Intel e Toppoly sviluppano LCD a basso consumo

Intel e Toppoly sviluppano LCD a basso consumo

Le due compagnie sono riuscite a sviluppare un pannello LCD in grado di consumare meno di 3 watt contro i 10 dei pannelli LCD tradizionali

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:34 nel canale Portatili
Intel
 

Intel e Toppoly Optoelectronics, sussidiaria di Compal, hanno sviluppato con successo un pannello LCD per sistemi mobili in grado di consumare meno di tre watt, secondo quanto dichiarato da In tel Taiwan. Toppoly ha dichiarato di aver già avviato le consegne di sample ai propri clienti.

I nuovi pannelli rappresentano un'importante novità per il mondo de notebook, in quanto attualmente i pannelli LCD tradizionali consumano circa 10 watt. I nuovi pannelli permetterebbero quindi di estendere ulteriormente la durata delle batterie.

Intel ha formato nell'ottobre del 2002 il gruppo "Mobile PC Extended Battery Life Working Group", assieme a compagnie con sede a Taiwan, Cina, Giappone, Sud-Corea e USA che si impegna nello sviluppo di dispositivi a basso consumo energetico. Il target principale del gruppo è di riuscire ad introdurre per il 2004 un notebook in grado di operare per un'intera giornata con una singola carica di batteria.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nonikname01 Aprile 2004, 16:47 #1
Da una parte , c'è la ricerca continua alla riduzione dei watt , dall' altra il consumo quasi osceno dei prescott .....

Per me dovevano continuare con il northwood : aumentare il bus di sistema e la cache L2 a 1 mega , arrivando al max a 3.6 ghz e avrebbero fatto un processore al top , solo che con i 130 nanometri e 1 mega di cache l2 il guadagno sarebbe quasi ridotto a zero .... infatti AMD , i primi Athlon 64 , li ha dotati di 1 mega di L2 per penetrare il mercato , poi ha destinato tale quantitativo di l2 solo agli Opteron e FX dato che di fatto il core è decisamente enorme , quindi il ricavo quasi nullo.......
rsuter01 Aprile 2004, 16:59 #2
Ma si parla di notebook, che c'entra tutto il resto che dici tu?
Mi sembra una buona cosa in questo campo ottimizzare i watt consumati per una maggior durata delle batterie.
Ciao
KAISERWOOD01 Aprile 2004, 17:16 #3
Originariamente inviato da nonikname
Da una parte , c'è la ricerca continua alla riduzione dei watt , dall' altra il consumo quasi osceno dei prescott .....

Per me dovevano continuare con il northwood : aumentare il bus di sistema e la cache L2 a 1 mega , arrivando al max a 3.6 ghz e avrebbero fatto un processore al top , solo che con i 130 nanometri e 1 mega di cache l2 il guadagno sarebbe quasi ridotto a zero .... infatti AMD , i primi Athlon 64 , li ha dotati di 1 mega di L2 per penetrare il mercato , poi ha destinato tale quantitativo di l2 solo agli Opteron e FX dato che di fatto il core è decisamente enorme , quindi il ricavo quasi nullo.......


Condivido quasi in pieno, cmq bastava tirare il northwood fino a 3,6ghz e dopo uscirsene con un northwood D con 1mega di cache le 2 a 0,009 e sarebbe salito tranquillamente a 4ghz aumentando anche il bus a 1 ghz e poi 1,2. I Northwood contro l'athlon 64 single channel compete benissimo, quando uscirà quello socket 939 lo sforni a 0,09 con bus 1ghz e cahe di 1mega.
bizzu01 Aprile 2004, 17:17 #4
In effetti il discorso di nonikname non c'entra niente...
Cmq mi sembra fantascienza un notebook che dura un'intera giornata ENTRO il 2004, magari lo faranno pure ma a prezzi altissimi. Cmq se ne vedo uno, gli sbavo sopra!
jappilas01 Aprile 2004, 17:20 #5
Originariamente inviato da rsuter
Ma si parla di notebook, che c'entra tutto il resto che dici tu?
Mi sembra una buona cosa in questo campo ottimizzare i watt consumati per una maggior durata delle batterie.
Ciao



il problema sono i portatili con processore come questo ...e i presumibili futuri con prescott - M ...
KAISERWOOD01 Aprile 2004, 17:21 #6
Originariamente inviato da rsuter
Ma si parla di notebook, che c'entra tutto il resto che dici tu?
Mi sembra una buona cosa in questo campo ottimizzare i watt consumati per una maggior durata delle batterie.
Ciao


semplice L'intel vuole mettere il prescott sui notebook e poiché consuma troppo sta cercando di ridurre il consumo degli altri componenti puntando sulle ddr 2 che hanno voltaggio + basso e su lcd che consumano di meno. In pratica di 10watt guadagnati con un prescott mobile sopra ne perdi 20.
pietse01 Aprile 2004, 17:25 #7
Mi sembra pur sempre un buon passo avanti.
Dando un'occhiata a questi pannelli e ai Benchmark di Efficeon (che ritengo possa diventare ottimo rivale dei sistemi centrino) mi sembra che i portatili leggeri, potenti e con durata elevata non siano così lontani. Certo che 24 ore sono tantissime! Forse con chissà che batterie.
LASCO01 Aprile 2004, 17:31 #8
Se intendono raggiungere 24 ore di autonomia con un sistema che abbia buona potenza e monitor da 14/15" allora mi sembra improbabile che ci riescano se non con batterie a celle a combustibile, di cui però si parlava di un'eventuale introduzione nel 2005.
Luca6901 Aprile 2004, 17:38 #9
Bhe se lo metti a letto presto forse allora c'é la fa Scherzi a parte, mi accontenterei di fare 5~6 ore con un portatile standard!
lamp7601 Aprile 2004, 19:40 #10
Ma già oggi fino a 7 ore ci si arriva con il centrino.
Se non sbaglio è un IBM ThinkPad che ha il record di durata.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^