una proporzione del 50-50 tra i due semestri.

A mescolare le carte sul versante delle consegne sarebbe il mercato cinese, il quale sembra esprimere una forte domanda in questo primo semestre. La prima metà dell'anno rappresenta tradizionalmente il momento di maggiore domanda per il mercato cinese in quanto vi sono due importanti festività: il nuovo anno lunare a gennaio/febbraio e il Labour Day a maggio.

Attualmente il mercato cinese costituisce il 25% delle consegne complessive globali di sistemi notebook, con un trend in crescita che la porterà, nel giro di due o tre anni, a sorpassare il mercato europeo e quello nord-americano. Per questo motivo nei prossimi anni è possibile si ripeta quanto sta accadendo nell'anno in corso, ovvero proporzioni di consegne confrontabili tra la prima e la seconda metà dell'anno.

A generare ulteriore incertezza tra i produttori di sistemi notebook relativamente alle consegne della seconda metà del 2010 vi sono inoltre le scarse consegne di processori Core i3 e Core i5 di Intel, per via di rese non sufficienti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sna69607 Aprile 2010, 16:40 #1
io di questa notizia non mi sorprendo... tutti gli utonti comprano il portatile, con la mentalità di chi vuole prestazioni e modularità dei componenti da PC FISSO.
al primo problema o volontà di fare un upgrade, bam...
per non parlare poi dei problemi elettronici, stanno in giro i mesi e tu rivenditore o assistente riparazioni ti fai un MAZZO dal cliente che continua a chiederti se il suo cavolo di portatile torna indietro dalla riparazione il giorno dopo la partenza (capirà che minimo se ne sta in giro 3 mesi???)
che pa**e
Pat7707 Aprile 2010, 16:48 #2
se leggi bene la notizia si parla di rese insufficienti, non di mancanza di richiesta.
Io in 5 anni ho comprato 2 note, non mi ritengo utonto per questo. Poi perchè utonto? Perchè chiede il portatile indietro dalla riparazione? I fissi non si rompono?
ignatech07 Aprile 2010, 16:58 #3
non credo che se ci si affida a un buon fornitore si attendano 3 mesi in caso di guasto.
ad esempio Acer offre per poco prezzo estensioni di garanzia fino a 3 anni per proteggere l'investimento e un canale previlegiato per chi stipula questa estensione.

un amico aveva comprato un dell, l'assistenza è uscita in 24 ore onsite riparando il notebook.

certo è che se compro la sottomarca più ignota e poi si rompe i tempi potrebbero dilungarsi.

ciao
ilguercio07 Aprile 2010, 17:03 #4
Non tocco un fisso da oltre 2 anni e mi sta bene così.
Il notebook è comodo per la granparte dell'utenza,visto che occupa meno di un fisso(quasi sempre)e ha la possibilità di essere mosso.
Io ho Dell e l'assistenza e stata fenomenale,ho sempre avuto il pc con me(mai mandato via per i due interventi che ho dovuto fare).
L'unica cosa che voglio dai portatili è una modularità maggiore e prezzi per i componenti più accessibili.
StyleB07 Aprile 2010, 17:03 #5
mah... non è una questione di ignoranza dell'utente ma solo di comodità.. molti senza spazio per cavi e simili (ovviamente necessari per un desktop), molti altri che vogliono i loro dati sempre dietro per università o per il puro gusto di risparmiare 2€ di cartaccai di giornale la mattina sul treno, altri che necessitano di scarrozzarsi un pc dietro per lavoro stando un buon 60% del tempo fuori di casa (vista l'ovvia impossibilità di trascinarsi dietro 20-30kg di cabinato magari accompagnato da un bel 32'')
e dico tutto questo avendo il desktop pronto per un bel rifacimento totale e un x500 in arrivo in settimana ( yuppieee )
e poi... è normale che una persona si preoccupi per un suo bene, come è normale il doverla informare che per 3 mesi se lo pijera in cu** con il sale grosso per il pc rotto... fa parte del mestiere... se non volevi rogne simili potevi fare lo spazzino o il meccanico da catena di montaggio...
afhaofhasofhaohfa07 Aprile 2010, 17:09 #6
Originariamente inviato da: sna696
io di questa notizia non mi sorprendo... tutti gli utonti comprano il portatile, con la mentalità di chi vuole prestazioni e modularità dei componenti da PC FISSO.
al primo problema o volontà di fare un upgrade, bam...
per non parlare poi dei problemi elettronici, stanno in giro i mesi e tu rivenditore o assistente riparazioni ti fai un MAZZO dal cliente che continua a chiederti se il suo cavolo di portatile torna indietro dalla riparazione il giorno dopo la partenza (capirà che minimo se ne sta in giro 3 mesi???)
che pa**e


Se ti pare una cosa normale che la riparazione di un pc richieda 3 mesi COME MINIMO...
ilguercio07 Aprile 2010, 17:11 #7
Originariamente inviato da: egx11
Se ti pare una cosa normale che la riparazione di un pc richieda 3 mesi COME MINIMO...


Quale?
Se compri Packard Bell ci metti una vita sia con un fisso che con un laptop.
ignatech07 Aprile 2010, 17:18 #8
il discorso è che il mondo è pieno di sprovveduti, come chi compra il notebook senza preoccuparsi dell'assistenza, chi salva migliaia di foto e non fa il back up, chi vuole grandi prestazioni ma non pensa a ciò che compra (fenomeno netbook)..

imho andrebbero valutati vari aspetti quando si decide di optare x un notebook, anche il fatto che essendo trasportabile e alquanto "compresso" i suoi componenti dovranno sopportare stress maggiori.
E chi pone maggiori attenzioni nella progettazione di questi aspetti? non credo certo il notebook da 299 euro di marca ignota.
Per comprare un buon notebook è necessaria a mio avviso una certa "maturità informatica" per scegliere il prodotto "giusto" per le propre esigenze. Altrimenti saranno dolori.
ilguercio07 Aprile 2010, 17:48 #9
Originariamente inviato da: ignatech
il discorso è che il mondo è pieno di sprovveduti, come chi compra il notebook senza preoccuparsi dell'assistenza, chi salva migliaia di foto e non fa il back up, chi vuole grandi prestazioni ma non pensa a ciò che compra (fenomeno netbook)..

imho andrebbero valutati vari aspetti quando si decide di optare x un notebook, anche il fatto che essendo trasportabile e alquanto "compresso" i suoi componenti dovranno sopportare stress maggiori.
E chi pone maggiori attenzioni nella progettazione di questi aspetti? non credo certo il notebook da 299 euro di marca ignota.
Per comprare un buon notebook è necessaria a mio avviso una certa "maturità informatica" per scegliere il prodotto "giusto" per le propre esigenze. Altrimenti saranno dolori.


Ma questo succede per tutto.I prodotti di cacca esistono in tutti i campi della produzione umana.
Non è che chi si fa il fisso è nerd e sa tutto e chi opta per un portatile è niubbo e non sa nulla.
Quel che è certo è che ci vuole consapevolezza negli acquisti:ogni oggetto ha un suo target di utilizzo e non si può comprare una cosa volendone un'altra.
Io sto bene così,ai fissi non credo di ritornarci più.
JOHNNYMETA08 Aprile 2010, 09:43 #10
sna696 se i tuoi clienti sono utonti non significa che tutte le altre categorie di persone che hanno uno o più portatili oltre al desktop e li sanno mantenere e ottimizzare e upgradare siano come i tuoi clienti inetti. Non generalizziamo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^