Intel pensa ad una tecnologia multi-display per dispositivi mobili

Intel pensa ad una tecnologia multi-display per dispositivi mobili

Avvicinare quattro dispositivi mobile tra loro per creare un unico grande schermo. Questa la tecnologia alla quale Intel sta lavorando

di pubblicata il , alle 14:43 nel canale Portatili
Intel
 

All'interno dell'iniziativa "Carry Small, Live Large", i ricercatori Intel hanno avviato i lavori su una tecnologia che consenta a più dispositivi mobili, quali palmari, cellulari, MID, netbook e via discorrendo, di interconnettersi tra loro affinché il display di ciascuno collabori sinergicamente con gli altri per creare un display di maggiori dimensioni.

Si tratta a tutti gli effetti di una tecnologia multi-schermo che, dal punto di vista funzionale, è simile ad alcune soluzioni che si possono incontrare attualmente nei mercati commerciali e professionali. La particolarità del progetto di Intel è però quella di portare nel mercato consumer questo tipo di impiego, con particolare attenzione al mondo mobile.

La differenza principale tra le soluzioni multi-schermo disponibili ai giorni nostri e la tecnologia alla quale Intel sta lavorando è rappresentata dal fatto che in quest'ultimo caso si dovrà architettare un sistema di connessione di tipo wireless.

Non sono stati rilasciati dettagli su questa tecnologia. Intel si è limitata a tratteggiare un possibile tipo di impiego: "Immaginate di avvicinare il vostro dispositivo mobile con quello di altri tre amici per vedere un video dei fatti del giorno".

Non è ancora chiaro quando e se questa tecnologia farà la propria comparsa su dispositivi commerciali. Qualche perplessità, tuttavia, è lecita: quanto sarà effettivamente fruibile questa tecnologia considerando l'enorme varietà di dispositivi mobile in circolazione, con schermi di diversa grandezza, risoluzione e formato?

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Notturnia12 Marzo 2009, 14:51 #1
monitor wireless... per dispositivi mobile.. a pile ? -.-

Mercuri012 Marzo 2009, 15:14 #2
"Immaginate di avvicinare il vostro dispositivo mobile con quello di altri tre amici per vedere un video dei fatti del giorno".

O_o
II ARROWS12 Marzo 2009, 15:17 #3
Qualcuno fa notare a Intel che Microsoft sono anni che sta lavorando a queste cose?
magicken12 Marzo 2009, 15:19 #4
Cosi' anche col cellulare si potra' fare uno SLI di schermi :-)
+Enky+12 Marzo 2009, 15:19 #5
no spiegatemi piuttosto il vantaggio di questa cosa perchè per come me la immagino io a meno che non si abbiano dei supporti tutti uguali risulta un pò impraticabile
filippo198012 Marzo 2009, 15:27 #6
mah... personalmente la ritengo una di quelle tecnologie che avranno, forse, l'unico pregio di far avanzare la tecnologia in altri campi... unire più schermi di cell mi sembra veramente inutile! La cosa utile mi sembra, invece, la tecnologia che permetterà di trasmettere l'audio e il video ad un monitor in modo wireless... ma non so se è realmente una novità o esiste già qualcosa del genere...
montex12 Marzo 2009, 15:43 #7
ecco una di quelle idee che uno pensa anni prima e poi se le ritrova sbattute sui media da qualcun altro. Personalmente l'avevo concepita per un mio handheld per poter raddoppiare (o piu se necessario) le dimensioni dello schermo se per caso serviva lavorare in mobilità e lo schermino non bastava.
(stavo ultimamente abbandonando l'idea per abbracciare quella di uno schermo pieghevole che raddoppiava di fatto le dimensioni.. ma non sò esattamente fino a che angolo di piegatura sono arrivati)

Le differenze erano che il monitor lcd anzichè wireless si collegava tramite usb ( http://www.hwupgrade.it/news/perife...sung_22795.html ) e poteva contare su una sua alimentazione sfruttando un sottovano con la stessa batteria dell'handheld (che poteva quindi nel caso, essere usata come batteria secondaria di emergenza, nel caso).


Vabbeh..staremo a vedere...


Alla fine chi ha i soldi per fare brevetti e amicizie per andare avanti e farsi conoscere, bene. Gli altri si attaccano.
1T412 Marzo 2009, 16:07 #8
Beh, sarebbe carino se i dispositivi condividessero anche lo spazio di lavoro. Mi spiego meglio: ne avvicini due e si apre una sorta di desktop che permettere di accedere ai dati di entrambi i dispositivi e a te basterebbe trascinare il file che ti interessa presente sull'altro dispositivo sulla tua parte del "desktop condiviso" per copiarlo sul tuo...
montex12 Marzo 2009, 16:56 #9
Originariamente inviato da: 1T4
Beh, sarebbe carino se i dispositivi condividessero anche lo spazio di lavoro. Mi spiego meglio: ne avvicini due e si apre una sorta di desktop che permettere di accedere ai dati di entrambi i dispositivi e a te basterebbe trascinare il file che ti interessa presente sull'altro dispositivo sulla tua parte del "desktop condiviso" per copiarlo sul tuo...




si potrebbe fare su un handheld usando un monitor usb con 2 attacchi ai lati:

(scusate la qualità scarsa, l'ho fatta in 3 minuti "giusto per"

Link ad immagine (click per visualizzarla)

si potrebbe fare uno schermo con un software che unisca i file delle due reciproche cartelle di "documenti condivisi" o qualcosa del genere, magari separandoli in 2 spazi separati per non far confusione o usare lo spazio come zona "collaborativa". Quando si stacca uno dei due, diventa un second monitor normale.

(certo, personalmente preferirei un semplice cavetto di rete o bluetooth e vedere direttamente la cartella condivisa dell'altro.. ma se proprio vogliamo trovarci un uso in 2..)
II ARROWS12 Marzo 2009, 19:51 #10
Guardate che il lavoro di Microsoft intende tutte le cose che avete scritto voi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^