Mandriva Mini strizza l'occhio ai netbook

Mandriva Mini strizza l'occhio ai netbook

Una particolare versione di Mandriva Linux è stata sviluppata per l'impiego sui netbook

di pubblicata il , alle 16:36 nel canale Portatili
 

Mandriva insegue Ubuntu nello sviluppo di soluzioni Linux dedicate ai tanto attuali netbook, infatti, Ubuntu solo pochi mesi fa preannuncio Remix, distribuzione dedicata ai notebook a basso costo, mentre oggi Mandriva propone la propria versione Mini.

Anche nel caso di Mandriva gli sviluppatori hanno realizzato una distribuzione ottimizzata all'utilizzo su prodotti dalle risorse hardware minime e dotati di display con diagonale massima di 10 pollici. Mandriva preannuncia il supporto a dispositivi di storage SSD oltre alla piena compatibilità con le più recente cpu Intel Atom, e per esse è previsto anche il supporto multi-thread.

Stando a quanto riportato da PCautority.com, gli sviluppatori hanno lavorato per ottenere un prodotto in grado di garantire lo start up di un netbook in tempi assai ridotti, inoltre, è previsto il pieno supporto alle tecnologie Intel Speedstep a tutto vantaggio dell'autonomia di funzionamento.

Come nel caso di Ubuntu Remix, anche Mandriva Mini sarà diffusa esclusivamente a livello OEM, quindi, per il momento gli utenti finali non potranno decidere di installare questa distribuzione sui propri netbook in modo autonomo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bunglegrind23 Settembre 2008, 16:50 #1
bene, bene...mandriva mi è sempre piaciuta come distro
tommy78123 Settembre 2008, 16:56 #2
non capisco perchè non rilasciarle a tutti come per tutte le distro linux, viene meno il concetto di libertà che tanto decantano.
black-m0123 Settembre 2008, 17:47 #3
Originariamente inviato da: tommy781
non capisco perchè non rilasciarle a tutti come per tutte le distro linux, viene meno il concetto di libertà che tanto decantano.


Se per te il concetto di libertà applicata al software è scaricare gratuitamente (a sbafo, perché quei server, quello spazio, quella banda qualcuno li sta pagando per te), beh, spiacente: la definizione di software libero non prevede nemmeno la gratuità della distribuzione.



Ad ogni modo, l'informazione dell'articolo è sbagliata. I pacchetti di Ubuntu Netbook Remix, così come immagino per Mandriva (il concetto di repository pubblico è lo stesso), sono scaricabili nelle opportune pagine dei distributori del software, da chiunque.

Per Ubuntu distribuita da Canonical:
http://www.canonical.com/netbooks

Mentre per Mandriva, mi spiace, ma non mi interessa. Cercate vobis.

Prima di scrivere... informiamoci, eh.
zephyr8323 Settembre 2008, 18:09 #4
Ma alla fine nn è che sia compito proprio di mandriva! è il kernel che supporta l'hardware e quindi le cpu atom (perché mai dovebbero esserci problemi poi?) e lo speedstep! nn dipende dalla distribuzione in se ma dal tipo di kernl usato.
E come ha già detto black-m01 nn sarà certo un problema installare sta distro anche su altri netbook (o anche altro). se è tutto qui nn c'è manco bisogna di una distro dedicata, va benissimo una qualsiasi, anche mandriva normale.
io spero che questa Mini si differenzi da mandriva normale per un'interfaccia diversa, pensata per i netbook o dispoisitivi simili tipo come ha fatto xandros sull'eeepc.
6maverick923 Settembre 2008, 18:18 #5
io su un u200 pro toshiba ciò installato la ubuntu e dalla 6.04 ad adesso 8.04 mai un problema...
Barra23 Settembre 2008, 18:54 #6
Certamente si troveranno i repo.

Diverso è il discorso dell'ottimizzazione che certamente i mandriva (e canonical) fanno x i partner oem. Avete visto la netbook remix integrata nei netbook dell? non ha nulla a che fare con quella che ho io sul mio EEE. Il kernel poi quasi certamente è ottimizzato e non usa quello di default di canonical (x l'asus esiste il kernel di adam che è MOSTRUOSAMENTE + veloce e molto + ottimizzato).

CMQ non è che mi ispirino molto le prime foto. Non sembrano rispettare gli standard freedesktop.org. Un pò come xandros: installi con apt dai repo ufficiali di xandros e gli applicativi non ti si aggiungono al menu. Magari mi sbaglio.

Poi questa mania di tanti di avere tutto aggratis senza pagare mai nulla (dell ha pagato x usare ubuntu, x le ottimizzazioni di kernel e interfaccia) mi fa molto ridere! Una volta si piratava windows, ora l'alternativa è usare linux. A chi ha scelto il pinguino x questo motivo consiglio di tornare al mondo microsoft!
ShotGunStyle23 Settembre 2008, 19:52 #7
Ma ragazzi...... ubuntu domina....
tyco7423 Settembre 2008, 20:22 #8
Originariamente inviato da: Barra

Poi questa mania di tanti di avere tutto aggratis senza pagare mai nulla (dell ha pagato x usare ubuntu, x le ottimizzazioni di kernel e interfaccia) mi fa molto ridere! Una volta si piratava windows, ora l'alternativa è usare linux. A chi ha scelto il pinguino x questo motivo consiglio di tornare al mondo microsoft!


Se Linux fosse a pagamento lo utilizzerebbe lo 0,00000000000001% delle persone.

I Linux users sono un po come un club. Prima tutti ad osannare Linux cercando di convincere gli altri utenti che Windows è una schifezza, ora che la base degli utilizzatori si va leggermente ad ampliare pronti a respingere chi si avvicina.
frnz23 Settembre 2008, 22:10 #9
@black_m01 direi però che a quella pagina ci sono certamente le cose necessarie per usare Remix, ma come c'è ben scritto sono alla fine per utenti esperti. Non c'è il classico file ISO per la distro live / installabile che molti si aspettano
eFFeeMMe23 Settembre 2008, 22:37 #10
Originariamente inviato da: tyco74
Se Linux fosse a pagamento lo utilizzerebbe lo 0,00000000000001% delle persone.

I Linux users sono un po come un club. Prima tutti ad osannare Linux cercando di convincere gli altri utenti che Windows è una schifezza, ora che la base degli utilizzatori si va leggermente ad ampliare pronti a respingere chi si avvicina.


E' evidente che non sa di ciò che parla o blatera per attirare flame. Non prendetevela.

Originariamente inviato da: frnz
@black_m01 direi però che a quella pagina ci sono certamente le cose necessarie per usare Remix, ma come c'è ben scritto sono alla fine per utenti esperti. Non c'è il classico file ISO per la distro live / installabile che molti si aspettano


Beh, dopotutto non hanno lettori cd questi nettop

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^