Intel prepara il processore Atom dual-core N500?

Intel prepara il processore Atom dual-core N500?

Intel sarebbe al lavoro per preparare una versione di Atom dual-core da destinare alle soluzioni netbook

di pubblicata il , alle 11:39 nel canale Portatili
IntelAtom
 

Stando ad alcune indiscrezioni che circolano in rete in queste ore, Intel starebbe realizzando una nuova versione dual-core del processore Atom per allargare, tramite prodotti più performanti, l'offerta di soluzioni destinate ai sistemi notebook.

Il nuovo processore sarebbe il modello Atom N500, che sarà basato sul progetto Pineview e, pertanto, caratterizzato da memory controller e GPU integrati. Non è dato sapere quale sia la frequenza operativa o il TDP della soluzione. Il nuovo Atom supporterà la tecnologia Hyper Threading.

Attualmente Intel consegna solamente soluzoni dual-core Atom D510, si tratta di un processore con TDP dichiarato di 13W e frequenza operativa di 1,66GHz che è espressamente indirizzato a prodotti di tipo nettop. Tuttavia alcuni produttori hanno deciso di utilizzare questa CPU anche per la realizzazione di soluzioni netbook ad elevate prestazioni. Alla luce di questo, dato che esiste domanda per questo tipo di CPU anche sul versante netbook, Intel ha deciso di realizzare e commercializzare una soluzione "ufficialmente" destinata a questo mercato.

Com'è prassi, Intel non ha rilasciato alcuna dichiarazione in merito alle informazioni circolate.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lino P10 Marzo 2010, 12:02 #1
ottimo per la sponda net. chissà i prezzi però.
Già cosi, tendono ad avvicinare quello delle soluzioni note...
GiulianoPhoto10 Marzo 2010, 12:14 #2
Allora ricapitoliamo:

2007: serve un notebook più piccolo da mettere in borsa, 3G galoppante.

2008: escono i primi netbook prezzo intorno ai 250 euro con xp. Bene. Boom di vendite.

2009: i netbook aumentano di modelli ma anche il prezzo, cpu sempre la stessa, necessità di maggior velocità con win7 e monitor da almeno 10". Qualità scadenti.

2010: Atom è scarso? allora cpu dual core atom, benissimo ma il prezzo rimarrà sotto i 300/400 euro??
Direi proprio di no!!

E allora che senso ha?

il progetto netbook ha fatto guadagnare tanto ma fondamentalmente nell'utilizzo è fallito.
g.dragon10 Marzo 2010, 12:27 #3
io mi chiedo solo: ci girerà crysis?? e metro 2033??
g0ldf3n1x10 Marzo 2010, 12:29 #4
EEE Pc ... Easy to Learn, Easy to Work, Easy to Play ...

Ma siamo sicuri che ormai siano ancora "Easy to PAY" ?

:-))
Spellsword10 Marzo 2010, 13:06 #5
13W? hahaahaha CULV a 10w vorrei ricordare..
Itachi10 Marzo 2010, 13:12 #6
Ma infatti secondo me continuando così si otterrà anche un secondo effetto

e cioè la cannibalizzazione delle soluzioni professionali da 12-13 pollici

pensateci
prima c'erano 2 soluzioni
se ti serviva qualcosa di piccolo e di potente dovevi andare sulle soluzioni professionali tipo un vaio da 13 da 1500 euro

se la potenza non era necessaria,grazie a un netbook potevi avere la stessa cosa a 2-300 euro


Ma adesso
se cominciano a spuntare fuori netbook da 12 con processori dual core,in futuro,quando la loro potenza aumenterà inevitabilmente,le soluzioni professionali da 1000 euro serviranno davvero ?
Sapo8410 Marzo 2010, 13:15 #7
Originariamente inviato da: Spellsword
13W? hahaahaha CULV a 10w vorrei ricordare..

Sì, a prezzi nettamente superiori, e devi aggiungerci anche il northbridge, che ha il suo bel consumo.

Le soluzioni arrendale arrivano fino a 18W, ma comunque parliamo di processori che farebbero lievitare il prezzo di un centinaio di €, cosa inacettabile per un netbook.
ARARARARARARA10 Marzo 2010, 13:39 #8
Originariamente inviato da: GiulianoPhoto
Allora ricapitoliamo:

2007: serve un notebook più piccolo da mettere in borsa, 3G galoppante.

2008: escono i primi netbook prezzo intorno ai 250 euro con xp. Bene. Boom di vendite.

2009: i netbook aumentano di modelli ma anche il prezzo, cpu sempre la stessa, necessità di maggior velocità con win7 e monitor da almeno 10". Qualità scadenti.

2010: Atom è scarso? allora cpu dual core atom, benissimo ma il prezzo rimarrà sotto i 300/400 euro??
Direi proprio di no!!

E allora che senso ha?

il progetto netbook ha fatto guadagnare tanto ma fondamentalmente nell'utilizzo è fallito.


Vorrei fare un piccola modifica alla tua lista che qui sotto ricopio e correggo secondo me:

2007: serve un notebook più piccolo da mettere in borsa, 3G galoppante. Processori orribili, celeron 800, prestazioni infime mezzo flop per via di linux ma i prezzi sono ottimi 199€ e te lo porti a casa! Il netbook era indistruttibile o quasi la memoria solida permetteva di trattarlo come un cellulare fregandosene altamente di vidrazioni o urti.

2008: escono i primi netbook atom prezzo intorno ai 250 euro con xp. Bene. Boom di vendite non perchè xp sia migliore ma perchè è conosciuto e permette di usare software di un pc vero mentre con linux l'impressione era quella di usare un grosso cellulare molto veloce. Eliminazione della memoria solida in favore dei piatti rotanti, il netbook diventa delicato quanto un notebook.

2009: i netbook aumentano di modelli ma anche il prezzo, cpu sempre la stessa, necessità di più ram (la velocità della cpu conta molto meno della ram) con win7 e monitor da almeno 10". Qualità scadenti. La ram resta sempre 1 gb quando con 2 le prestazioni aumenterebbero in maniera esponenziale (provato sul mio muletto atom), i monitor diventano più grandi e più risoluti ma la beffa è che cambiando il formato da 16:10 a 16:9 si penalizza l'altezza che è fondamentale per la navigazione internet ossia ciò per cui nasce il netbook, nonostante i 1366 pixel in larghezza l'altezza è inferiore a 800 px (768) e 800 pixel è il minimo per windows 7 perchè alcune finestre di sistema sono per 800 pixel minimi e non sono ridimensionabili... 1280x800 sarebbe stata la scelta migliore, anche per via della risoluzione hd che è 1280x720 e che visualizzata su 1366 è ovviamente interpolata con perdita di qualità... complimentoni agli ingegneri e al marketing, meglio una banda nera sopra e sotto al film (neanche in tutti per altro) che l'interpolazione... ma vabbhè. I prezzi vanno alle stelle, soluzioni come acer ferrari con cpu amd dual core e grafica ati costano meno di alcuni netbook nonostante siano a tutti gli effetti di categoria superiore, ossia degli ultraportatili. Arrivo di solizioni netbook da 11, 12 e 13"...

2010: Ad adesso il 3g è ancora optionl nonostante sia fondamentale per un netbook!
Atom è scarso? allora cpu dual core atom, benissimo ma il prezzo rimarrà sotto i 300/400 euro?? Cpu dual core = maggiori consumi = batteria più costosa e pesante = il netbook è ufficialmente morto! Bhè forse era già morto quando i prezzi sono saliti sopra i 400€


E allora che senso ha?

Configurazione netbook ideale per il 2010:
Processore Atom... il modello che consuma meno
Nuovo chipset che cosnumi meno
2 gb di ram minimo
un centinaio di gb di memoria alla stato solido di bassa qualità, non servono i 250 mb/s degli ssd, bastano delle memorie che offrano 50 mb/s quindi memorie economiche
monitor 10" 1280x800
batteria che offra 6 ore effettive di autonomia in uso 3g
wifi, 3g, porta lan, HDMI, 2 usb ben distanziate, lettore di schede sd sdhc sdxc cf e altri formati comuni
windows 7 starter (costa pochissimo agli oem)
prezzo pari o inferiore a 400€
Faster_Fox10 Marzo 2010, 13:51 #9
quoto tutti quelli che criticano i prezzi....ma prima i net non erano per un target sui 250€? ora si fa fatica davvero a trovarli.....e comunque quasi a pari prestazioni costano di più....bho!
Lotharius10 Marzo 2010, 15:29 #10
"realizzazione di soluzioni netbook ad elevate prestazioni" la Intel sta lavorando sodo sul fronte del marketing sguinzagliando ossimori arditi :-D

A parte il fatto che è impossibile potenziare una architettura debole alle fondamenta (a meno che non si torni ai tempi in cui si pompavano i Ghz) ma poi facendo così Intel si ritroverà con delle CPU che avranno un improponibile rapporto prezzo/prestazioni/consumi: l'UNICO vantaggio del Pineview è che consuma poco rispetto alla concorrenza. Aumentando i core e le "prestazioni" aumenteranno inevitabilmente i consumi, rendendo completamente inutile questa piattaforma.

Volete le prestazioni nell'ultramobile? Allora c'è già AMD Congo.
Volete la maggior durata possibile del netbook? Allora va bene Intel Pinetrail.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^