Intel 'Montevina', la piattaforma che da oggi prende il nome di Centrino 2

Intel 'Montevina', la piattaforma che da oggi prende il nome di Centrino 2

Ampiamente annunciata nel corso delle passate edizioni di IDF, Intel Developer Forum, viene presentata ufficialmente oggi la nuova piattaforma Centrino 2, nome in codice Montevina.

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 08:23 nel canale Portatili
Intel
 

Centrino 2

Il successo della piattaforma Centrino di Intel, nata nell'ormai lontana primavera del 2003,  deve molto alle diverse caratteristiche che Intel ha saputo imporre come standard, date ormai per scontate dalla clientela più o meno informata che si trova di fronte al celebre logo. Negli anni sono state diverse le evoluzioni a livello hardware, passate per l'aggiornamento di processori, chipset, moduli per la connettività ed altro ancora.

Oggi è il giorno della presentazione di una nuova generazione Centrino, che verrà indicata come Centrino 2, nome commerciale di quella che fino ad oggi veniva indicata come Montevina. A caratterizzare la nuova piattaforma troviamo diverse novità, che ci limiteremo a riassumere brevemente, approfondendo poi ogni aspetto in un apposito articolo di prossima pubblicazione.

La prima novità riguarda i processori utilizzati, che appartengono alla famiglia Penryn dual-core con processo produttivo a 45nm, contro i 65nm della piattaforma precedente. Il passaggio ad un processo produttivo di dimensioni inferiori al precedente porta con sé sue importanti novità: da una parte un minore consumo, dall'altra un minore calore prodotto dalla CPU, a tutto vantaggio quindi sia dell'autonomia che delle dimensioni delle componenti necessarie al raffreddamento. Differenti i modelli previsti, con BUS a 1066MHz efrequenze che vanno da 2,26GHz a 2,8GHz, cache L2 da 3MB (famiglia 8000) a 6MB (famiglia 9000) e TDP a 25W (con processori serie 8000), contro i 35W della precedente generazione.

Non mancheranno eccezioni alla "regola" dei 25W, in quanto Intel ha previsto modelli più performanti, fino ad un modello top quad-core con 44W di TDP, anche se passerà in questo caso in secondo piano il risparmio energetico, così come il logo Centrino 2, sostituito da Core 2 Extreme Inside, pur condividendo tutto il resto della piattaforma.

A supporto del sistema troviamo l'integrazione di memorie di tipo DDR3, meno esigenti dal punto di vista energetico nell'ordine del 25% a parità di frequenza rispetto ai modelli DDR2. Nuova anche la famiglia di chipset, serie 4, disponibile in differenti declinazioni P45M e P47M, con o senza chip grafico integrato, anche se per i modelli con funzionalità video sarà necessario attendere ancora un paio di settimane. I primi modelli in commercio, dunque, saranno equipaggiati giocoforza con sistemi discreti ATI o NVIDIA.

Una delle caratteristiche  più interessanti sarà la possibilità di passare da grafica integrata (quando presente) a quella discreta, con modalità definite dall'utente e dall'integratore. Si potrà quindi passare dalla grafica integrata a quella discreta o da boot o senza riavviare il sistema, stando a quanto dichiarato da Intel in fase di anteprima per la stampa.

Dal punto di vista della connettività troviamo differenti opzioni, con moduli della famiglia 5100 e 5300. Dal punto di vista delle caratteristiche tecniche si passa dal supporto agli standard WiFi 802.11a/b e draft n fino a WiMAX, presente in opzione.

Le novità non finiscono qui, ma rimandiamo alla lettura dell'articolo che verrà pubblicato nei prossimi giorni per saperne di più. Ricordiamo che i PC che equipaggeranno la nuova piattaforma saranno riconoscibili dal logo Centrino 2, Centrino vPro e Core 2 Extreme, di cui parleremo in seguito.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
GLaMacchina15 Luglio 2008, 08:52 #1
solo ddr3... queste piattaforme avranno costi elevati forse non giustificati per un notebook.
fuztec2515 Luglio 2008, 09:03 #2

In un certo senso hai ragione...

Tuttavia, la diffusione di questo tipo di notebook comporterà anche una diminuzione dei prezzi considerevole. Pertanto, ritengo che il prezzo dei nb con DDR3 si allineerà in fretta con le relative controparti DDR2.

Ciao, Fuz!
cacchione15 Luglio 2008, 09:05 #3
A partire da oggi una valanga di uscite di nuove serie di notebook!

mmm, utile la possibilità di passare dalla grfica esterna a quella interna, non ne avevo letto fin'ora.
itjad15 Luglio 2008, 09:06 #4
Come fa a passare dalla grafica integrata a quella discreta senza riavviare????? Ati e Nvidia ci stanno lavorando da mesi con le loro soluzioni proprietarie...
hanno concesso ad intel la loro tecnologia???
cyber_nando15 Luglio 2008, 09:20 #5
Speriamo che sui notebook metteranno quelli da 25 W.
Quando finirà l'era delle stufette.
Il centrino duo 2 è arrivato a 40W come i P4
Spriamo che il centrino due (duo 2 ) non faccia la stessa cosa
John2215 Luglio 2008, 09:21 #6
Ottimo. Prenderò uno di questi gioielli per i concerti..
bLaCkMeTaL15 Luglio 2008, 09:23 #7
già, immagino prezzi elevati fin da subito; e meno male che hanno messo WiMax in opzione, altrimenti...
Iro Suraci15 Luglio 2008, 09:50 #8
vorrà dire che mi toccherà prendermi uno di sti trappoli!!!
interessevole la possibilità di passare da integrata a discreta (la grafica) mentre peccato per l'opzionalità del wi max, imporla come default sarebbe stato un bel incentivo alla sua diffusione
khelidan198015 Luglio 2008, 09:59 #9
spero tirino fuori una scheda video decente,sarebbe una manna per gli utilizzatori di linux
Norskeningia15 Luglio 2008, 10:12 #10
Wow la vorrei anche nel fisso la possibilita' di passare da scheda integrata a scheda discreta! Un risparmio energetico da paura!!!

Quando lavoro per me e' uno spreco di energia tenere la 8800GT accesa!

( difatti la downclocco )

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^