Mercato notebook: forniture limitate per gli schermi ultrasottili

Mercato notebook: forniture limitate per gli schermi ultrasottili

I notebook ultra-slim potrebbero andare incontro ad un periodo di scarsa disponibilità a causa delle limitate forniture di pannelli e display ultrasottili

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Portatili
 

Il mercato dei PC ultrasottili potrebbe andare incontro ad un periodo caratterizzato da qualche problema di disponibilità, per via dello scarso impegno dei produttori di schermi touch e di pannelli ultrasottili in questa categoria di prodotti. L'interfaccia touch ed un design sottile vengono considerati punti chiave per le vendite della categoria emergente dei PC ultra-slim, che hanno assistito ad un avvio non troppo vivace.

Richard Shim, senior analyst per NPD DisplaySearch, osserva: "Le elevate specifiche per il touch sui PC Windows 8 e una domanda ancora tutta da dimostrare per quanto riguarda il touch sui notebook ha reso i produttori di pannelli touchscreen ancora diffidenti dallo spostare la capacità attualmente allocata per smartphone e tablet verso i PC notebook".

Attualmente il settore dei notebook sta affrontando una fase dove le forniture di pannelli ultrasottili sono limitate. Si tratta di un elemento fondamentale per la realizzazione di sistemi dallo spessore ridotto ma che richiede anche una serie di costi aggiuntivi in fase di produzione.

A tal proposito spiega Shim: "La sfida, da un punto di vista di produzione, è rappresentata non solo dal fatto che la realizzazione dei vetri ultrasottili (fino al massimo a 0,4mm di spessore) è difficoltosa, ma anche il trasporto e la gestione di un vetro così fragile richiede una dotazione apposita. Solamente due fornitori di pannelli, AUO e Innoloux, stanno sostentendo le spese aggiuntive dell'uso di vetri ultrasottili per offrire pannelli in volumi significativi".

Il mercato dei PC ultrasottili dovrebbe raggiungere un volume di consegne di circa 44,2 mlioni di unità nel corso del 2013, andando a costituire il 21,4% del mercato PC. La disponibilità di pannelli touchscreen dovrebbe comunque crescere ed i produttori di PC stanno cercando alternative ai pannelli ultrasottili per contenere lo spessore. La penetrazione di display di tipo touch nei sistemi notebook dovrebbe raggiungere il 13,1% con 27,2 milioni di unità, crescendo fino al 57% (106,6 milioni di pezzi) entro il 2017. I PC ultra-slim dovrebbero crescere in maniera robusta tra il 2014 ed il 2015, andando a definire maggiormente il segmento di fascia alta dei notebook

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bongo7414 Febbraio 2013, 14:24 #1
il touch sul notebook è una cacchiata, inusabile.
pure il fatto che il monitor sia meno spesso di 2-3 mm rispetto al normale non frega nulla a nessuno.


fate batterie buone che durino e sistemi che consumino poco
Eress14 Febbraio 2013, 17:03 #2
Concordo, touchscreen su notebook e pc desktop sono inutili e scomodi, piuttosto la MS e io produttori oem incentivino l'utilizzo di touch mouse o meglio ancora di touchpad, praticamente sconosciuti all'utenza windows.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^