La popolarità dei netbook non preoccupa Intel

La popolarità dei netbook non preoccupa Intel

Il colosso di Santa Clara vede positivamente la diffusione dei sistemi netbook, al contrario dei produttori che rischiano di fare i conti con profitti ridotti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:54 nel canale Portatili
Intel
 

I sistemi netbook rosicchiano quote di mercato ai danni dei sistemi notebook tradizionali. E' Intel che, esprimendo il proprio parere positivo in merito, da conferma di questa tendenza. La popolarità dei sistemi netbook, infatti, si traducono immediatamente per il colosso di Santa Clara in maggiori vendite dei propri processori della famiglia Atom.

Christian Morales, responsabile vendite per Intel Europe, ha dichiarato: "Abbiamo visto ciò che noi chiamiamo cannibalizzazione di Celeron da parte di Atom. I netbook hanno raggiunto il 16% delle vendite di tutti i notebook a livello globale, e livelli leggermente più alti nell'Europa occidentale. I margini di profitto per Atom sono più alti di quelli che abbiamo con Celeron".

I processori Intel Celeron e Celeron M, offrono un più elevato livello prestazionale rispetto ai processori della linea Atom. I processori Celeron, di contro, sono prodotti a 65 nanometri, un processo più costoso di quanto messo in campo con Atom, che vengono realizzati con processo a 45nm e risultano, pertanto, più economici da produrre.

La tendenza confermata da Intel potrebbe però rappresentare un elemento di preoccupazione per i produttori di sistemi e per i produttori di componenti. I netbook basati su Atom utilizzano infatti anche chipset a basso costo così come altri componenti economici (gli schermi, ad esempio). Di conseguenza mentre Intel può beneficiare comunque della crescita della popolarità dei netbook, i produttori di questi sistemi non possono essere altrettanto contenti poiché una ulteriore crescita della popolarità dei sistemi netbook potrebbe portare, sul lungo periodo, ad un complessivo assottigliamento dei margini di profitto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Man0war28 Maggio 2009, 11:02 #1
Veramente mi pare che l'unica che non dovrebbe preoccuparsi è proprio la Intel che allo stato attuale delle cose ha il monopolio in quel genere di prodotti e mi pare che stia anche facendo il bello e il cattivo tempo proponendo processori e chipset non proprio tra i migliori del settore, uno per prestazioni e uno per il consumo.
Redvex28 Maggio 2009, 11:10 #2
Quoto man0war
Sta facendo una fortuna con gli atom non vedo perchè preoccuparsi.
chi vuole un desktop continuerà a comprare desktop.
Forse il settore notebook ne risentirà un pochino ma vedendo l'allineamento dei prezzi dei netbook verso l'alto non mi preoccuperei molto.
Xile28 Maggio 2009, 11:11 #3
Hanno il monopolio su questo settore, te credo che non sono preoccupati!!!
Slevin8628 Maggio 2009, 11:11 #4
e per quale assurdo motivo dovrebbe preoccuparsi????
viger28 Maggio 2009, 11:25 #5
Interessante quel che dice Christian Morales:

"... I margini di profitto per Atom sono più alti di quelli che abbiamo con Celeron"

pur costando molto meno , abbinato ad un chipset fuori produzione da anni sui notebook, hanno maggiori margini di guadagno.

In ogni caso il mondo dei netbook come lo vediamo oggi è destinato a cambiare velocemente. La metà di chi li ha comprati si è resa conto dei loro limiti ed è già pronta a saltare sul treno degli cULV. I futuri netbook non credo assomiglieranno a notebook in miniatura ma saranno strumenti diversi.

Ovviamente Intel non perde clienti comunque.
zancle28 Maggio 2009, 11:38 #6
Originariamente inviato da: Slevin86
e per quale assurdo motivo dovrebbe preoccuparsi????


Perché vuol dire che le persone non sono più interessate alle alte prestazioni.
Il grosso delle entrate di INTEL non deriva certo da Atom.

I PC sono ormai diventi un prodotto maturo ed il 98% degli utenti non ha bisogno ne richiede più prestazioni estreme.

A chi venderà Core i7 e i processori più potenti?
riuzasan28 Maggio 2009, 11:39 #7
Spero ardentemente di vedere presto la combo Nvidia+ARMS+ANDROID sul mercato, in un settore dove sulla carta "prestazioni/risparmio energetico/leggerezza dell'OS" sono ben superiori all'accoppiata WINTEL.
Schernitore_Di_Paguri28 Maggio 2009, 11:51 #8
@zancle:

beh ciò che guadagna vendendo sistemi hig-end tipo I7 avrà una quota pari a ciò che vende con gli Atom, credo...anche perchè sono destinati a un target totalmente diverso (se vuoi comprare un i7 "DIFFICILMENTE" sceglierai al posto un Atom
I sistemi di alto livello da che mondo è mondo rappresentano una minima fetta del mercato globale, e mi sembrerebbe normale se gli i7 abbiano una fetta (in intel) minore di atom...

Inoltre ad un'azienda importa MOLTO RELATIVAMENTE se quello che guadagna lo fa a beneficio del "progresso" o vendendo roba vecchia, basta che siano guadagni
Per il semplice fatto che i soldi sono soldi, d'ovunque provengano, e con quei soldi puoi COMUNQUE investire sulla ricerca (anche perchè il settore dei server ha comunque bisogno e domanda nuove tecnologie, e qui i netbook hanno impatto zero)...

Ovviamente quindi questo discorso solo in ambito consumer, in ambito di server e aziende il settore netbook ha un impatto nullo.
Non vedo proprio perchè intel dovrebbe preoccuparsi in questa direzione, al massimo si preoccupi di rispettare la concorrenza
zancle28 Maggio 2009, 12:14 #9
Originariamente inviato da: Schernitore_Di_Paguri
@zancle:

beh ciò che guadagna vendendo sistemi hig-end tipo I7 avrà una quota pari a ciò che vende con gli Atom, credo...anche perchè sono destinati a un target totalmente diverso (se vuoi comprare un i7 "DIFFICILMENTE" sceglierai al posto un Atom
I sistemi di alto livello da che mondo è mondo rappresentano una minima fetta del mercato globale, e mi sembrerebbe normale se gli i7 abbiano una fetta (in intel) minore di atom...

Inoltre ad un'azienda importa MOLTO RELATIVAMENTE se quello che guadagna lo fa a beneficio del "progresso" o vendendo roba vecchia, basta che siano guadagni
Per il semplice fatto che i soldi sono soldi, d'ovunque provengano, e con quei soldi puoi COMUNQUE investire sulla ricerca (anche perchè il settore dei server ha comunque bisogno e domanda nuove tecnologie, e qui i netbook hanno impatto zero)...

Ovviamente quindi questo discorso solo in ambito consumer, in ambito di server e aziende il settore netbook ha un impatto nullo.
Non vedo proprio perchè intel dovrebbe preoccuparsi in questa direzione, al massimo si preoccupi di rispettare la concorrenza


Non volevo dire che una persona compra un Atom al posto di Core i7.
ma che è finita l'era della rincorsa alle alte prestazioni da parte degli utenti comuni.

Quindi la lotta sul prezzo sulle "MEDIE" prestazioni sarà più aspra con notevole con riduzione dei margini di guadagno.
MaxVIXI28 Maggio 2009, 12:19 #10
bah... sinceramente non penso si debbano preoccupare... anzi... io sinceramente possiedo sia un pc di fascia alta (I7 920 ecc ecc) sia un notebook di buon livello almeno quando è usicto (intel 7500) sia un netbook (mini note 2133 con via c7 che cambierò qundo usciranno buoni netbook con atom 330) e l'utilizzo che ne faccio è estremamente differenziato... sono 3 prodotti non in competizione ma che vanno a coprire esigenze diverse... il primo è il mio sistema ideale, sia per il gaming che per il lavoro (grafica 2/3d) il secondo è una buona alternativa ad un pc fisso (anche per lo schermo a 17" quando sono fuori casa (per esempio i 3 giorni che passo a padova per l'uni) il terzo è stato un tocca sana sia per il fisico che per il numero di bestemmie che tiravo ogni volta che dovevo portatmi in uni o in treno un notebook da 3 kili e mezzo... c'erto le prestazioni di un netbook non sono paragonabili a quelle di un notebook, cosi come quelle di un notebook non sono paragonabili a quelle di un pc fisso, ma neppure il loro grado di comodità è paragonabile... per esempio vedrei difficile scrivere questo commento con il mio pc fisso visto che mi trovo su una panchina dell'uni tra una lezione e l'altra ... sinceramente tifo per l'arrivo sul mercato di buoni netbook performanti e di buona qualità ma questo sinceramente non influenzerà il fatto che continuerò a tener aggiornato il pc e che ogni 2anni e mezzo o 3 cambierò notebook...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^