Intel e la roadmap per i processori Atom destinati ai netbook

Intel e la roadmap per i processori Atom destinati ai netbook

In un mercato in piena evoluzione, Intelpotrebbe rivedere la roadmap dei propri processori Atom destinati ai netbook, una categoria merceologica in declino

di pubblicata il , alle 09:30 nel canale Portatili
IntelAtom
 

Secondo quanto riportato da Digitimes, Intel potrebbe essere costretta a rivedere la propria roadmap di processori Atom, quantomeno quelli dedicati ai sistemi netbook. Ricordiamo infatti che Intel fa ricadere sotto il nome di Atom una vasta serie di processori e SoC, con destinazione d'uso differenti.

I due maggiori produttori di netbook, Asus e Acer, hanno da tempo pianificato lo stop allo sviluppo di nuove soluzioni netbook, orientandosi sul più redditizio terreno dei tablet PC. Questi produttori scelgono quindi di allargare il proprio listino con tablet entry-level (magari con tastiera annessa) per andare a coprire la fascia di prezzo dei netbook.

La conseguenza diretta è una previsione di vendita di processori Intel Atom N2800 e N2600 (netbook) e Atom D2700, D2500, D2550 (nettop) in calo del 50% per il quarto trimestre dell'anno. I maggiori ricavi e l'appeal del prodotto tablet ha portato quindi le aziende a puntare tutto sul nuovo trend, sfruttando già il periodo natalizio e l'opportunità offerta dalla presentazione del nuovo sistema operativo Microsoft Windows 8.

Proprio il nuovo sistema operativo è, indirettamente, una delle cause dell'abbandono graduale del settore netbook da parte delle aziende. Le funzionalità touch e risoluzioni più elevate avrebbero costretto ad un aggiornamento dei pannelli sui nebook, andando a perdere quasi del tutto il vantaggio in termini di prezzo rispetto ad altre soluzioni. Troppo a ridosso di notebook di fascia bassa e tablet, il netbook per come è attualmente inteso perderebbe senso.

In arrivo quindi una nuova generazione di prodotti che ne prenderanno il posto, e nel caso di Intel è opportuno un ripensamento per quanto riguarda la roadmap dei processori precedentemente citati. Molto probabile quindi che anche l'azienda di Santa Clara corregga la rotta verso SoC Atom per il mondo mobile e tablet, abbandonando i modelli "D", venduti a milioni quando il touch era una funzionalità solo da smartphone.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maxmax8004 Settembre 2012, 10:14 #1
Le funzionalità touch e risoluzioni più elevate avrebbero costretto ad un aggiornamento dei pannelli sui nebook


Ahahahah!

personalmente ho un vecchio travelmate 6292 da 13 e la mia ragazza ha un netboot della acer che per quello che deve fare (uso ufficio..in giro) va benone,
ma godo come un mandingo a vedere che le scelte di Microsoft una volta tanto romponon le uova nel paniere a quel gigante che è Intel, troppo abitualta a fare il bello ed il cattivo tempo!

da possessore fedele di processori intel non posso che augurarmi che questo, e la silenziosa crescita di AMD non possano che fare bene al mercato ed a noi consumatori!


e spero che i netbook non spariscano,
ma vengoano "convertiti" in ultrabook di fascia bassa super portabili
perchè -a mio avviso- le persone che prendono dei tablet e poi si comprano pure la tastiera BT per fare quello che farebbero con un netbook, ovvero [U]scrivere[/U] (!) sono proprio ridicoli..
Sevenday04 Settembre 2012, 10:48 #2
Beh, soluzioni come il trasformers ormai ce ne sono a vagoni e credo sia quello il futuro prossimo.
nickmot04 Settembre 2012, 11:05 #3
Sarebbe l'ora che si prenda una strada precisa.
Gli atom diventino dei SoC x86 per MID e per i PC (anche netbook, magari rivisti e traformati in ulrabook low cost da 11,6" si usi la piattaforma Celeron 877, Pentium 967/987 ed i3 ULV.
Questi sono processori con prestazioni veramente degne di un PC, perfettamente adeguati a prodotti compatti con prestazioni comuqnue sufficienti alla massa delle persone.
marmotta8804 Settembre 2012, 12:02 #4
Non capisco perché se la domanda di netbook è bassa il prezzo non scende.
Un'anno fa si trovavano a 200€, ora a 259 quando va bene.
Secondo me i netbook da 11.6, 12.1 con risoluzione 1366x768, con processore AMD E2 e 4GB di ram a meno di 300€ sono gli unici ad aver senso.
tonyxx04 Settembre 2012, 12:29 #5
Originariamente inviato da: marmotta88
Non capisco perché se la domanda di netbook è bassa il prezzo non scende.
Un'anno fa si trovavano a 200€, ora a 259 quando va bene.
Secondo me i netbook da 11.6, 12.1 con risoluzione 1366x768, con processore AMD E2 e 4GB di ram a meno di 300€ sono gli unici ad aver senso.


io trovo fantastico l' acer 756 con pentium dual core ulv sandy bridge, tanta ram e 11,6", si trova a 330 circa completo di w7 home e và il doppio di amd e-2
ma infatti non capisco perchè siano così cari i netbook, una volta da mediamondo ce n erano decine e partivano da 189, ora partono da 250 e sono 7-8
comunque io spero che i che netbook rimangano, sono troppo comodi, sono un notebook in miniatura, invece i tablet sono troppo limitati e senza tastiera e se sono x86 costano un occhio e non vanno una cippa e se sono arm hanno os non adatti a un pc (parlo sia di android che ios che tutti gli altri) e non possono sostituire un pc vero, cosa che un netbook, pur se poco potente, tranne che nelle cose + impegnative fà benone.
il mio prossimo pc sarà u netbook sicuramente o un ultrabook se lo trovo a 400 in un negozio fisico
frankie04 Settembre 2012, 14:47 #6
Praticamente quoto tutti.

E di fronte alle nuove richieste di Microzoz per W8 i netbook con 1024x600 non ci saranno più.

Sono comodissimi i netbook, per chi lavora e non ha necessità di troppa potenza, cioè il 90% della gente.

Sostituirli con prodotti touch da 700€ non mi sembra una buona mossa.

Tantomeno quella sui prezzi. Cavoli il mio 3 anni fa l'ho pagato meno di uno nuovo adesso.
Mechano04 Settembre 2012, 19:57 #7

Server

Noooo non toglietemi gli Atom D2xxx dual core !!!
Ci vengono dei server Linux favolosi. Prestanti e completi di tutto consumano intorno a 26Watt.
Ho appena rifatto tutta la server farm di una web agency. Centralino Asterisk, 2 web server, 1 Windows Server per il gestionale e contabilità, ed un NAS con 2 dischi da 3TB in mirror per il backup e file server.
Tutta la server farm consuma al max 120Watt come 2 lampade ad incandescenza.

Prima per fare le stesse cose c'erano grossi server Xeon a 3,6Ghz vecchi di 8 anni che consumavano €500 al mese di energia elettrica. E questi Atom sono più veloci di uno Xeon di quella vecchia generazione.
GameLiar04 Settembre 2012, 20:34 #8
Originariamente inviato da: tonyxx
io trovo fantastico l' acer 756 con pentium dual core ulv sandy bridge, tanta ram e 11,6", si trova a 330 circa completo di w7 home e và il doppio di amd e-2
ma infatti non capisco perchè siano così cari i netbook, una volta da mediamondo ce n erano decine e partivano da 189, ora partono da 250 e sono 7-8
comunque io spero che i che netbook rimangano, sono troppo comodi, sono un notebook in miniatura, invece i tablet sono troppo limitati e senza tastiera e se sono x86 costano un occhio e non vanno una cippa e se sono arm hanno os non adatti a un pc (parlo sia di android che ios che tutti gli altri) e non possono sostituire un pc vero, cosa che un netbook, pur se poco potente, tranne che nelle cose + impegnative fà benone.
il mio prossimo pc sarà u netbook sicuramente o un ultrabook se lo trovo a 400 in un negozio fisico


Quale processore Pentium intendi fra i vari in commercio con il 756?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^